Cerca Hotel al miglior prezzo

Recco, vacanza nel borgo della Riviera ligure di Levante

Recco, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Recchellini sono chiamati, nella tradizione ligure, i 10.300 abitanti di Recco, antico borgo di marinai incastonato tra Sori e Camogli, nella Riviera ligure di Levante, affacciato alle acque limpide del Golfo Paradiso, vicino alla foce dell’omonimo torrente. Un nome che dice molto sulla bellezza suggestiva della natura litoranea, rigogliosa nelle montagne antistanti il mare, e più aspra laddove la sabbia è interrotta dalle rocce e gli scogli. Un vero e proprio piccolo paradiso è questo golfo dalle mille sorprese, dove i borghi antichi uno dopo l’altro, alternati ad alcune cittadine maggiori, si rincorrono lungo la costa come tappe vicine di un viaggio indimenticabile.

Spingendosi nel cuore di Recco si possono scoprire alcuni dettagli interessanti, forse non comparabili alla bellezza sconvolgente del panorama costiero ma decisamente degno di una visita. Molti sono infatti gli edifici, soprattutto religiosi, di grande valore storico e artistico, primo fra tutti il santuario mariano dedicato alla Madonna del Suffragio, costruito a metà del XVIII secolo sulla strada che dalla città porta al comune di Uscio. Nel esatto punto in cui oggi possiamo ammirare l’imponente santuario, un tempo sorgeva un antico oratorio, originariamente dedicato a San Martino e in seguito consacrato a San Michele Arcangelo.

Dichiarata Santuario nel 1776, oggi purtroppo la chiesa è circondata da vari palazzi di grandi dimensioni, che ne offuscano in parte la bellezza e impediscono di apprezzarla come meriterebbe: solo il campanile, particolarmente slanciato, si fa ammirare sin da lontano e segnala bene la presenza dell’edificio. Altre chiese degne di nota sono la Chiesa dei Santi Giovanni Battista e Giovanni Bono, interamente ricostruita a metà del XX secolo in seguito ai bombardamenti aerei che colpirono il comune nel 1943 durante la Seconda Guerra Mondiale; la Chiesa di Nostra Signora delle Grazie, situata poco fuori Recco nella frazione di Megli, custode al suo interno di una presunta reliquia, ovvero una spina della corona di Gesù; infine la Chiesa di san Rocco, precedentemente dedicata a San Terenziano ma ribattezzata San Rocco in seguito a una violenta epidemia di peste verificatasi tra il XV e il XVI secolo, essendo il santo patrono dei pellegrini invocato dai fedeli contro le pestilenze.

Molto viva è poi a Recco la tradizione popolare, ben testimoniata dall’ampia rassegna di eventi, feste e manifestazioni che vengono organizzate nel comune in ogni periodo dell’anno. Nel weekend successivo a Pasqua si svolge nella frazione di Megli la golosissima sagra delle focaccette, mentre l’ultima domenica di maggio si replica nel cuore di Recco con la Festa della Focaccia, quando tutti i panificatori del posto distribuiscono gratuitamente la specialità prelibata, semplice, con la cipolla o al formaggio.

Il 7 e l’8 di settembre si festeggia invece la Sagra del Fuoco, in onore della Madonna del Suffragio: per l’occasione i sette quartieri cittadini preparano spettacoli pirotecnici e diversi stand gastronomici, mentre dal 14 al 16 agosto la frazione di san Rocco si veste a festa in occasione della festa patronale dell’omonimo santo.

La ciliegina sulla torta, ultimo tocco per completare l’ospitalità della cittadina, è un clima di tipo mediterraneo temperato dalle caratteristiche decisamente piacevoli e accoglienti, caratterizzato da estati calde ma mai afose e inverno freddi ma non molto rigidi. Luglio e agosto, con temperature medie variabili tra 21°C di minima e 27°C di massima, sono i mesi più caldi, mentre il più freddo è gennaio, con valori medi compresi tra 5°C e 11°C. Le piogge, concentrate soprattutto nei mesi primaverili e autunnali, quando si presentano in media per una settimana al mese, sono invece quasi assenti in estate: in luglio, il mese meno piovoso, la pioggia si fa viva appena per 3 giorni sul totale.

Per raggiungere Recco venendo da lontano, se si deve usare l’aereo, si potrà atterrare all’Aeroporto Cristoforo Colombo di Genova, circa 33 km ad ovest di Recco e ben collegato alle maggiori città d’Europa. Per chi invece viaggia in macchina, la città si trova lungo la Strada Provinciale Aurelia e lungo l’Autostrada A12. Recco, infine, possiede una propria stazione ferroviaria situata sulla linea Pisa-La Spezia-Genova, nel tratto locale compreso tra Genova e La Spezia. Foto, cortesia: Sito del Comune
  •  

 Pubblicato da - 25 Aprile 2009 - Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close