Cerca Hotel al miglior prezzo

Mercado Central, la visita al pittoresco mercato coperto di Valencia

Gli orari del Mercado Central di Valencia prevedono la chiusura alla domenica. Gli altri giorni dalle 8 alle 15 il mercato coperto di Valencia offre tutti i prodotti della tradizione alimentare della Sapgna.

Città all'avanguardia, giovane e piccola quanto basta per essere scandagliata in ogni suo lato, Valencia è di quelle mete turistiche speciali che si ha voglia di conoscere quando si cerca una pausa rilassata dalle noie della vita quotidiana.
Forse non lussureggiante come la capitale Madrid, e nemmeno straordinariamente frizzante come Barcellona, ma ad animare la città si incontra lo stesso spirito festoso e allegro, gli stessi colori e la stessa energia che fanno di lei una meta spiritosa e divertente.
Da Barcellona riprende lo spirito sbarazzino e giocondo, stimolato da quella spinta modernista che ha investito insieme le due città. Uno degli esempi più compiuti di modernismo valenciano è il Mercado Central, il mercato cittadino per eccellenza, quello più importante e più amato dai suoi abitanti.

Se fossimo a Barcelona questo mercato si chiamerebbe Boqueria; ma il Mercado Central di Valencia ne è una miniatura perfetta che trasuda degli stessi profumi e della stessa eccentrica e variopinta atmosfera spagnoleggiante. Un mercato che traspira ibericità, di quella cultura culinaria forte, genuina ed autentica che caratterizza la penisola da nord a sud, qui meravigliosamente scomposta in mille e più profumi, in inebrianti tonalità e varietà.

Il Mercato Centrale di Valencia fu progettato nel 1914 dagli architetti Francisco Guardia e Alejandro Soler e inaugurato successivamente nel 1928, alla presenza del sovrano Alfonso XIII. La struttura attuale, con intarsi preziosi di ferro battuto, eleganti tetti spioventi e cupole dal vago sapore gotico, è considerata uno dei capolavori del modernismo valenciano; un mix aggraziato di colori, accompagnati a giochi di luce provenienti dalle ampie vetrate tinteggiate e da ceramiche policrome.

Il mercato centrale non è solo una meta turistica di rilievo, di quelle alle quali i visitatori sono più affezionati; in una città dove la gastronomia ha un ruolo da primate nella cultura e nel vivere quotidiano, il mercato diventa, per gli abitanti di Valencia, un rifugio perfetto nel quale ricercare, in un connubio di prodotti variegati e succulenti, le prelibatezze della loro terra.

Il mercato centrale è un luogo spumeggiante, un luogo d'incontro, di scambio e di resa, dai ritmi intensi scanditi dal continuo vociare dei commercianti che vogliono accaparrarsi i clienti migliori, barattando di volta in volta sul prezzo.
Se non fosse per la struttura metallica, ricca di decorazioni e luci, che ora orna le bancarelle, il mercato sembrerebbe lo stesso che animava le giornate valenciane durante il medioevo, quando, in una piazza centrale gremita, buffi uomini dall'aria felice si indaffaravano nei loro carretti per esporre le merci migliori. Lo spirito è rimasto quello di un tempo, allegro e spensierato e la qualità dei prodotti sempre sorprendentemente deliziosa.

Una cupola centrale al centro del mercato infonde luce e colore, donando brillantezza ai cibi esposti che sembrano assumere toni invitanti ed irresistibili. I 995 banchi gastronomici sono disposti ordinatamente a seconda della pietanza: da una parte la carne ed il pesce, gli alimenti più prelibati, per i quali i commercianti sembrano preoccuparsi maggiormente, desiderosi di ottenere loro il miglior cliente della giornata; dall'altra parte invece si fanno largo spezie ed aromi, che con i loro profumi inebrianti catturano l'attenzione dei passanti. Infine si lascia spazio alla frutta, a quel vortice straripante di colore che offre uno spettacolo luculliano imperdibile, di quelli così magici da riempirti il cuore.

Indirizzo:
Plaza del Mercado 6, Valencia.

Orari:
Da lunedì a sabato dalle 8:00 alle 15:00.
Il venerdì chiude alle 20,30. Domenica chiuso.

Metro: Ángel Guimerà

 Pubblicato da il 03/11/2015 - 2.879 letture - ® Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close