Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Ottawa

Ottawa (Ontario): viaggio nella Capitale del Canada

Pagina 1/2

Adagiata nella valle del fiume Ottawa sorge l’omonima città, capitale federale del Canada: Ottawa si trova infatti nella regione dell’Ontario, al confine orientale con la provincia del Quebec, ed è il risultato della fusione che nel 2000 ha visto riunirsi in un unico centro la città vecchia e altre dieci municipalità limitrofe. Con i suoi 812.129 abitanti è la quarta città del Canada, dopo Toronto, Montreal e Vancouver.

L’economia si basa principalmente sull’attività dei ministeri, del governo federale e del Parlamento, ma ultimamente si sono sviluppati molto gli ambiti dell’alta tecnologia, dell’informatica (la Corel ha il proprio quartier generale proprio in città) e del turismo. Vi si trovano poi due sedi universitarie, la University of Ottawa e la Carleton University, e un importante aeroporto internazionale.

Furono i suoi primi abitanti, la popolazione indigena Ottawa (Odawa nell’antica lingua locale algonchina), a battezzare la città, mentre il fiume che attualmente porta lo stesso nome veniva detto Kichi Sibi o Kichissippi, ovvero “grande fiume”. Dal 1759 gli inglesi, dopo aver prevalso sui francesi, conquistarono il territorio. Fu Filemone Wright a stabilire il primo insediamento europeo nella zona, fondando una comunità sulla sponda dell’odierno Quebec, nel 1800: il colonizzatore aveva infatti capito come trasportare il legname per mezzo del fiume Ottawa sino a Montreal, il che comportò la crescita sempre maggiore del commercio.
Fu scelta come capitale a metà Ottocento: la Regina Vittoria, saggia sovrana, aveva valutato che la città costituiva un equo compromesso, trovandosi proprio lungo il confine tra Canada Orientale e Occidentale; in più, Ottawa era abbastanza distante dagli USA e nascosta da una fitta foresta, il che costituiva una sicurezza in più nei confronti della grande potenza, dopo che nella guerra del 1812 molte grandi città avevano manifestato la loro vulnerabilità a un attacco americano. In seguito, nel 1867 le colonie del Nord America, sotto il controllo degli inglesi, diedero vita al Dominion of Canada.

Oggi Ottawa è una città molto viva, dalla mentalità aperta, resa ancora più variegata e sorprendente dal bilinguismo: sia da un punto di vista geografico che culturale, la metropoli è stata sempre a metà fra la tradizione inglese di Toronto e quella francese di Montreal, e il 50% della popolazione residente è di madrelingua inglese, mentre il 32% è di madrelingua francese.

Tra le attrattive principali Ottawa offre la cosiddetta “collina del Parlamento”, Parliament Hill, un bel polmone verde dove Camera e Senato si riuniscono. Da vedere anche il quartier generale, detto ByWard Market.
Aperta recentemente, ma subito salita ai primi posti tra i luoghi culturali del paese per importanza e interesse artistico, è la National Gallery, custode illustre di una vasta collezione di belle arti, tra cui la Cappella di Rideau Street. Alle spalle della National Gallery, poi, la Royal Canadian Mint produce instancabilmente belle monete da collezione, mentre il War Museum mette in mostra una rassegna completa di reperti delle due Guerre Mondiali. Nel cuore del centro cittadino c’è il Canale Rideau, il luogo per eccellenza dove i turisti e la popolazione del luogo si ritrovano in cerca di divertimento.
... Pagina 2/2 ...
Altri interessanti musei sono il museo Canadese di Fotografia Contemporanea, che comprende un’ampia raccolta fotografica, e la Galleria d’arte di Ottawa, con esposizioni permanenti e temporanee di artisti regionali, nazionali e internazionali.

Tra le principali manifestazioni che animano le strade di Ottawa c’è il Festival Canadien des tulipes, il Festival dei Tulipani, che si tiene in maggio. La tradizione risale al periodo della seconda guerra mondiale, quando la regina olandese Juliana si recò in città a partorire e la camera dell'ospedale fu dichiarata terra d'Olanda, per garantire che l'erede nascesse in territorio olandese. Come ringraziamento per l’ospitalità, ma specialmente per l’aiuto dato dai soldati canadesi nella liberazione dei Paesi Bassi dai nazisti, la regina mandò in dono ad Ottawa 100.000 tulipani. Ancora oggi, in maggio, l’Olanda continua ad omaggiare la città con 20.000 tulipani ogni anno, iniziativa dalla quale ha preso vita il Festival.
In primavera Ottawa ospita anche un grande festival di scrittori, l’Ottawa International Writers Festival, ricco di personaggi importanti della letteratura locale e internazionale, in un avvicendarsi di letture e performances creative di ogni tipo, che spaziano dalla scienza alla storia, passando per la poesia, la fiction, la biografia, e molto altro ancora.

Non di libri, bensì di film d’animazione, si occupa l'Ottawa International Animation Festival, la maggiore manifestazione del Nord America dedicata all'animazione che si ripete ogni anno nel mese di settembre. Infine, ogni primo luglio, si svolgono qui i festeggiamenti principali del Canada Day, festa nazionale canadese, in cui si ricorda l’approvazione della costituzione canadese.

Raggiungere Ottawa è semplice: l’aeroporto si trova proprio in città, ed è servito regolarmente dai maggiori aeroporti italiani. A causa del particolare clima della zona, caratterizzato da inverni lunghi e rigidi, con temperature che scendono anche di molti gradi sotto lo zero, si consiglia di visitare la città in primavera o estate, quando si può godere appieno la vita all’aperto. Anche l’autunno è però di grande fascino, grazie ai colori accesi che illuminano le foreste fuori città.
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close