Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Bad Hall

Bad Hall (Austria): le terme e la cittadina del Traunviertel

Pagina 1/2

La cittadina di Bad Hall è un paesino di poco più che 5.000 abitanti nella regione dell'Alta Austria, la zona dell'Austria che confina a nord con la frontiera della Repubblica Ceca. Famoso soprattutto per i suoi bagni termali e per avere dato i natali, dal punto di vista artistico, a Gustav Mahler, che presso il locale teatro esordì nel 1880 come direttore di orchestra, questo piccolo borgo è anche uno dei centri principali da cui partire per esplorare il cosiddetto Traunviertel, cioè la zona dell'Austria che si snoda a sud-ovest di Linz (il capoluogo regionale) lungo il corso del fiume Traun.

La sua posizione è particolarmente comoda per chi vuole visitare questo comprensorio, grazie al fatto che si trova quasi esattamente a metà strada fra Wels, il centro principale del Traunviertel e l'altro importante centro della zona, cioè Steyr: da entrambi dista circa una ventina di km.

Certamente non si caratterizza per la sua movida notturna, trattandosi di una cittadina effettivamente molto tranquilla. Tuttavia, è proprio per questo motivo la meta ideale di chi cerca relax presso le calde sorgenti termali della zona, e una buona base per visitare tutti i dintorni grazie alla sua centralità. D'altra parte, se si cerca un pò di animazione, basta spostarsi nella vicina Linz, che dista circa una trentina di km.

Le Terme di Bad Hall

Uno dei principali motivi per cui questa località turistica è visitata ogni anno da migliaia di turisti è rappresentato senza dubbio dai suoi stabilimenti termali. La presenza di sorgenti termali un tempo usate a scopo curativo ed oggi prevalentemente per motivi di relax e benessere è sottolineata dalla denominazione della cittadina che aggiunge il prefisso "Bad" proprio per evidenziare la grande attrattiva a livello turistico degli impianti alimentati con acque termominerali. A Bad Hall si possono trovare ben due complessi termali: Therme Mediterrana ed Euro Spa Resort entrambi nel centro storico della cittadina. Le strutture termali di Bad Hall sono famose perchè fanno parte del medesimo gruppo di resort dedicati al benessere, l'EurothermenResorts, che comprende altri due complessi termali di grande prestigio, cioè i bagni di Bad Ischl e quelli di Bad Schallerbach.

Dopo essersi ritemprati nelle piacevoli acque termominerali dello stabilimento termale, si può fare una passeggiata tonificante nel grande Kurpark che sorge nelle immediate vicinanze ed offre un intricato complesso di sentieri e vialetti all'interno di una vasta area ricoperta di fitti alberi e prati rigogliosi. Il parco termale stesso propone una curiosa attrazione: la possibilità, cioè, di fare una sorta di inalazioni termali gratuite. Questo è reso possibile recandosi presso il padiglione centrale del parco, le cui pareti costituite da rami intrecciati filtrano ogni ora centinaia di litri d'acqua iodata nebulizzata. Insolite e divertenti, soprattutto per i più piccoli, sono anche le Klangskulpturen, installazioni a tema che riproducono strumenti musicali di grandi dimensioni.

Cosa vedere a Bad Hall

Negli immediati dintorni di Bad Hall, conviene non perdersi due delle attrazioni più visitate di tutto il Traunsviertel: l'abbazia benedettina di Kremsmunster, ed il grande Parco Nazionale Kalkalpen. Il monastero di Kremsmunster risale addirittura al 777 d.C. e la sua ricchezza è testimoniata da tre grandiosi saloni che si possono visitare prenotando una visita guidata di un'ora: si tratta della biblioteca, della Sala Imperiale, e della Camera del Tesoro, che conserva un preziosissimo manufatto in oro, il Calice di Tassilo, che fu donato ai monaci dell'abbazia nel 780 d.C. dal Duca di Baviera. Anche se ricostruita in stile barocco nel XVIII secolo, questo imponento edificio religioso presenta ancora importanti vestigia del suo più antico passato, come la Sternwarte, torre astronomica alta 50 metri che offre una collezione di oggetti e reperti relativi alla storia naturale distribuiti su ben sette piani.

... Pagina 2/2 ... Il Parco Nazionale Kalkalpen merita una visita perchè, pur vantando la seconda estensione più grande fra i parchi naturali austriaci, è ancora molto poco conosciuto e quindi è possibile godere dei panorami alpini fatti di profonde vallate e strette gole nella più assoluta tranquillità. Salvo che nel periodo invernale, quando arrivano numerosi sciatori, il comprensorio del monte Hoher Nock, la cima più alta del parco con i suoi 1963 metri, risulta poco frequentato e la sua eccentricità rispetto ai grandi circuiti turistici consente di gustare nel più profondo silenzio la magia incantata di una natura in cui sopravvivono liberi gli ultimi esemplari di lince e di aquila reale.

Cosa fare: attività, eventi e manifestazioni

Nei pressi di Bad Hall è possibile intervallare le visite ai bagni termali con una grande quantità di attività sportive diverse. Certamente interessante camminare e fare jogging sfruttando la grande quantità di verde nei dintorni dello stabilimento termale, ma più interessante ancora, per gli appassionati, è spostarsi di un centinaio di metri verso ovest dove si trova il vasto Golfclub Herzog Tassilo, in cui divertirsi all'aria aperta e fare una lunga camminata rilassante sui green della lussuosa struttura.

La zona più gettonata nei dintorni di Bad Hall per fare sport, divertirsi e stare all'aria aperta, è tuttavia rappresentata dal Parco Nazionale Kalkalpen in cui, a seconda della stagione, è possibile praticare attività differenti. In estate, il comprensorio naturale è infatti meta sia di ciclisti in cerca di strade panoramiche e senza traffico, che di escursionisti in cerca di sentieri per il trekking, di percorsi alpinistici (ferrate e arrampicata libera) oppure di sterrate per avventurose sessioni di mountain bike. Nel corso del periodo invernale, invece, la zona diventa frequentatissima da parte degli appassionati di sci di fondo, che usufruiscono delle decine di km di piste presenti in loco.

Come arrivare a Bad Hall

Il modo migliore per arrivare a Bad Hall è rappresentato dalla combinazione di aereo e mezzi pubblici, mentre in auto il tragitto dall'Italia è semplice ma piuttosto lungo.
Chi viaggia usando un mezzo di spostamento autonomo (auto/moto/camper) può infatti raggiungere questa località dirigendosi verso Linz in autostrada, scegliendo fra A10 fino a Salisburgo e poi A1 oppure A2 fino a Graz e poi A9. In entrambi i casi, prima di entrare a Linz si devia sulla strada 122 che conduce direttamente a Bad Hall.
A chi invece si sposta coi mezzi pubblici conviene prendere l'aereo fino a Linz, dalla cui stazione si prende il bus che in circa un'ora e mezza porta a Bad Hall senza dover effettuare cambi.

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close