Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Saint-Florent

Saint-Florent (St-Florent): la Cittadella e il Golfo

Pagina 1/2

Saint-Florent si affaccia su di un ampio golfo, appena ad ovest di Cap Corse, la bella penisola che contraddistingue la morfologia della costa settentrionale della Corsica. La baia è chiusa ad ovest dalla zona brulla del Deserto degli Agriati (Desert des Agriates) una regione selvaggia e disabitata perfetta per chi cerca una vacanza di mare lontano da tutto e tutti, con spiagge deserte e di rara suggestione, anche se un pò complicate da raggiungere.

Saint-Florent si raggiunge abbastanza facilmente da Bastia, il porto principale della Corsica orientale. Una volta sbarcati si segue la D81 arrampicandosi sul Cole de Teghime, e magari se avete tempo fate una piccola deviazione alla Serra di Pigno, da dove si domina un panorama splendido su Bastia e il golfo di Saint-Florent. Da qui si scende verso il mare ad ovest di Cap Corse sempre seguendo la D 81, arrivando a Saint-Florent in circa 23 km di strada.
St-Florent si raggiunge anche da ovest e cioè dalla regione della Balagna (Balagne) dove si trovano L’Ile Rousse e Calvi. Procedendo verso est lungo la N1197, poco dopo la località di Monetta, si devia sulla D 81 e in 39 km di curve e paesaggi fantastici sul Desert des Agriates si arriva a Saint-Florent.

Saint-Florent ha un clima tipicamente mediterraneo: Se l’autunno è la stagione più piovosa, gli inverni sono invece miti, periodo nel quale le temperature raramente scendono sotto lo zero. La stagione invernale poi cede il passo ad una dinamica primavera, con variabilità e alternanze di periodi soleggiati e caldi ed episodi di freddo e pioggia, ma poi diventa tutto più stabile in estate che rimane dominata da lunghe fasi di clima caldo e secco con temperature che raggiungeranno picchi massimi di circa 35 ° C in luglio e agosto, ma si mantengono in genere intorno ai 28-30 °C come media nei valori massimi giornalieri, grazie all’azione delle brezze. Il periodo consigliato per una vacanza a St-Florent è quello compreso tra fine maggio e fine settembre.

St-Florent offre molti spunti turistici, oltre che ad essere una ridente località di villeggiatura estiva. Da non perdere il vecchio quartiere marinaro, dove si possono ammirare gli scorci e gli angoli suggestivi di Saint-Florent. La storia della città risale al tempo dei romani, ma fu in epoca cristiana che la città ebbe un primo importante sviluppo, anche se inizialmente il centro si sviluppava lontano dalla costa, come ci testimonia l’antica Cattedrale di Nebbio.
Fu solo successivamente, che Saint-Florent si trasferì nalla rada di Fornali, ad occupare la penisoletta che ora occupa il vecchio quartiere marinaro e la Cittadella, che quasi si fondono in un armonia architettonica..
... Pagina 2/2 ...
Quest’ultima è la fortezza genovese, ora sede della gendarmeria ed è una bella costruzione dall’architettura particolare ed insolita, per lo meno tra le tipiche fortificazioni corse. Fondata poco prima della metà del ‘400 venne completata nelle sue forme odierne nel 1568 e le sue linee sono quelle tipiche di alcune fortificazioni genovesi. Vedendo la Cittadella genovese a St-Florent si dice che l’ammiraglio Orazio Nelson affermò: "... datemi il Golfo di Saint Florent, e due sole navi, e non una sola nave lascerà i porti di Marsiglia o di Tolone ..." e questa dichiarazione spiega benissimo quale ruolo strategico avesse la cittadella di Saint Florent nel mediterraneo occidentale.

Il monumento più celebre di Saint-Florent è però la bella chiesa di Santa Maria Assunta, meglio conosciuta come l’antica Cattedrale del Nebbio (Nebbiu).
La sua posizione isolata ci ricorda del passato antico di Saint-Florent, quando la città si sviluppava verso l’entroterra, anziché sul mare. E’ una notevole costruzione in stile romanico pisano, e in un certo senso ricorda la Chiesa della Canonica, che si trova a Sud di Bastia a Lucciana. Possiede una classica struttura a tren navate, con una facciata semplice ed armonica, caratterizzata da due livelli ad arcate cieche che poggiano su capitelli adornati di figure geometriche e di animali. Suggestivo l’interno con le due file di colonne che presentano capitelli di vario tipo, secondo il classico stile corso.

I dintorni di Saint-Florent sono tutto mare e natura. Belle spiagge si trovano vicine ad ovest della città, come quella del Loto o la spiaggia di Saleccia, accessibile anche con la barca, o per chi ama il trekking con più di 4 ore di cammino attraverso zone magiche del Desert des Agriates. Non distante si trova la Torre della Mortella, una classica meta di escursioni in barca, ma anche raggiungibile via terra. E’ un edificio storico importante nella zona, e domina il promontorio roccioso da oltre 450 anni.
loading...
close