Cerca Hotel al miglior prezzo

Pilsen (Plzeň o Plzen): visita alla cittÓ della birra, Repubblica Ceca

Pilsen, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

In un tappeto ondulato di prati teneri, tra ciuffi di foreste secolari e specchi d’acqua che sembrano parentesi di cielo, tra i tanti villaggi che costellano il territorio, sorge la patria della birra Pilsener Urquell. Siamo a Pilsen, Plzeň per gli abitanti del posto, cittadina della Repubblica Ceca nella Boemia Occidentale, capoluogo della regione di Plzeň. Collocata a circa 90 km da Praga, nel punto in cui i fiumi Radbuza, M×e, Úslava e Úhlava confluiscono nel Berounka, Pilsen è la quarta città del paese per popolazione, nonché il centro economico, culturale e storico più importante della Boemia occidentale.

La sua presenza si fa sentire chiaramente per la prima volta nel 976, quando la città è scenario di una violenta battaglia durante la guerra tra il principe Boleslao II e l’Imperatore Ottone II. Diventata città nel 1295, la sua storia non fu mai facile o noiosa: centro della resistenza cattolica agli hussuiti, parte della lega cattolica contro il Re Giorgio di Podebrad, Pilsen fu presa dai protestanti nel corso della Guerra dei Trent’Anni e soltanto nel 1621 fu riconquistata dagli imperiali.

Liberata dai nazisti alla fine della Seconda Guerra Mondiale, la città beneficiò di grandi investimenti stranieri a partire dagli anni Novanta, e gradualmente assunse l’importanza che ha ora. Oggi, oltre alle birrerie e agli stabilimenti della casa automobilistica Skoda, vi ha sede l’Università della Boemia Occidentale, rinomata per gli studi di Ingegneria, Legge e Matematica Applicata. Ma ciò che interesserà di più ai turisti è la bellezza del centro storico, tanto ricco di monumenti da aver meritato la nomina a “riserva monumentale urbana”, oltre che aver contrubuito all'ottenimento del titolo di Capitale Europea della Cultura 2015.

A dominare il cuore cittadino, la centro della splendia Piazza della Repubblicaroicca di dimore e palazzi storici, si erge la cattedrale gotica di San Bartolomeo, che già da lontano si fa notare grazie al suo campanile di 102,6 metri, il più alto della Repubblica Ceca. Iniziata nel 1295, contemporaneamente alla nascita della città stessa, la chiesa fu terminata soltanto nel XVI secolo. Sull’altare principale, a partire dal 1883, si può ammirare la “Madonna di Pilsen”, un capolavoro scultoreo risalente al 1390.

Tra gli altri gioielli da ammirare ci sono lo splendido Palazzo Imperiale, il Municipio del XVI secolo in stile rinascimentale e la chiesa barocca dell’Ordine dei Francescani. Vicino alla Piazza del Mercato si innalza la Colonna della Peste, realizzata nel corso di un’epidemia nel 1681, mentre poco lontano si incontra la famosa Sinagoga di Pilsen, la terza più grande del mondo dopo quelle di Gerusalemme e Budapest. La città riserva inoltre una sorpresa sottorranea: il sottosuolo di Plzen è percorso da quasi 20 km di tunnel e cantine, di cui un tratto paerto al pubblico, che può percorrerne un tratto lungo circa 750 metri e scendere a 12 metri di profondità. Qui maggiori informazioni: www.pilsen.eu
Tra le varie attività da compiere in centro segnaliamo inoltre il Plzeňský Prazdroj, il tour della birra cittadino, che ovviamente include la visita al Pilsner Urquell Brewery, il birrificio più grande di tutta la Repubblica Ceca.

il Museo della Boemia Occidentale offre una delle migliori esposizioni di tutta la Repubblica ceca, con oltre 2 milioni di pezzi , tra cui una rara collezione di armi dal 14° al 17° secolo, ed una bella biblioteca in stile Art Nouveau. Qui magguiori informazioni: www.zcm.cz
Altri musei da vedere a Plzen includono il contiguo Museo di Storia Naturale, il Museo Diocesano di Arte Religiosa, il museo dedicato alla seconda guerra mondiale (Patton Memorial Pilsen - www.patton-memorial.cz) e il Museo delle Marionette (www.muzeumloutek.cz)

Una menzione a parte merita il cosidetto parco ad anello:lungo il percorso dell'antica cerchia muraria, oggi si trova una serie di giardini che formano una cintura di verde attorno al centro storico, ricca di aiuole fiorite e fontane, luogo ideale per rilassarsi tra una visita e l'altra. Al di fuori del centro troviamo poi lo Zoo di Plzen che include un interessante DinoPark dotato di cinema 3D.
Nei vecchi stabilimenti della Skoda troviamo invece Techmania, una esposizione di 3.000 metri quadrati dedicata alla scienza ed alla tecnologia.

Ma la cultura ricchissima e sconfinata della città emerge anche dalle manifestazioni che si organizzano durante l’anno, occasioni preziose per divertirsi, rilassarsi, assaggiare le specialità della cucina locale e entrare in contatto con la gente ospitale del luogo. A marzo si svolgono le celebrazioni degli Smetana Days, quando si ricorda il periodo di stufio a Plzen del grande compositore boemo. Tra gli eventi più suggestivi c’è poi la manifestazione storica che occupa un fine settimana di metà giugno: per l’occasione si assiste alla sfilata, lungo le strade del centro, di personaggi vestiti in modi sorprendenti, dai soldati in uniforme ai giocolieri più buffi, il tutto accompagnato da musica e danze, spettacoli teatrali e show pirotecnici. Nelle stesse giornate si può assistere alla più grande processione di fantasmi e spiriti al mondo.

Ancora più caratteristica, ovviamente, è la festa dedicata alla mitica birra Pilsener, che all’inizio di ottobre dà la possibilità di degustare la famosa bionda accompagnata da ottimo cibo. Allo stesso tempo si potrà assistere a spettacoli musicali e teatrali, oppure si potrà visitare il Museo della Birra (www.prazdrojvisit.cz).

Chi non vuole limitarsi al centro di Pilsen ma ha voglia di spingersi nei dintorni, alla scoperta della Regione di Plzeň, troverà un tappeto di foreste specialmente nella parte orientale, dove si possono esplorare le foreste di Brdské Lesy e il parco nazionale Křivoklátsko. Trekking, cicloturismo e sport nautici sono le attività più diffuse e amate, ma stanno sempre più prendendo piede anche la pesca sportiva, la caccia, l’agriturismo e il turismo ippico.

Per apprezzare i monumenti del centro e le bellezze del paesaggio circostante, il periodo migliore è forse quello che va da maggio a settembre, quando le temperature sono piacevoli, anche se se sono più probaili le piogge, sotto forma di acquazzoni. Le temperature medie di gennaio, il mese più rigido, vanno da una minima di -5°C a una massima di 0°C, e la neve è la forma di precipitazione più probabile da fine dicembre a fine febbraio. In luglio e agosto, i mesi più caldi, si va dai 12°C delle minime ai 22°C circa nei valori massimi. Le precipitazioni sono diffuse per tutto l’arco dell’anno, ma con massimo estivo: si va dai 10 giorni di pioggia del mese di settembre ai 13 giorni di pioggia mensili dell’estate.

Ci sono diverse possibilità per raggiungere Pilsen. Ci si può servire della comunicazione autostradale europea che unisce Praga, Pilsen e Rozvadov, oppure della linea ferroviaria principale Praga - Cheb – Norimberk, Pilsen – Furth im Wald. L’aeroporto più vicino è quello di Praga, a circa 92 km dalla meta, collegato dalla Czech Airlines agli aeroporti italiani di Milano, Bologna, Roma Fiumicino e Venezia, per un totale di otto voli giornalieri.
  •  

 Pubblicato da - 05 Maggio 2014 - ę Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close