Cerca Hotel al miglior prezzo

Nördlingen (Baviera), visita al borgo medievale e alla sua cinta muraria

Tra tutte le belle città tedesche, soltanto una è incoronata da una cinta muraria completamente intatta, interamente percorribile a piedi, come al tempo dei cavalieri e dei signori feudali: è Nordlingen, comune di circa 20 mila abitanti situato nel land della Baviera, appartenente al circondario del Donau-Ries. Come una perla rara da custodire, la città è protetta gelosamente dalla sua fortificazione medievale, che separa il centro antico dall’affascinante paesaggio circostante. Gli amanti della scienza e dell’astronomia, infatti, sanno che il borgo è collocato in una posizione quanto mai originale: Nordlingen (Nördlingen) occupa proprio il centro di un grande cratere, generato 15 milioni di anni fa dalla caduta di un meteorite.

Oggi, ad attraversare l’antico cratere e il cuore cittadino, c’è il famoso itinerario della Romantische Strasse, la strada tedesca costellata di borghi romantici, mentre 75 km a sud est ci si imbatte nel pittoresco centro di Rothenburg. Dopo il saluto alle mura di cinta, che si ergono imponenti ad accogliere i visitatori e mettono in mostra 15 torri e varie porte fortificate, ci si addentra finalmente nel pieno di Nordlingen, alla scoperta dei suoi monumenti e dei suoi palazzi pregevoli. A dominare il centro storico c’è la mole slanciata del campanile, che affianca la chiesa tardo-gotica di St. Georg, alto 90 metri e affettuosamente ribattezzato dagli abitanti “Daniel”. Scalare il Daniel è un’esperienza unica, soprattutto quando si raggiunge la cima e si lancia lo sguardo nel panorama mozzafiato della piana circostante.

Subito sotto si vede il tetto della Chiesa di St. Georg, una bella costruzione in tipico stile gotico del XIV secolo, che custodisce tre navate maestose, un elegante altare maggiore e le statue di San Giorgio e di Maria Maddalena. Da vedere anche altri gioielli del medioevo e del rinascimento, come la Tanzhaus o “casa dei festeggiamenti”, il Rathaus cioè il Municipio, il Weinmarkt con le belle dimore a graticcio dell’antica borghesia, e infine il vecchio magazzino del sale, oggi adibito ad archivio cittadino.

A Nordlingen sorgono poi diversi musei, pronti a soddisfare ogni curiosità riguardo alla storia locale, alle usanze e alla cultura del posto. Lo Stadtmuseum, allestito nell’antico Spital (ospedale), racconta la storia locale a partire dalla formazione del cratere, il Ries, che accoglie l’abitato, sino al 1634, anno in cui avvenne la battaglia di Nordlingen all’interno della Guerra dei Trent’anni. Un altro museo interessante è il Museo Bavarese della Ferrovia, uno dei più grandi musei all’aperto di tematica tecnico-storica, con oltre cento carrozze originali.

Per conoscere le tradizioni del posto, oltre alle visite di musei e monumenti, si può approfittare delle numerose manifestazioni caratteristiche che si organizzano periodicamente nell’arco dell’anno, occasioni preziose per entrare in contatto con la Nordlingen più autentica. Tra gli eventi più importanti ci sono la Stabenfest, ovvero la Festa degli Scolari di inizio maggio nata nel Cinquecento, e la Scharlachrennen, la “corsa scarlatta”, corsa di cavalli che nacque nel Quattrocento e si ripete ogni anno alla fine di luglio.

Ma l’occasione più suggestiva si presenta nel periodo natalizio, quando i mercatini invadono le strade di bancarelle e le musiche tradizionali risuonano nell’aria pungente. Il mercatino di Nordlingen si ripete dal lontano 1639 e comprende una sessantina di stand, carichi di oggetti artigianali e delizie gastronomiche, oltre agli spettacoli musicali, alle visite guidate dell’Avvento e alla mostra di presepi.

Tornare bambini e immergersi in questo paese dei balocchi non è difficile. Chi viaggia in auto deve prendere la A8 e uscire a Augsburg Ovest, quindi proseguire sulla B2 fino a Donauwörth, prendere la B25 in direzione Nordlingen e uscire al casello di Nordlingen Sud. Per avvicinarsi alla meta in aereo si può atterrare all’aeroporto di Norimberga, a 112 km circa, o a quello di Stoccarda, a 149 km.

Giunti a destinazione ci si immerge nel tipico clima nordico, con inverni freddi e nevosi e estati fresche, mai afose. Le temperature medie del mese più rigido, gennaio, vanno da una minima di -5°C a una massima di 2°C, mentre in luglio si passa da una minima di 12°C a una massima di 23°C. Le precipitazioni si concentrano in giugno e luglio, quando piove circa un giorno sì e uno no.
  •  

 Pubblicato da - 17 Novembre 2009 - © Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittà World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close