Cerca Hotel al miglior prezzo

Punta Umbria, vacanze sulle spiagge dell'Oceano Atlantico. Spagna

Una lingua di sabbia fine e dorata si immerge nelle acque blu dell’Oceano Atlantico, lungo la costa sud-occidentale della Spagna, in Andalusia: siamo a Punta Umbria, una cittadina di circa 15 mila abitanti a soli 25 km dalla capitale della provincia, Huelva, e a una manciata di metri sopra il livello del mare.

Proprio il mare è il protagonista delle vacanze a Punta Umbria, grazie a un clima dolce e temperato ma specialmente grazie alle fantastiche spiagge, che li lasciano lambire dalle onde regalando riflessi iridescenti verso il sole: si tratta delle spiagge meglio attrezzate della zona, con ristoranti, bar e locali pronti ad accogliere i visitatori a ogni ora del giorno, e con la possibilità di praticare una lunga serie di sport nautici e acquatici. Le spiagge più belle e famose sono la Playa de El Portil, la Playa de la Bota, Los Enebrales e la spiaggia di Matanegra.

Oltre ai bagnanti e ai turisti le spiagge si popolano spesso di pescatori sorridenti, con la pelle scura intrisa di sole e lo sguardo disteso di chi ha sempre vissuto col mare negli occhi. Prima ancora del turismo, infatti, l’attività su cui si basa l’economia del posto è la pesca, forte di una grande flotta peschereccia e di un porto molto attivo.

Il turismo, in secondo luogo, è sempre stato piuttosto vivo, in particolare grazie alla grande quantità di visitatori inglesi che sin dal passato si recano a Punta Umbria per trascorrere la stagione estiva: nel corso del tempo la loro presenza ha lasciato un segno caratteristico nell’architettura cittadina, che l’ha resa differente dalle altre località balneari del litorale spagnolo. Ancora oggi si possono infatti vedere le tipiche case in legno, chiamate dagli abitanti locali “casas de los ingleses”, a cui è dedicato addirittura un vero e proprio museo: la casa museo, una delle attrattive più interessanti della città, ricrea la vita quotidiana dei britannici che si trasferivano in estate nella zona, tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX.

Come molte altre città del litorale Andaluso, anche Punta Umbrìa presenta una torre, conosciuta come Torre Almenara o Torre Umbrìa, fatta costruire su commissione di Re Filippo III nel 1577, per vigilare la costa atlantica e proteggerla dai pirati che all’epoca solcavano i mari, minacciosi. Oggi la costruzione è il vero e proprio simbolo della comunità, raffigurata sulle monete e sentita come rappresentativa dalla popolazione locale.

Per accogliere i visitatori e allo stesso allietare la gente del luogo l’Ufficio del Turismo di Punta Umbria organizza ogni anno alcuni eventi. In particolare, l’ottima cucina spagnola è celebrata dalla Muestra Nacional de la Coquina che si tiene in aprile, mentre la Feria Nacional de Marisco, ovvero la festa dei frutti di mare, si svolge in luglio in tutta la costa di Huelva.

Per raggiungere la città ci si può servire dell’aereo, scegliendo tra due possibili alternative. La prima è di atterrare a Faro, nel sud del Portogallo; la seconda di arrivare a Siviglia. In entrambi i casi, una volta atterrati, occorrerà circa un’ora di auto per raggiungere Hielva e da qui altri 15 minuti circa per arrivare alla destinazione finale. Mentre dai due aeroporti alla città di Huelva si può scegliere tra treno, mezzi pubblici o automobile a noleggio, una volta giunti a Huelva non ci sono ferrovie che la collegano a Punta Umbrìa.

Dopo un viaggio un tantino frammentato tra varie tappe e mezzi di trasporto, si verrà però ripagati dall’ottimo clima che attende i turisti: a Punta Umbria, infatti, le temperature estive vanno da una minima media di 20°C a una massima media di 28°C in agosto, il mese più caldo, ma si mantengono tiepide e molto piacevoli anche in inverno. In gennaio infatti, il mese più rigido, si passa da 9°C di minima a 15°C di massima.

Fonte: Ufficio Spagnolo del Turismo
Milano 02/72004617 - Roma 06/6783106
Visita Spain.info
 
  •  

 Pubblicato da - 09 Febbraio 2009 - ę Riproduzione vietata

close