Cerca Hotel al miglior prezzo

South West England: dal Gloucestershire alla Cornovaglia

South West England, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

L’Inghilterra del Sud-Ovest detiene il primato di essere la più grande regione, in termini di superficie, dell’Inghilterra estendendosi dal Gloucestershire e Wiltshire fino alla Cornovaglia e le isole Scilly per un totale di quasi 24.000 chilometri quadrati. Un territorio ricco di interessi storici e paesaggistici, e decisamente allungato e vasto, se pensate che la parte più settentrionale del Gloucestershire, vicino alla cittadina di Chipping Campden, si trova equidistante dal confine scozzese come dalla punta della Cornovaglia.

La maggior parte del Sud-Ovest occupa la penisola che si estende tra il Canale della Manica e Canale di Bristol. Essa vanta poco più di 1100 km di coste, il valore il più elevato di qualsiasi regione d'Inghilterra, e gran parte di questo sviluppo è ora protetto a causa della sua rilevanza ambientale, e questa cosa contribuisce fortemente alla capacità della regione di attrarre turisti e residenti.

Tradizionalmente, il South West England è stato famoso per la produzione di formaggio Cheddar, che prende il nome dal villaggio di Somerset Cheddar, oppure per i tè alla crema del Devon, e per la produzione del sidro. Con la globalizzazione è invece famosa per eventi più turistici e mondani come il Glastonbury Festival, il Bristol International Balloon Fiesta, la casa dell’Eden Project, per la Aardman Animations di Wallace e Gromit, la musica “trip hop”,e soprattutto le spiagge ed i ristoranti di pesce della Cornovaglia.

Tra l’altro del territorio fanno parte anche due parchi nazionali (Dartmoor and Exmoor )e quattro siti del patrimonio mondiale dell’umanità dell’UNESCO, cioè la città di Bath, il sito di Stonehenge, la Jurassic coast, e il Cornwall & West Devon Mining. Per gli appassionati di sassi e fossili segnaliamo le fantastiche spiagge di Charmouth e Lyme Regis che sono famose per la possibilità di raccogliere fossili liberamente.

Come arrivare in questa regione? Una soluzione è volare su Londra, magari con un volo low cost, e noleggiare un auto per esplorare liberamente il territorio. Per arrivare nella regione con l'autostrada provenendo da est, scegliere la M4 (Motorway = autostrada), che si prende dalla M25, che collega direttamente al West Country passando da Swindon e Bristol. Per viaggiare ulteriormente con l'autostrada nel cuore del Devon proseguire sulla M5 fino al suo termine presso Exeter. La stima del tempo di percorrenza tra Londra ed Exeter è di circa 3 ore e mezzo.

Nel caso si vogliano provare escursioni sia a nord che a sud della Cornovaglia, il conducente può scegliere tra la A30, attraversando la parte settentrionale del Dartmoor e continuando attraverso Bodmin Moor, oppure scegliere la A38, arteria che si trova a sud di Dartmoor e poi continuare ulteriormente lungo le regioni costiere. La M3 da Londra offre la possibilità di adottare una guida più piacevole per l’ovest della regione dopo che si è unita alla A303. La doppia carreggiata dà la possibilità di passare velocemente da Stonehenge, e di continuare attraverso i piccoli villaggi e le città mercato per tutte le destinazioni del sud-ovest.

Se si proviene dalle Midlands e dal nord dell 'Inghilterra, la M6, seguita dalla M5 offre una superbo collegamento con il South-West England, entrando nella regione attraverso Gloucestershire, Bristol e poi attraverso il Devon e Somerset. Il Sud-Ovest è anche servito da un'ottima rete ferroviaria che copre l'intera regione. In aereo oltre che Londra si possono utilizzare i suoi principali aeroporti come quelli di Bristol, Bournemouth, Exeter, Plymouth e di Newquay. Un accesso diretto si può compiere in traghetto attraverso i porti di Francia, Belgio e addirittura dalla Spagna.

Il periodo migliore per visitare l’Inghilterra del sud-ovest è la stagione estiva, qui siamo nell’angolo più mite della “perfida albione” e in estate qui il clima è relativamente più secco che nel resto dell’anno. Le massime raggiungono valori mediamente sui 20-21 °C e con punte che non di rado si avvicinano o superano i 30 °C. Se l’aria è gradevole in estate, chi volesse provare a fare il bagno deve considerare che i mari che lambiscono la Cornovaglia raggiungono al massimo valori intorno ai 18 °C cosa che rende la balneazione un esperienza piuttosto rinfrescante. Le piogge più intense cadono in autunno ed in inverno, quando si possono avere circa 20 giorni al mese interessati da piogge e rovesci. Il respiro tiepido dell’oceano si fa sentire a livello termico con le minime di solito a qualche grado sopra lo zero e le massime intorno agli 8-10 °C.
  •  

 Pubblicato da - 05 Novembre 2008 - © Riproduzione vietata

close