Cerca Hotel al miglior prezzo

Bad Kleinkircheim (Carinzia), terme e sci in Austria

Bad Kleinkircheim, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Il paesaggio incontaminato e le stazioni termali dei dintorni sono un toccasana per lo spirito e il corpo, e coccolano i turisti mettendoli in contatto con la natura e la quiete della montagna. A garantire il divertimento e a qualche vizio innocente, invece, ci pensano le splendide piste da sci e i ristoranti irresistibili con le loro specialità tipiche, preparate secondo una tradizione secolare. A Bad Kleinkircheim, insomma, c’è proprio tutto ciò che si possa chiedere a una località di vacanza, mentre mancano le cose superflue e le fonti di stress della vita cittadina.

Con meno di 2 mila abitanti e una posizione spettacolare, nel distretto di Sittal an der Drau in Carinzia, Bad Kleinkircheim è una località austriaca incantevole, con un notevole patrimonio storico-artistico e soprattutto una cornice meravigliosa, da assaporare d’estate e d’inverno. Tra i gioielli architettonici del piccolo borgo c’è la chiesetta gotica di St. Kathrein, fondata nel 1492 sopra una fonte termale. La sorgente si convoglia proprio nella cripta situata sotto l’edificio, recentemente ristrutturata su iniziativa di privati e adibita a cappella per i battesimi. I dettagli più preziosi sono l’ingresso, con la copertura lignea del XVII secolo, e un bel polittico in stile gotico del XVI secolo, con le sculture dei santi Caterina, Barbara e Vincenzo, accanto a Gesù crocifisso, Maria e San Giovanni. In più la torre della chiesa custodisce un vero e proprio reperto: un’antichissima campana di ghisa realizzata nell’anno 1469.

Un’altra chiesa interessante è quella di St. Oswald, anch’essa gotica ma affiancata da una torre romanica, eretta nel lontano XIII secolo e citata per la prima volta in un documento del 1267. La costruzione di oggi non è però quella originale, ma è frutto di una ristrutturazione consistente risalente al 1554. Notevoli l’altare barocco, la pala del 1678 che raffigura San Osvaldo e l’organo del 1837, uno degli ultimi con canne di legno presenti nella regione.

Da vedere anche la cappella Oswaldi del 1835, impreziosita dagli affreschi del pittore Johann Gasser, e i mulini Trattnig e Gatterer, tuttora ben conservati e situati lungo due corsi d’acqua.
Accanto a Bad Kleinkircheim, in località St. Oswald, c’è la fattoria Egarter Hof con il suo granaio, che un tempo fungeva da magazzino per i cereali, il pane e la carne affumicata. Si tratta di edifici tipici di quest’area, edificati principalmente tra il XVII e il XVIII secolo, collocati a breve distanza dalle vere e proprie abitazioni in modo che, in caso di incendio, le provviste non andassero completamente perdute.

Tutto ciò si inserisce in un paesaggio a dir poco magnifico, compreso all’interno del Parco Nazionale Nockberge. Il nome di questa regione montana è dovuto alla conformazione dolce dei rilievi di roccia cristallina, i “nocken” ovvero “gnocchi”, che ospitano una vegetazione molto variegata, composta da boschi, alpeggi, zone rocciose e prati alpini. Sulla superficie di circa 185 mila mq del parco si intrecciano i sentieri didattici, da scoprire nel corso di escursioni guidate, e si susseguono i punti di informazione e i musei a tema, accessibili agevolmente mediante la strada panoramica Nockalmstraße. Scoprire la fauna e la flora della zona, ammirando i cambiamenti del paesaggio a seconda delle stagioni, è un’esperienza magica che saprà affascinare grandi e piccoli, trasportandoli in un mondo selvaggio lontanissimo dai ritmi frenetici quotidiani.

Ma è in inverno, con l’arrivo del freddo, che il territorio intorno a Bad Kleinkircheim si trasforma in un paradiso del divertimento, con piste da sci appassionanti e tante proposte spassose per le attività sulla neve. Il comprensorio sciistico comprende 18 km di discese semplici, adatte per i principianti, e 77 km di piste di media difficoltà, oltre a 8 km di tracciati più difficili riservati agli esperti. Gli impianti di risalita sono 25, mentre le piste per lo slittino sono 3, per un totale di 15 km, e comprendono anche una discesa illuminata da provare dopo il tramonto. Per i bambini non mancano campi scuola e un parco giochi, e per il relax di fine giornata si può contare sul conforto offerto dalle numerose baite, che servono bevande calde e pietanze tipiche della cucina austriaca.

Bad Kleinkircheim regala altre occasioni di svago in diversi momenti dell’anno, con l’organizzazione di eventi, competizioni sportive e manifestazioni di vario tipo. Un modo originale di vivere la neve è provare il safari coi cani da slitta, che vede per protagonisti dei bellissimi esemplari di husky. I partecipanti raggiungono le piste con la funivia, sino a 1800 metri di quota, e dopo il giro con la slitta si dirigono verso un rustico rifugio montano usando le racchette da neve, per gustare una tipica merenda carinziana e la “frigga”, il tipico pasto dei taglialegna.
Chi ama la bicicletta apprezzerà la maratona ciclistica carinziana, che si svolge nel mese di maggio e consiste in un percorso di oltre 100 km, che copre 2.150 metri di dislivello.

L’offerta turistica di Bad Kleinkircheim è completata dalle moderne strutture termali della zona, quella di St. Kathrein e quella di Römerbad. Le piscine sono alimentate da sorgenti preziose che sgorgano a una temperatura di 36°C, pure e povere di minerali, con la proprietà di stimolare la circolazione, rinforzare il sistema immunitario, alleviare le patologie e i dolori reumatici e attenuare le nevralgie e le malattie degenerative nervose. Un soggiorno alle terme è un toccasana anche per il sistema cardio-circolatorio e, naturalmente, per recuperare le energie dopo un periodo pesante o semplicemente per prendersi cura della propria bellezza.

Per raggiungere Bad Kleinkircheim dall’Italia si può ricorrere a diversi mezzi. In auto, da Udine, si viaggia sulla A23 fino a Tarvisio, poi si prende la A2 e si esce a Knoten Villach per poi seguire le indicazioni fino a destinazione. In treno si raggiunge il villaggio da Vienna o dalla Germani, via Monaco-Salisburgo-Spittal, mentre da Spittal e Villach partono regolarmente gli autobus di linea verso Bad Kleinkirchheim.
L’aeroporto di Klagenfurt è a circa 56 km.

Giunti a destinazione ci si immerge in un clima piuttosto freddo, tipico dell’ambiente di montagna, con inverni rigidi e estati fresche. Le temperature medie di gennaio vanno infatti da una minima di -8°C a una massima di -1°C, mentre nei mesi più caldi si va dai 12°C di minima ai 25°C di massima. Il mese più piovoso è giugno, con una media di 11 giorni di pioggia sul totale.

Dove sciare?

A Bad Kleinkircheim è possibile sciare sul comprensorio sciistico Bad Kleinkirchheim - St. Oswald Aperta stagione.

Per le nevicate previste e l'innevamento delle piste consultate:
» il Bollettino neve Bad Kleinkirchheim - St. Oswald.
  •  

News più lette

12 Dicembre 2017 La mostra di Frida Kahlo a Milano, Museo ...

La passione, l’arte, la femminilità, il profondo amore per ...

NOVITA' close