Cerca Hotel al miglior prezzo

Zeeland (Zelanda), viaggio nella provincia dei Paesi Bassi

Zeeland, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

In tutta l’Olanda non c’è altro luogo migliore della provincia di Zeeland (Zelanda) per rendersi conto di come da queste parti ogni singolo centimetro di terra sia stato letteralmente strappato alle acque dall’abilità dell’uomo. La Zelanda è una terra sottomarina riportata in superficie, una sorta di Atlantide al contrario, caratterizzata da scenari paesaggistici in cui dominano dighe di dimensioni colossali e lunghi ponti che mettono in comunicazione le tante isole che la compongono. La provincia si trova all’estremità sud-occidentale del paese e confina con il Belgio e il Mare del Nord; lungo la costa ci sono numerose spiagge più o meno attrezzate che d’estate si riempiono di turisti, in prevalenza tedeschi, mentre il capoluogo, l’elegante cittadina di Middelburg, attira per l’atmosfera del tutto particolare che la contraddistingue.

Fin dal XII secolo la Zelanda balzò agli onori delle cronache europee per il fervore dei suoi traffici commerciali. Middelburg, in particolare, si sviluppò molto rapidamente rispetto al resto della regione grazie agli scambi marittimi con i porti di Francia e Inghilterra. Grazie al benessere legato al commercio, il capoluogo cambiò radicalmente il proprio aspetto all’inizio del Cinquecento, un secolo che vide la costruzione di numerosi edifici e palazzi nobiliari. Nello stesso periodo, la Zelanda fu una delle prime province dei Paesi Bassi a ribellarsi a Filippo II e agli spagnoli, tanto che appena cento anni più tardi la regione aveva una propria autonomia ed era sede di uno dei maggiori distaccamenti della Compagnia delle Indie Orientali. Non per niente la Nuova Zelanda fu inizialmente battezzata Nieuw-Zeeland, prendendo il nome proprio dalla provincia olandese, prima che James Cook lo anglicizzasse in New Zealand.

Il capoluogo e la città più popolosa della Zelanda è Middelburg, la “bella addormentata” d’Olanda, una città di circa 50.000 abitanti circondata dai canali che emana ancora grande fascino. La maggior parte delle sue testimonianze di carattere artistico e architettonico risale al periodo economicamente più florido della sua storia, ovvero i secoli che vanno dal XV al XVII. Sul Markt si affaccia uno dei più begli Stadhuis (municipi) d’Olanda. Il complesso, progettato nel 1452 e ampliato tra il 1492 e il 1520, spicca per la facciata in stile gotico-fiorito e per il beffroi (torre civica) alto 55 metri, sebbene buona parte di esso sia stato ricostruito in seguito ai bombardamenti del 1940. Di tutt’altro genere è l’Abdij, una costruzione immensa fondata nel 1103 dotata di due chiese, la Koorkerk (XIV sec.) e la Nieuwekerk (XVI sec.), e dominata dal Lange Jan, la torre ottagonale alta 91 metri distrutta durante la guerra, ma poi completamente ristrutturata. Sempre in centro restano da vedere lo Zeeuws Museum, un bel museo dedicato alle antichità della regione e all’etnologia, il Kloveniersdoelen, un bell’edificio rinascimentale fiammingo, ed il Sint Jorisdoelen, l’elegante palazzo del 1582 un tempo sede della guardia civica di San Giorgio.

Nei dintorni di Middelburg ci sono numerose attrattive da visitare. 7 chilometri a nord-est, presso l’abitato di Veere, non si possono perdere la Onze Lieve Vrouwekerk, la basilica tardogotica quattrocentesca dichiarata monumento nazionale, e le Schotse huizen, le antiche case dei commercianti scozzesi del XVI secolo interamente recuperate e trasformate in museo storico. Una ventina di chilometri a nord, invece, all’interno del Deltapark Neeltje Jans, si trova il Delta Expo, un complesso ricco di attrazioni multimediali interamente dedicato al mare; dal Delta Expo partono anche le visite agli immensi impianti di sbarramento delle acque dell’estuario della Schelda.

A sud, presso la città di Vlissingen, si possono ammirare numerosi edifici costruiti tra il XV e il XVIII secolo come la Grote Kerk, lo Stadhuis e la Gevangentoren, la “Torre dei Prigionieri”. A IJzendijke c’è invece la chiesa protestante più antica della Zelanda, essendo stata portata a termine nel 1612, oltre allo Stichting het Bolwerk – Museum voor de Staats-Spaanse Linies, un bel museo che racconta la storia cittadina. Ancora più a sud sorgono i piccoli abitati di Aardenburg, anch’esso ricco di testimonianze tardo gotiche, e Sluis, un borgo delimitato da un doppio giro di bastioni.

Al centro dell’isola di Zuid-Beveland si trova Goes, antico porto conosciuto per la pesca ed il commercio del sale, di recente convertitosi all’agricoltura e all’allevamento. Oltre il Veerse Meer ci sono altre isole da visitare come Noord-Beveland, Schouwen-Duiveland, Overflakke e Goeree. Tutte queste sono messe in comunicazione dalla strada N59, un’importante arteria carrabile che consente di percorrere quasi 90 chilometri sospesi tra terra e mare attraverso scenari davvero suggestivi dal punto di vista paesaggistico. Lungo il percorso ci si può fermare a Zierikzee, la più antica città della Zelanda nonché di Schouwen-Duiveland, Middelharnis, rinomata località di Overflakke, e sull’isola di Goeree, dove si trovano Stellendam e la grande diga di Haringvliet.

Il denominatore comune del clima della Zelanda è la variabilità. Solo d’estate, tra luglio e agosto, il sole riesce ad affermarsi con una certa continuità nei confronti delle perturbazioni atlantiche che imperversano durante il resto dell’anno, profondamente segnato da pioggia e umidità. In compenso, grazie all’affaccio sul mare, la temperatura non scende quasi mai sotto lo zero neanche d’inverno, mentre d’estate si possono raggiungere i 30 gradi nei pomeriggi più caldi.

Middelburg dista poco meno di 200 chilometri da Amsterdam e dal Luchthaven Amsterdam-Schiphol, l’aeroporto internazionale della capitale olandese. In città si trova una stazione ferroviaria di discrete dimensioni ben collegata a quelle di Vlissingen, Goes, ma anche ad alcune tra le maggiori località della parte centro-meridionale dei Paesi Bassi come Roosendaal, Rotterdam, L'Aia e Leiden. Come del resto in tutta l’Olanda, la bicicletta è un mezzo di trasporto molto diffuso e particolarmente stimolante per muoversi lungo le piste ciclabili che fiancheggiano i canali della Zelanda.
  •  

News più lette

close