Cerca Hotel al miglior prezzo

Calvi (Corsica), alla scoperta della costa del nord dell'isola

Calvi, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Siamo nella regione della Balagne, sulla porzione nord-occidentale della Corsica, in quel tratto di costa battuto dal vento maestrale, ma che alterna ai promontori rocciosi magnifiche baie e deliziose calette sabbiose. Proprio ad est del grande promontorio roccioso di Punta della Revellata, la bella cittadina di Calvi attende il turista con il suo bagaglio di storia e di cultura, con il suo magnifico porto naturale e l’ameno Golfo di Calvi che diventa un luogo ideale per trascorrere una vacanza nelle atmosfere semplici e raffinate della Corsica del nord.

Una visita di Calvi in genere comincia dalla sua Marina, il quartiere più basso che si trova affacciato sulla zona portuale, che comprende l’approdo commerciale e dei pescatori(Santa Maria) e quello turistico, in posizione poco più meridionale al primo.
La Marina e la Cittadelle, in posizione rialzata dietro ai bastioni, sono collegate dal Quay Landry, una bella passeggiata da compiere all’ombra delle palme, un percorso raffinato che ricorda alcuni viali e promenades della Costa Azzurra.
Sempre nella città bassa si trovano la Chiesa di Santa Maria Maggiore, datata diciannovesimo secolo. Nelle vicinanze del porto turistico si trova la Cappella di Santa Maria, una basilica antichissima in origine, ma completamente ricostruita nel ‘300.

E’ sicuramente la Cittadella il luogo più denso di fascino di Calvi, quello in cui si respira la storia antica della città, grazie al suo lembo fortificato che avvolge il centro, lungo tutti i 4 lati. C’è un solo punto d’accesso, la porta della Cittadella, che si trova non distante dalla centrale Place Cristoforo Colombo. Tra i vari posti in Europa anche da Calvi viene rivendicato come illustre concittadino il celebre navigatore genovese (si trova anche una casa Colombo nella parte nord della Cittadella).
Le mura della Cittadella sembrano fondersi con i graniti del promontorio, ed assieme il quadrilatero della fortificazione, completato da tre imponenti bastioni rendono uno straordinario colpo d’occhio specie per chi giunge via mare, su di un traghetto.
Le mura furono rese imponenti dapprima dai Genovesi, a più riprese tra i secoli qundicesimo e sedicesimo, ma poi anche sotto il dominio francese la Cittadella fu rafforzata verso la metà del ‘700. I tre baluardi e una torre sono comunque il simbolo della città: i tre bastioni portano ancora il loro nome genovese, e cioè lo Spincione, posizionato a sud-ovest, il Teghiale a nord-est ed il Malfetano posto a sud-est delle mura. La Torre del Sale si stacca dal lembo meridionale delle mura e si erge a protezione della Marina.

Una passeggiata molto consigliata è quella del Cammino di Ronda, che consente di compiere un intero giro a 360° sulle mura della Cittadelle, con splendide viste su centro e sul mare, per la gioia degli appassionati di fotografia.
All’interno della cittadella si trovano alcuni monumenti degni di nota: al centro si trova la Cattedrale di San Giovanni Battista (St-Jean Baptiste 1576), molto bella e ricca di storia. Un crocifisso al suo interno (Cristo dei Miracoli) ha una storia leggendaria che lo vede come risolutore nella vittoria contro gli invasori turchi che strinsero d’assedio Calvi a metà circa del ‘500.
Un'altra chiesa da visitare è L’Oratorio di Sant’Antonio (St-Antoine), che costudisce al suo interno il pregevole Tesoro d’arte Sacra della Balagne.

Nei dintorni riserva piacevoli sorprese, oltre che a belle e lunghe spiagge, tutte da godere durante la stagione estiva.
per chi ama i bei panorami, consigliamo l’escursione a 6 km ad ovest di Calvi, alla cappella di Notre Dame de la Serra, una costruzione non particolarmente significativa ma posta in una posizione sublime con una delle migliori viste dell’intera Corsica. La vista dalla terrazza posta a 216 m di altitudine spazia su tutta la Balagne, la retrostante Punta di Veta, e sulla sottostante città di Calvi e il suo magnifico golfo.
Escursioni raccomandate sono quelle alla Pte de la Revellata, la costa rocciosa posta a ponente. Qui si trova, sul lato ovest del promontorio, la Grotte de Veaux Marins (la grotta dei buoi marini), dove vivono forse ancora (ma sempre sul punto di scomparire) una colonia di foche monache.

Tra le spiagge intorno a Calvi segnaliamo quella cittadina che si estende ad est per chilometri, lungo tutto il golfo omonimo. In alcuni punti sono state inserite protezioni rocciose contro l’erosione del mare, ma per gran parte la spiaggia conserva il suo fascino primitivo, specie sul lato più orientale.
Con la barca si possono raggiungere alcune calette lungo la Ravellara, mentre con l’automobile sempre ad ovest di Calvi si può raggiungere la Baie de Nichiaretto e l’ Argentella.
Nella zona ad oriente troviamo altre spiagge frammiste a rocce spettacolari: è la costa compresa tra Punta Caldano e Punta Spano, siamo vicini ai villaggi di Lumio e Marine de St-Ambroggiu. Qui graniti e mare danno particolari emozioni ai visitatori, specie nella zona di Punta Spano dove si trovano Les Rochers, formazioni granitiche particolarmente fotogeniche.

Tra le manifestazioni tipiche, particolarmente suggestivo è il periodo della settimana Santa, specie durante la processione della Granitula, dove le confraternite di Santo Erasmo e San Antonio assieme ai cittadini di Calvi, si uniscono in una configurazione particolare, tra canti e preghiere suggestive. In questo periodo si gustano anche i dolci locali, chiamati Canistrelli.
In piena estate, il 15 agosto, da ricordare alla sera il famoso spettacolo di fuochi d'artificio, considerato il più imponente di tutta la Corsica.

Calvi è facile da raggiungere:
via aerea, la città è fornita di un aeroporto, Calvi-Ste Catherine che si trova appena a 7 km a sud del centro cittadino.

Da e per Calvi ci sono collegamenti con il traghetto con rotte verso il sud della Francia e l'Italia attraverso i porti di Nizza, Savona e Marsiglia. Ci sono frequenti collegamenti gestiti dalle più grandi società di traghetti del Mediterraneo Occidentale, l'unico problema vostro sarà quello di scegliere il vostro operatore preferito. Se invece sbarcate a Bastia, provenendo dai porti dell’Italia Centrale (Livorno Piombino e Civitavecchia) dovete seguire prima la N193 che si dirige verso sud, per poi piegare ad ovest all’interno della valle del fiume Golo. Presso la località di Ponte Beccia si svolta verso nord sulla N1197 che punta verso il Desert des Agriates, lasciandolo alla propria destra quando raggiunge la costa settentrionale. Da qui si prosegue sulla N197 che supera L’Ile Rousse e dopo altri 20 km in direzione ovest arriva a Calvi. C’è anche una strada alternativa diretta da Calvi, e che raggiunge al N197 direttamente attraverso St. Florent e la parte sud del Desert des Agriates, ma si tratta di un percorso molto tortuoso e lento.

Il clima di Calvi è caratterizzato da un regime pluviometrico ben distribuito nel corso dell’anno, eccetto in estate che si presenta decisamente asciutta, in una connotazione tipicamente mediterranea. Le massime assolute raggiungono valori in genere di poco inferiori ai 30 °C mentre le acque del mare di Calvi toccano i 24 °C nel mese di Agosto. I mesi più piovosi sono quelli autunnali, con picco di piogge e temporali tra ottobre e novembre, quando in genere c’è da aspettarsi un 12-13 giorni al mese di media, tra piogge e cielo coperto.
  •  

 Pubblicato da - 23 Marzo 2009 - Riproduzione vietata

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close