Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Görlitz

Görlitz (Goerlitz): un tuffo nella storia della Sassonia

Pagina 1/2

Görlitz (Gorlitz), luogo di grande fascino, ha un passato ricco, è magnifica e di grande pregio architettonico. L'antica città di tessitori nonostante i suoi 900 e più anni è vivace e costruisce con i suoi vicini cechi e polacchi la nuova Europa. Per la sua bellezza fu scelta come scenografia per la Parigi storica nel film remake del classico “Il giro del mondo in 80 giorni” e ambientazione del recente "Grand Budapest Hotel".

Seguendo lo storico percorso della “Via Regia” che dalla Spagna raggiungeva Kiev, attraversando la Francia, la Germania e la Polonia, passando direttamente nel centro di Görlitz, ci si immerge inevitabilmente in un libro di storia dell'architettura diventato pietra.
La città vecchia medievale si apre con un'impressionante presenza dei più importanti edifici di quasi ogni epoca. Contandoli sarebbero più di 4000! Dal tardo gotico al Rinascimento al Barocco; splendide facciate Fin de Siècle e Art Decò, case emporio con le loro tipiche corti e passaggi interni delle gilde medievali dei tessitori.

Gorlitz (Goerlitz) si gode al meglio da una delle sue numerose splendide piazze. Nel 19° secolo la città divenne parte delle province prussiane della Slesia, molti immigranti dall'est aggiunsero alla città il loro tipico fascino slesiano ancora oggi percettibile. Non meraviglia dunque che il Museo della Slesia si trovi a Görlitz. Il grande magazzino Karstadt, unico esempio storico rimasto, e le Arcate Strassburg costruite nello stile Art Nouveau sono due magnifiche strutture del periodo di espansione urbana.

... Pagina 2/2 ... La sinagoga rimasta pressoché intatta nel pogrom del 1938, che però ha perso la sua comunità negli anni successivi, risale alla stessa epoca. Nella chiesa a cinque navate San Pietro e Paolo (Petrikirche), che troneggia su una roccia sul fiume Neisse, si trova il famoso organo solare di Eugenio Casparini, che unisce il suono barocco ad un colpo d'occhio veramente unico. Anche il “Santo Sepolcro”, realizzato come copia originale dei luoghi sacri a Gerusalemme compie ormai 500 anni (Heiliges Grab).

Quale risultato arbitrario dei nuovi confini stabiliti dagli Alleati dopo la Seconda Guerra Mondiale Görlitz venne divisa, perdendo così i suoi quartieri sul lato est, che divennero una città polacca col nome di Zgorelec. La casa natale di Jacob Böhme e il Memoriale dell'Alta Lusazia si trovano sul lato polacco della città. Ancora oggi ci sono dunque sempre due lati ad ogni storia di Görlitz.

Tra gli eventi segnaliamo l'importante Festival Internazionale del Teatro di Strada (Internationales Straßentheaterfestival Via-Thea), i numerosi appuntamenti estivi del "Sommertheater", un rinomato appuntamento di musica jazz (Jazztage) ed i particolari appuntamenti della manifestazione "Orgel- und Museumsnächte", e cioè le notti dedicate ai concerti di orgnao e ai musei cittadini, oltre che ai famosi Mercatini di Natale.

loading...
close