Cerca Hotel al miglior prezzo

Le spiagge pił belle di Valencia

Cultura, gastronomia per golosi, tantissimi eventi, Valencia è anche conosciuta come la Città delle arti e delle scienze, per la futuristica costruzione omonima che ospita, tra l’altro, anche meravigliose attrazioni come un museo interattivo, un planetario e un oceanario.

Mix di antico e moderno, nella città convivono alla perfezione architettura antica ed edifici ultra-moderni, in un’armonia di forme e colori unica al mondo. Tra le moltissime cose da fare, la città spagnola propone anche teatri, concerti, poli di design da esplorare e locali notturni vivaci e frizzanti.
Non va dimenticata, poi, la sua memorabile costa e il limpido mare della Comunità Valenciana, lungo la quale trovano spazio spiagge per tutti i gusti, libere o attrezzate.

Spiaggia di Porto Saplaya, Alboraya


Lunga oltre un chilometro, questa spiaggia nord di Valencia si raggiunge comodamente sia in auto che in bici, essendo costeggiata da una comoda pista ciclabile. Nonostante sia considerata una spiaggia cittadina, è però molto diversa rispetto a quelle più vicine al centro: tranquilla, mai esageratamente affollata, la rena qui è composta da sabbia e ghiaia. I fondali bassi consentono la balneazione sicura anche dei più piccoli, mentre la possibilità di usufruire sia di servizi come noleggio ombrelloni e sdraio, sia di ampi tratti liberi la rende una soluzione adatta a tutte le esigenze. Punti ristoro, ristoranti tipici e ampi parcheggi nelle vicinanze completano l’offerta.
Selezionata perché: il borgo di Alboraya, chiamato la Venezia di Valencia, è un luogo pittoresco tutto da fotografare.
Come arrivare: da Valencia prendere Carrer del Pintor Sorolla, proseguire su Avinguda de Navarro Reverter, quindi seguire Plaça d’Amèrica in direzione Point d’Aragó. Continuare su Av. d’Aragó e seguire le indicazioni V-21 e CV-3115 per 6,3 km. Alla rotonda prendere la seconda uscita e proseguire per 170 metri. Parcheggiare l’auto e proseguire a piedi.

Spiaggia La Patacona, Alboraya


Anche questa spiaggia è molto famosa e apprezzata, sia dai turisti che dai locali in cerca di spazio a sufficienza per godere del mare in tutta tranquillità. La sabbia fine e dorata si affaccia sul mare limpido e cristallino, con fondali bassi che digradano dolcemente verso il largo. Dotata di servizi di ogni tipo, comprese agevolazioni ad hoc per persone diversamente abili, qui si trovano docce, affitto lettini/ombrelloni, punti ristoro e, alle sue spalle, parcheggi e ristoranti tipici. Sulla spiaggia, infine, lo yacht club consente di seguire corsi di vela.
Selezionata perché: qui si gusta la famosa horchata, bevanda tipica di Valencia, che viene prodotta proprio ad Alboraya.
Come arrivare: da Valencia prendere Carrer del Pintor Sorolla, proseguire su Avinguda de Navarro Reverter, quindi seguire Plaça d’Amèrica in direzione Point d’Aragó per 1,3 km, quindi seguire Av. d’Aragó, Av. dels Tarongers, Carrer de l’Enginyer Fausto Elio e Av. Mare Nostrum per 6 km. Svoltare a destra, parcheggiare l’auto e proseguire a piedi.

Spiaggia de La Malvarrosa, Valencia


È la spiaggia cittadina più famosa e celebrata di Valencia. Una lunga distesa di sabbia fine e dorata, lambita da acque pulite e cristalline, con fondali inizialmente bassi, perfetti anche per i più piccolini. Sia attrezzata che libera, a La Malvarrosa si trovano servizi di tutti i tipi: dagli stabilimenti balneari ai ristoranti, dai campi di beach volley ai wc, fino all’assistenza bagnanti. Vicinissimi alla spiaggia numerosi parcheggi gratuiti consentono di lasciare l’auto nei pressi del lido, in tutta comodità. La spiaggia prende il nome dal fiore di malva, coltivato proprio qui, che viene usato per produrre una eccellente essenza che viene usata per profumi esclusivi.
Selezionata perché: la spiaggia ospita ogni anno un famoso festival aereo con velivoli da ogni parte del mondo, oltre a happening di richiamo come Las Fallas e San Juan.
Come arrivare: da Valencia centro, prendere Carrer del Pintor Sorolla, proseguire su Avinguda de Navarro Reverter e Plaça d’Amèrica in direzione Point d’Aragó per 1,3 km, quindi imboccare Avinguda del Port. Percorrerla per 4,2 km, quindi alla rotonda proseguire dritto. Dopo 1 km parcheggiare l’auto e proseguire a piedi.

Spiaggia del Cabanyal (Las Arenas), Valencia


Conosciuta meglio come spiaggia Las Arenas, Cabanyal è ampia, sabbiosa e super-frequentata. Se, quindi, state cercando un lido tranquillo, recatevi altrove. Sia libera, in parte, che attrezzata con lettini e ombrelloni, sul lungomare alle sue spalle si trovano ristoranti in cui assaporare i piatti di riso valenciani (la paella è stata inventata qui, lo sapevate?) e due parcheggi a pagamento molto grandi. Il mare, pressoché sempre calmo, si presta benissimo a bagni ristoratori anche per le persone con scarsa confidenza natatoria, o per i bimbi piccoli.
Selezionata perché: sulla spiaggia ci sono diverse aree gioco per i bambini, ma anche chioschi in cui affittare attrezzature per attività sportive.
Come arrivare: da Valencia centro, prendere Carrer del Pintor Sorolla, proseguire su Avinguda de Navarro Reverter e Plaça d’Amèrica in direzione Point d’Aragó per 1,3 km, quindi imboccare Avinguda del Port in direzione Passeig de Neptú (per 4 km). Continuare su Passeig de Neptú per 210 metri. Parcheggiare l’auto.

Spiaggia del Pinedo, Valencia


Altra spiaggia cittadina, questa è una delle preferite dalla popolazione locale, sia per la sua bellezza, sia per la vicinanza al centro città. La sabbia, finissima e color oro, si tuffa nel mare azzurro limpido, i cui fondali bassi consentono anche ai bimbi più piccoli di giocare a riva in tutta sicurezza. Sia libera, che attrezzata, lungo la rena si trovano ristorantini tipici in cui assaggiare dell’ottima paella, bar e alcuni chiringuitos. Sul lungomare, infine, è possibile parcheggiare comodamente la macchina.
Selezionata perché: un tratto di spiaggia libera è attrezzata per chi desidera praticare nudismo.
Come arrivare: da Valencia centro, prendere Carrer del Pintor Sorolla, proseguire su Avinguda de Navarro Reverter e Plaça d’Amèrica in direzione Avinguda de Jacinto Benavente, quindi seguire le indicazioni V-15 e uscire allo svincolo 1A verso Pinedo/Port. Alla rotonda, prendere la seconda uscita su Carrera del Riu per 350 metri, quindi alla rotonda proseguire su Carrera del Riu. Dopo 900 metri, continuare su Carrer de Mossèn Cuenca fino a raggiungere la spiaggia.

Spiaggia de L’Arbre del Gos, Valencia


Situata subito dopo la spiaggia del Pinedo, la Spiaggia de L’Arbre del Gos è una lunga distesa di sabbia dorata, accarezzata dal mare cobalto, spesso mosso. Ecco perché questo lido è molto apprezzato da chi ama praticare sport acquatici, surf in primis. Sulla spiaggia si trovano tutti i servizi più richiesti, come noleggio sdraio/ombrelloni e punti ristoro, oltre a docce pubbliche e wc. Un’ampia parte, inoltre, è completamente libera. Sul lungomare oltre la pista ciclabile, infine, ci sono diversi parcheggi in cui è possibile lasciare l’auto senza pagare. Nonostante la sua bellezza selvaggia, questa spiaggia non risulta mai troppo affollata.
Selezionata perché: è a ridosso del famoso Parco Naturale dell’Albufera.
Come arrivare: da Valencia centro, prendere Carrer del Pintor Sorolla, proseguire su Avinguda de Navarro Reverter e Placa d’Amèrica in direzione Avinguda de Jacinto Benavente, quindi seguire le indicazioni V-15 e CV-500. Prendere l’uscita Pinedo e, dopo 550 metri, parcheggiare l’auto e proseguire a piedi.

Spiaggia El Saler, Valencia


Bellissima e molto differente dalle precedenti, questa spiaggia è composta da dune di sabbia bianchissima affacciate sul mare color turchese. Bandiera Blu nel 2014, non è mai troppo affollata e propone ampi tratti liberi intervallati ad aree attrezzate. Circondata da fitta macchia mediterranea, la spiaggia è famosa anche per i locali in cui assaggiare piatti a base di pesce o carne, tra cui l’immancabile paella valenciana. Un tratto del lido, infine, è dedicato alla pratica nudista. Tra i molti servizi che si trovano in loco si ricordano le docce pubbliche, i wc, il servizio di vigilanza dei bagnanti e alcuni chioschi, oltre a parcheggi gratuiti nelle immediate vicinanze.
Selezionata perché: è accessibile anche ai portatori di diverse abilità.
Come arrivare: da Valencia centro, prendere Avinguda de Jacinto Benavente e Carrer de l’Alcalde Reig in direzione V-15, per 4 km, quindi seguire CV-500 in direzione Carrera del Riu (per 7,3 km) e prendere l’uscita per Platges/El Saler. Alla rotonda imboccare la 4^ uscita e seguire Carrera del Riu, per 220 metri, quindi svoltare a destra. Parcheggiare l’auto e proseguire a piedi.

Spiaggia della Garrofera, Valencia


Selvaggia e incontaminata, la Spiaggia della Garrofera si trova all’interno del Parco Naturale di Albufera. Lunga circa 1 km e naturale proseguimento della Spiaggia El Saler, la sua sabbia è dorata e fine, ricca di dune, e punteggiata di arbusti e cespugli che crescono qua e là. Il mare è una liscia tavola azzurra, con fondali limpidi e poco profondi. Nonostante si trovi in un’area protetta e quindi la spiaggia sia interamente libera, lungo la rena è possibile trovare alcuni servizi come docce e wc, oltre alla vigilanza ai bagnanti. Nelle vicinanze, infine, si trova un grande parcheggio libero.
Selezionata perché: è una delle spiagge preferite dai naturisti e dagli amanti del kitesurf.
Come arrivare: da Valencia centro, prendere Carrer del Pintor Sorolla, proseguire su Avinguda de Navarro Reverter e Placa d’Amèrica in direzione Avinguda de Jacinto Benavente, quindi seguire le indicazioni V-15 e CV-500 in direzione Av. Gola del Puchol. Seguire le indicazioni per Av. Gola del Puchol per 1,1 km, quindi proseguire sulla stessa strada per un altro chilometro. Parcheggiare l’auto e proseguire a piedi.

Spiaggia de la Malladeta (La Devesa), Valencia


Altra spiaggia incontaminata e completamente libera, la Malladeta è circondata da fitte foreste di pini, la sabbia è fine e color oro e il mare uno splendido specchio azzurro limpidissimo. Ideale per chi ama la tranquillità e la privacy, in questa spiaggia non sono presenti servizi di alcun tipo, fatta eccezione per un ampio parcheggio gratuito che si trova alle sue spalle. Amata dai nudisti e da chi pratica surf, è la scelta perfetta per chi è in vena di romanticismo. Non sarà difficile, infatti, scovare un angolino da vivere a due.
Selezionata perché: lo scenario naturale è imbattibile.
Come arrivare: da Valencia centro, prendere Carrer del Pintor Sorolla, proseguire su Avinguda de Navarro Reverter e Placa d’Amèrica in direzione Avinguda de Jacinto Benavente, quindi seguire le indicazioni V-15 e CV-500 verso Av. Gola del Puchol. Proseguire sulla Avenida per 1,7 km, parcheggiare l’auto e proseguire a piedi.

Spiaggia del Recatí, Valencia


Ultima spiaggia di pertinenza di Valencia, Recati è anche uno dei lidi che meritano un posto sul podio. Tranquilla, mai troppo affollata, di sabbia finissima e dorata, la Spiaggia di Recatí si estende su una lunghezza di ben 4 chilometri, ed è lambita da acque blu cobalto pulite e trasparenti. Spesso sferzata da venti, anche forti, non è consigliata alle famiglie con bambini. Dotata di servizi come docce, affitto attrezzature acquatiche e ristoranti, la Spiaggia di Recatí è molto frequentata da giovani e gruppi di amici. Vicinissimo, infine, si trova un grande parcheggio pubblico.
Selezionata perché: è un paradiso degli sport d’acqua.
Come arrivare: da Valencia centro, prendere Carrer del Pintor Sorolla, proseguire su Avinguda de Navarro Reverter e Plaça d’Amèrica in direzione Avinguda de Jacinto Benavente, quindi seguire le indicazioni per CV-500 fino all’uscita El Perellonet, per circa 20,9 km. Parcheggiare l’auto e proseguire a piedi.
  •  
17 Febbraio 2020 Dove vedere New York dall'alto: i luoghi ...

New York vista dall'alto Una delle immagini classiche di New York ...

NOVITA' close