Cerca Hotel al miglior prezzo

Celerina (Schlarigna), sciare nella localitą Svizzera, Canton Grigioni

Pagina 1/2

Celerina, Schlarigna in romancio, è un piccolo comune del Canton Grigioni di appena 1.350 abitanti situato quattro chilometri a nord-est di St. Moritz. Il paese sorge a circa 1.750 metri di altezza e rappresenta una meta turistica molto rinomata sia in estate che in inverno. Il comune è lambito dalle acque del fiume Inn e presenta picchi molto alti, come ad esempio Piz Saluver, posto a 3.159 metri, il punto più alto del comprensorio di Celerina e Samedan. Pur essendo vicina ad una delle località più note e inflazionate di tutte le Alpi, Celerina ha saputo mantenere intatto il suo fascinoso aspetto di antico villaggio engadinese, con costruzioni caratteristiche dalle facciate decorate a graffiti risalenti anche al XVII secolo ed un paio di belle chiese.

Incorniciato da una splendida catena di monti, il villaggio rappresenta un’attrattiva già di per sé. Tra le architetture tradizionali spicca un’antica chiesa riformata del 1669, mentre su una collina ad est dell’abitato sorge la chiesa di San Gian, anch’essa riformata, ma originaria del XII secolo. All’interno della fabbrica si potranno ammirare un fantastico soffitto ligneo perfettamente conservato ed interamente dipinto nel 1478, oltre ad alcuni suggestivi resti di affreschi quattrocenteschi, opera di un anonimo pittore di chiara matrice italiana. Occasionalmente la chiesa di San Gian ospita concerti e rappresentazioni canore.

Grazie alla sua favorevole collocazione, Celerina è conosciuta come la più soleggiata tra le città dell’Engadina, caratteristica non di poco conto sia in inverno che in estate. Partendo a piedi dal paese si potranno raggiungere velocemente le installazioni che collegano il paese alla regione sciistica di Corviglia ed all’arena Ski Engadin, che vanta 57 impianti per un totale di oltre 350 chilometri di piste adatte a sci e snowboard. Rimanendo a fondovalle gli amanti del fondo avranno a disposizione alcuni percorsi lunghi ed altrettanto suggestivi, con tratti immersi nei boschi ed altri a pochi metri di distanza da fiumi e torrenti. Spettacolare è la pista appositamente preparata per le slitte, così come i tanti sentieri escursionistici che anche in inverno danno la possibilità agli appassionati di misurarsi su quasi 150 chilometri di percorsi tra le montagne. Se alla fatica sugli sci preferite il relax non vi resterà che rimanere in paese, dove vi sono diversi bar e ristoranti che servono prelibate pietanze locali ad ogni ora del giorno, negozi di artigianato locale ed una bella pista da pattinaggio.

Con lo sciogliersi della neve, che resta comunque visibile sulle cime dei monti più alti della zona, Celerina chiude ufficialmente la stagione invernale per dare inizio a quella estiva; riposti gli scarponi da sci, si rispolverano quelli da montagna, visti i tantissimi sentieri attraverso l’Engadina che aspettano solo di essere esplorati. Se siete in cerca di emozioni più forti potrete misurarvi con la durezza della montagna scalando alcune tra le cime più suggestive della regione, prima delle quali bisognerà disimpegnarsi attraverso impervi tracciati tra rocce e ghiaccio.

A prescindere dalla stagione, al di fuori della cittadina vera e propria e spicca il fascino di Muottas Muragl (2.453 m), accessibile tramite la funicolare che parte da Punt Muragl (1.738 m), a sua volta comodamente raggiungibile in quanto posto sulla strada che collega St. Moritz a Pontresina. Una volta scesi dalla funivia si potrà ammirare lo splendido belvedere sull’Engadina con i suoi laghi, i villaggi, le foreste, dal Majola al Bernina e all’Albula. Un ripido sentiero conduce fino al rifugio Segantini, posto sulle pendici dello Schafberg (2.731 m).

Dove sciare?

Da Celerina sono raggiungibili, nel raggio di 30km, 6 comprensori sciistici: il comprensorio sciistico Engadin - St. Moritz Fine stagione (a 3 Km), il comprensorio sciistico Corvatsch - Silvaplana Fine stagione (a 8 Km), il comprensorio sciistico Livigno Fine stagione (a 21 Km), il comprensorio sciistico Savognin Fine stagione (a 22 Km), il comprensorio sciistico Chiesa Valmalenco Fine stagione (a 27 Km) e il comprensorio sciistico Caspoggio Fine stagione (a 28 Km).

Per le nevicate previste e l'innevamento delle piste consultate:
» il Bollettino neve Engadin - St. Moritz.
» il Bollettino neve Corvatsch - Silvaplana.
» il Bollettino neve Livigno.
» il Bollettino neve Savognin.
» il Bollettino neve Chiesa Valmalenco.
» il Bollettino neve Caspoggio.
... Pagina 2/2 ...
Il mezzo di trasporto più conosciuto del Canton Grigioni ed in particolare delle valli Engadina e Bernina è il cosiddetto “trenino rosso”. Salire a bordo del Bernina Express che collega Coira e Sankt Moritz a Tirano, in Italia, è uno dei classici delle vacanze in Svizzera. L’itinerario si snoda attraverso magnifici paesaggi di alta montagna e, con eccezionali pendenze, sale sotto i ghiacciai del Bernina, fino ai 2.323 metri dell’omonimo passo, il più alto valico ferroviario di tutte le Alpi. Uno dei passaggi più spettacolari è quello sul viadotto elicoidale di Brusio.

Il clima è alpino, molto rigido e nevoso in inverno, gradevole d’estate, quando sono in molti a partire dalle afose città pianura per godere del refrigerio che solo l’altitudine può garantire. La stagione invernale dura generalmente dai primi di dicembre fino a fine marzo, quando gli impianti cominciano a chiudere. A garantire l’innevamento durante la stagione vi sono i tanti cannoni sparaneve disseminati su tutte le piste, pronti ad entrare in azione in caso di perdurata assenza di precipitazioni.

Celerina è facilmente raggiungibile dall’Italia con il “trenino rosso”, che come già detto parte da Tirano, ma anche con l’automobile, valicando il confine lombardo da Tirano o nei pressi di Chiavenna.

Foto wikipedia, Locr, cortesia: divna jaksic, callens
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close