Cerca Hotel al miglior prezzo

Vacanza a Taormina: 10 motivi per un viaggio in Sicilia orientale

Pagina 1/2

Fin dal Settecento Taormina è stata meta di scrittori illustri che ne resero famose le bellezze naturali e artistiche, da Goethe, che la cita nel suo Viaggio in Italia, a Oscar Wilde, Pirandello e Sciascia, ma sono soprattutto personaggi dello spettacolo e dell’aristocrazia che la resero così di moda. Ne citiamo alcuni: Michelangelo Antonioni, Ingmar Bergman, Edoardo De Filippo, Federico Fellini, le divine Marlene Dietrich e Greta Garbo, i belli Marcello Mastroianni, Gregory Peck, Tyrone Power e poi re Gustavo di Svezia, re Juan di Borbone, Mitterand, Sandro Pertini, Rothschild e Rockefeller. Non tutti sanno però che Taormina era celebre durante la Belle Ėpoque anche per la sua "trasgressione" e per la sua sfrenata "dolce vita" che continuò negli anni Cinquanta con Truman Capote (autore di Colazione da Tiffany), Soraya, Ava Gardner, Romy Schneider, che fecero amicizia anche con alcuni affascinanti play boys del luogo, nonché Liz Taylor e Richard Burton, che trascorrevano le giornate, ma soprattutto le notti, nei locali notturni dell'epoca.

Ma il mare e la mondanità non sono le uniche ragioni per una vacanza a Taormina. Qui ve ne elenchiamo dieci altrettanto valide: il Teatro Antico, la funivia, Castelmola, la cucina siciliana, le Gole dell’Alcantara, la Circumetnea, le granite con brioche, i vini dell’Etna, lo sci e lo shopping. Ma qualsiasi sia il motivo che vi spinge a venire a Taormina, l’albergo giusto è, a seconda delle vostre esigenze, uno dei quattro del Gruppo Gais Hotels, di cui troverete la descrizione in calce al testo.

Il Teatro Antico
Il Teatro Antico non è soltanto un pezzo del patrimonio archeologico di Taormina, ma è anche un luogo d’incomparabile bellezza panoramica. L’occhio spazia dalla baia di Naxos, alle coste calabre, all’Etna, a Castelmola. Sull’interrogativo se sia greco o romano si sono cimentati esperti e critici. Probabilmente è stato costruito in epoca greca e ristrutturato ed ampliato in epoca romana. Il Teatro antico è una delle principali attrazioni di Taormina. Perfettamente funzionante ed agibile, dopo aver ospitato per anni il premio David di Donatello, la manifestazione cinematografica più importante d’Italia, è sede oggi di Taormina Arte, festival internazionale che dura tutto il periodo estivo con la rassegna del cinema, del teatro, del balletto e della musica sinfonica.

La Funivia
La Funivia di Mazzarò collega il centro della città di Taormina, in Sicilia con la costiera jonica in località Mazzarò proprio di fronte all'omonima baia, poco più a nord dell'Isola Bella. Grazie alla funivia è possibile godere di un paesaggio unico ed irripetibile. Non crederete ai vostri occhi. Un panorama da favola vi lascerà incantati: in basso l'Isola Bella, la baia di Mazzarò, Capo S.Alessio, dove il mare azzurro sembra unirsi al cielo. Proseguendo con lo sguardo verso sinistra si avrà l'impressione di toccare con mano le coste della Calabria.

Castelmola
Rocca e fortezza naturale collegata un tempo a Taormina solo da mulattiere, Castelmola è un luogo molto particolare, frequentato nel passato da personaggi come D.H. Lawrence, Goethe, Oscar Wilde, Thomas Mann. Qui nel 1947 fu creato il famoso bar Turrisi, che oggi rappresenta uno dei luoghi di culto della Sicilia, dove è possibile degustare il vino alla mandorla in compagnia di sculture che rappresentano la fecondità e virilità dell'uomo.

La Cucina siciliana
La cucina siciliana assembla e mescola tutte le peculiarità della cucina araba, francese, normanna, spagnola e borbonica. Il risultato ottenuto è veramente incredibile: una perfetta armonia di ingredienti ottenuta da contrasti di sapore. Agli Arabi dobbiamo il cous cous e la cassata, dolce simbolo della regione, ma non dimentichiamo la caponata, la pasta con le sarde, il pesce spada e il tonno alla griglia ecc. ecc. Dominazioni a parte, questa regione ha la fortuna d'avere sul proprio territorio delle risorse gastronomiche invidiabili, dalla pesca alle coltivazioni di vite ed olivo e prodotti di nicchia come i pistacchi di Bronte e le mandorle di Avola.

Le Gole dell’Alcantara
A circa 20 km da Taormina si trova un posto di straordinaria e selvaggia bellezza: le Gole dell’Alcantara. Tra misteriose gole profondamente incise scorrono per 50 km. le acque fredde e vorticose del fiume Alcantara, prima di sfociare nel Mar Jonio. Il bacino fluviale regala scenari spettacolari grazie all’erosione delle formazioni sedimentarie mesozoiche, dei vulcaniti di epoca quaternaria e delle rocce affioranti, nonché a rilievi montuosi con boschi di quercia e faggio perenni e pascoli altomontani. Le Gole dell'Alcantara sono ideali per rilassarsi durante un bel picnic all'ombra nei mesi caldi. Si può fare un bagno nell'acqua (che è comunque sempre molto fredda) o partecipare alle escursioni nel letto fluviale offerte dalla gestione del Parco.

La Circumetnea
Un modo insolito per scoprire le pendici del vulcano è rappresentato dalla ferrovia Circumetnea. All’ingresso della stazione di Catania-Borgo una vecchia locomotiva a vapore accoglie i visitatori, forse la stessa che portò Edmondo De Amicis nel suo viaggio nei primi anni del Novecento. Il tracciato della Circumetnea è quasi lo stesso di allora. Usciti da Catania, si incontra la prima traccia della presenza dell’Etna: la colata del 1669, quella che distrusse Catania. Superato Misterbianco si apre un grandioso panorama su una campagna fittamente coltivata ad agrumi, ulivi, vigne e fichi d’india. Sfilano uno dopo l’altro i popolosi centri abitati che cingono il vulcano su questo versante: Paternò, S. Maria di Licodia, Biancavilla, Adrano. Il treno della Cicumetnea conclude la sua corsa alla stazione di Riposto.

Granite con Brioche
Le vetrine dei pasticceri siciliani sono un tripudio di colori, un’invenzione di nomi e di sapori. La torta “setteveli” così come la cassata sono specialità di alta pasticceria, mentre la comune brioche, un panino morbido al latte tondo con un bernoccolo, serve per gustare una granita come Dio comanda, inzuppando la brioche nella coppa a cominciare dal bernoccolo. I gusti della granita non si limitano al limone e al caffè, ma spaziano dalla mandorla al pistacchio, gelsi neri, pesca, fragola, mandarino e fichi d’india. Il posto migliore per gustarla è senza dubbio uno dei Gais Hotels a Taormina, magari a prima colazione seduti sulla splendida terrazza, ammirando il panorama e godendo dei profumi di stagione.

I vini dell’Etna
Alle pendici dell’Etna, il sole di Sicilia ed il terreno vulcanico conferiscono all’uva un carattere inconfondibile e unico, valorizzato in cantina dall’impiego dei metodi e delle tecnologie più moderne e appropriate. La Tenuta Chiuse del Signore a Linguaglossa è quella che meglio rappresenta i prodotti vinicoli di questa zona. Qui la famiglia De Luca ha ripiantato con difficoltà e con amore varietà autoctone di vecchi vitigni come il Nerello Mascalese. Ne sono nati vini di pregio come il Rasule Alte, il Serrantico, il Pinot Nero e il NerEtna. L’Azienda realizza anche altri prodotti, tra cui Oli e Conserve. La casa di campagna si allarga a terrazze sul pianoro sul fianco della montagna, con una vista stupenda sul mare. Gli spazi interni sono stati totalmente ristrutturati per creare ambienti accoglienti, perfetti per degustazioni di vini e oli, colazioni di lavoro, pranzi rustici, cene di gala, banchetti. Il cuore della casa però è la scenografica cantina, con le botti di rovere che provvedono alla maturazione dell’eccellente vino delle Chiuse del Signore.
... Pagina 2/2 ...Alla Tenuta Chiuse del Signore ci si arriva anche con la Circumetnea scendendo alla fermata di Lingualgossa!

Sciare e fare il bagno
Probabilmente vi immaginate una vacanza in Sicilia solo crogiolandovi al sole mangiando gelati, ma l'Etna non vale solo un’escursione per vedere la lava, è perfetto nei mesi invernali per gli amanti della neve e dello sci. Sia il versante nord sia quello sud del "Monte dei Monti", sono dotati di impianti sciistici con vari livelli di difficoltà. Sul versante nord, le condizioni delle piste sono migliori anche a fine stagione. Oltre alle discese, sull'Etna si trovano anche delle piste buone per praticare sci di fondo. Dopo aver sciato si può prendere la strada “Mareneve” e poi la funivia, scendendo direttamente alla spiaggia di Mazzarò, un’insenatura di bellezza straordinaria, delimitata da Capo Sant'Andre, oltre il quale si estende la famosa spiaggia di Isola Bella, oggi Riserva Naturale!

Lo shopping
Le boutiques di artigianato, antiquariato e moda si concentrano tra Corso Umberto I e dintorni ed offrono una scelta infinita di abiti ed accessori, ceramiche, complementi di arredo, stampe, gioielli, dolci tipici. Troverete negozi di abbigliamento sofisticati con le griffe più note, ma anche antiquari che espongono meravigliosi mobili e ceramiche provenienti da privati, quadri e stampe d’epoca, per non parlare dei gioiellieri che vendono monili magnifici, soprattutto moderni, pezzi unici di irresistibile bellezza. Negozi artigianali propongono tovaglie e ricami ottocenteschi. Ma lo shopping a Taormina non può dirsi concluso senza ceramiche, prodotti gastronomici e dolci. Le pasticcerie sono soste irrinunciabile per tutti i golosi che apprezzano cannoli, cassate, frutta martorana, il cioccolato di Modica , marzapane, conserve agli agrumi e il vino di mandorle!

I Gais Hotels
Gli alberghi del Gais Hotels Group, con sede a Taormina, sono il simbolo di una lunga tradizione familiare e della squisita ospitalità siciliana. Sono quattro alberghi di diverse categorie, in grado di soddisfare tutti i desideri degli ospiti, dalla spiaggia privata al centro benessere.
Il Grand Hotel San Pietro, cinque stelle lusso inaugurato recentemente di fronte al mare, è il fiore all’occhiello del gruppo. È un angolo di pace in posizione privilegiata e la colazione sull’esclusiva terrazza affacciata sul mare resta un ricordo indelebile per chi vi soggiorna. L’hotel ha 62 camere tra Classic, Superior, Junior ed Executive Suite, cui si aggiunge la lussuosa Suite Grand Hotel con vista panoramica. Gli ospiti dell’albergo possono utilizzare la spiaggia privata del Lido Caparena, alla quale il San Pietro è collegato da una navetta.
L’Hotel Caparena & Wellness Club (quattro stelle) aperto da Aprile ad Ottobre, è un’oasi verde a Taormina mare, a pochi chilometri dal centro storico. Circondato da un meraviglioso giardino, ha una bellissima spiaggia. Al Caparena Wellness Club gli ospiti ritrovano l’equilibrio psico-fisico grazie a trattamenti specifici che vanno dall’idromassaggio all’agrumoterapia.
L’Hotel Villa Diodoro (quattro stelle), a pochi passi dal centro storico, è una struttura con oltre cento anni di storia affacciata sulla Baia di Naxos. Il mare cristallino fa da sfondo al blu intenso della piscina. Le camere sono sobrie ed eleganti. Delizie della gastronomia siciliana, piatti della cucina italiana e un’eccellente carta dei vini sono il fiore all’occhiello dell’elegante ristorante affacciato sul panorama di Taormina.
L’Hotel Isabella è un elegante tre stelle nel cuore del centro antico, ideale per chi ama lo shopping e per chi si diverte a curiosare tra le mille mercanzie dei raffinati negozi della città. La bella terrazza con vista sul teatro antico è la cornice perfetta per fare colazione in estate guardando il panorama.

Grand Hotel San Pietro – Via Pirandello, 50 – 98039 Taormina (Messina)
Tel. 0942/620711 – Fax 0942/620770
Hotel Caparena & Wellness Club – Via Nazionale 189, 98039 Taormina (Messina)
Tel. 0942/652033 – Fax 0942/36913
Hotel Villa Diodoro (APERTO TUTTO L’ANNO) – Via Bagnoli Croci 75 – 98039 Taormina (Messina)
Tel. 0942/23312 – Fax 0942/23391
Hotel Isabella – Corso Umberto 58 – 98039 Taormina (Messina)
Tel. 0942/23153 – Fax 0942/23155
Sito Internet www.gaishotels.com per tutti gli hotel

 Pubblicato da il 18/11/2010 - 4.563 letture - ® Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittà World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close