Cerca Hotel al miglior prezzo

Le spiagge pił belle di Ibiza

Sfatiamo subito un mito: Ibiza non è solo movida e vita notturna.
Certamente queste due caratteristiche sono componenti importanti e caratteristiche dell’isola, ma Ibiza è anche molto altro.
Siti culturali come la Cattedrale, il Castello di Eivissa (che in realtà è una vera e propria città fortificata, attorniata da negozietti di artigianato), il Museo Archeologico e la Grotta di Can Marçà sono luoghi da segnare in agenda, per vivere l’isola appieno.
Senza dimenticare, poi, gli Hippie-Market, un must per chi si trova in vacanza qui. Ideali per acquistare abiti e accessori tipici, comprare souvenir da portare a casa, assaporare prodotti del territorio, ma anche divertirsi, grazie alle esibizioni musicali, i DJ set e i concerti che li animano al calar del sole.

Con i suoi 210 km di coste, bagnati dal magico mare delle Baleari, è ovvio che una vacanza a Ibiza non può prescindere da sole, mare e sabbia, dato che qui ci sono alcune spiagge che meritano di comparire nella classifica delle più belle della Spagna.
Scopriamo quindi insieme quali sono le sue spiagge più belle di Ibiza, le più cool e le più frequentate, ma anche quelle più adatte alle famiglie, da non perdere durante un viaggio nell'isola che non dorme mai.

Spiaggia Cala Carbó, Sant Josep de sa Talaia


Ideale per chi cerca tranquillità e relax, questa piccola spiaggia si trova incastonata tra un’ampia boscaglia alle sue spalle, scogliere verdeggianti e l’immancabile mare turchese-smeraldo trasparente e pulitissimo.
Dotata sia di attrezzature a noleggio, come sdraio e ombrelloni, oltre che di due ristoranti, un tratto è dedicato anche al libero accesso. La sabbia dorata è inframmezzata da piccola ghiaia e i fondali, bassi e dolcemente digradanti verso il largo, sono popolati da branchi di pesci variopinti, da ammirare con maschera e boccaglio. Nelle sue vicinanze, infine, si trova un parcheggio in cui lasciare l’auto, ma vi si arriva anche con i mezzi pubblici (però la fermata dell’autobus si trova a 2 chilometri dalla spiaggia, in località Cala Vedella).
Selezionata perché: non è mai troppo affollata, nemmeno in piena estate.
Come arrivare: da San Josep de sa Talaia imboccare la strada in direzione Sant’Antoni, quindi svoltare a sinistra alle indicazioni per Cala Vadella. Proseguire dritto per circa due chilometri, fino a Cala Carbó.

Spiaggia di Cala Codolar, Sant Josep de sa Talaia


Piccola, tranquilla, protetta dalle scogliere che la riparano dai venti, la spiaggia di Cala Codolar si trova inserita all’interno di un’insenatura naturale molto romantica e rilassante.
Principalmente ghiaiosa, ma con tratti di sabbia bianca, la spiaggia è lambita da acque turchesi calme, dispone di un punto ristoro e di un ristorante specializzato in piatti della tradizione spagnola. Interamente libera, viste le scarse dimensioni in estate è spesso molto affollata.
Per raggiungerla si deve percorrere una scalinata di pietra che, da Cala Comte, conduce verso il mare. I suoi fondali, popolati da diverse specie di pesci e flora, fanno la gioia degli amanti dello snorkeling. All’imbocco del sentiero, infine, chi arriva in auto potrà usufruire di un comodo parcheggio.
Selezionata perché: nei suoi pressi si trova il villaggio fenicio di Sa Caletta, una chicca da non perdere.
Come arrivare: da Sant Josep de sa Talaia seguire le indicazioni per Cala Comte quindi, in prossimità dei cartelli che indicano Terrazas de Cala Codolar e Club Delfin, svoltare a sinistra. Seguire la strada fino al parcheggio e proseguire a piedi. Questa cala non è servita da mezzi pubblici.

Spiaggia Cala d’Hort, Sant Josep de sa Talaia


La sabbia fine e bianca e il mare azzurro e trasparente sono solo due dei biglietti da visita di questa spiaggia, una mezzaluna protetta da alte scogliere, molto amata sia dai turisti che dai locali. E, proprio per questo, parecchio affollata in estate.
Dalla spiaggia, un’impareggiabile vista panoramica sulla leggendaria isoletta di Es Vedra regala scenari unici e, al tramonto, molto romantici. Sebbene non vi siano stabilimenti balneari e quindi la spiaggia si completamente libera, vi si trovano però tre ristoranti specializzati in piatti a base di pesce freschissimo, uno su tutti la paella. I più sportivi la ameranno per attività come il surf e le immersioni, mentre le coppie non potranno fare a meno del locale con terrazza panoramica, nel quale cenare a lume di candela, ammirando il tramonto. Lungo la strada che porta alla spiaggia, infine, ci sono diversi spazi in cui parcheggiare l’auto.
Selezionata perché: le fashion addicted riusciranno a fare acquisti anche qui, nella bellissima boutique di costumi di design locale.
Come arrivare: da Sant Josep de sa Talaia seguire le indicazioni per Cala d’Hort.

Playa Cala Vadella, Sant Josep de sa Talaia


Subito vicina a Cala d’Hort, Cala Vadella è un’altra insenatura tranquilla e riparata, circondata da colline e lambita da acque turchesi.
Sui dolci rilievi soprastanti, tantissime casette bianche e ville raccontano di un turismo prettamente residenziale, a opera della popolazione locale. Dotata di noleggio lettini/ombrelloni, ristoranti e punti ristoro, questa spiaggia è comodamente accessibile anche ai portatori di disabilità. I giovani potranno tenersi impegnati con corsi di immersioni e kayak, mentre le famiglie con bambini riusciranno a godersi il sole e il mare in tutta sicurezza. Vicino alla spiaggia, poi, si trova un piccolo parcheggio.
Selezionata perché: è un gioiello naturale da scoprire.
Come arrivare: da Sant Josep de sa Talaia imboccare l’autostrada PM-803 e uscire a Cala Vadella/Cala Tarida. Seguire le indicazioni per Cala Vadella fino a raggiungere il parcheggio.

Spiaggia di Cala des Cubells, Es Cubells


Tante piccole baie incastonate nelle scogliere: la spiaggia di Cala des Cubells è in realtà un agglomerato di tre piccoli accessi al mare.
Per lo più composte da rocce e sassi, le baie regalano un mare dal particolare colore iridescente, che sfuma dall’azzurro al verde smeraldo. Anche i fondali, come le spiagge, sono coperti da rocce e ghiaia e, quindi, estremamente puliti e ricchi di pesci. Nonostante vi siano presenti servizi come affitto attrezzatura da spiaggia e ristoranti, queste baie non sono indicate per le famiglie che viaggiano con bimbi piccoli. Scarsamente frequentata anche durante il periodo estivo, la Spiaggia di Cala des Cubells è un paradiso di silenzio e relax.
Selezionata perché: la vista panoramica, da qui, è davvero mozzafiato.
Come arrivare: dal villaggio di Cubells, 500 metri dopo l’unica chiesetta del borgo, seguire la strada tortuosa che scende verso il mare. Arrivati al parcheggio libero, lasciare l’auto e proseguire a piedi.

Spiaggia di Cala Bassa, Sant Antoni de Portmany


Quasi immersa in un bosco di ginepro, la spiaggia di Cala Bassa è una delle più belle di Ibiza.
Il mare incredibilmente trasparente assomiglia ad un’immensa piscina, la sabbia soffice e bianca e i moltissimi servizi a disposizione dei turisti la rendono un must-have per chi visita l’isola. Adatta alle famiglie, ma anche ai giovani, qui si possono affittare sdraio e ombrelloni, pedalò e acqua-scooter, e l’accesso al mare per i disabili è garantito da comode passerelle in legno. Sulla spiaggia o nelle sue immediate vicinanze, poi, si trovano bar e ristoranti, oltre ad un parcheggio enorme. Vi si può arrivare, però, anche con i mezzi pubblici e con traghetto, in funzione tutta l’estate da Sant’Antoni alla Cala.
Selezionata perché: è Bandiera Blu, garanzia di acque pulite ed eccezionali.
Come arrivare: da Sant Antoni seguire le indicazioni per Cala Bassa e Cala Tarida.

Spiaggia di Cala Comte, Sant Antoni de Portmany


Tre spiagge contigue tra di loro formano la famosa Cala Comte, paradiso di sabbia finissima e bianca e mare turchese trasparente. Molto apprezzata dalle coppie che, al calar del sole, ammirano tramonti davvero spettacolari e unici, la spiaggia è molto frequentata un po’ da tutti.
La terza spiaggia, più lontana rispetto alle prime due, oltre che più nascosta, è frequentata dai naturisti e vi si accede tramite dei gradini scavati nella roccia. Grazie ai fondali bassi e alle acque calme, almeno a riva, questa spiaggia è perfetta anche per le famiglie che viaggiano con bimbi piccoli. Chi desidera nuotare al largo, però, deve prestare particolare attenzione alle correnti, spesso molto forti. Servita da bar e ristoranti, con un ampio parcheggio nelle vicinanze e animata da DJ set al tramonto, su questa spiaggia non sono però presenti stabilimenti balneari.
Selezionata perché: sorseggiare un drink al tramonto, con i piedi nell’acqua, è un’esperienza quasi mistica.
Come arrivare: da Sant Antoni, imboccare l’autostrada PM-803 verso Sant Josep de sa Talaia e seguire le indicazioni per Cala Comte.

Spiaggia di Cala Gracioneta, Sant Antoni de Portmany


Il verde smeraldo del mare calmo, il bianco della sabbia e il color ocra degli scogli, la spiaggia di Cala Gracioneta si presenta con queste tonalità cromatiche ai turisti che la visitano.
Molto tranquilla, ideale per giornate di relax a pelo d’acqua, la spiaggia non è molto grande, ma ha tutto quello che serve: due ristoranti, uno dei quali direttamente sulla sabbia, e possibilità di affittare lettini e ombrelloni. I suoi fondali, poi, ricchi di vita, vanno esplorati con maschera, pinne e boccaglio. Nei suoi pressi, infine, si trova un ampio parcheggio gratuito. Chi preferisce muoversi con i mezzi pubblici lo può fare, prendendo il bus Linea 1 che parte da Sant Antoni - Stella Maris.
Selezionata perché: il mare è semplicemente spettacolare.
Come arrivare: da Sant Antoni, immettersi sull’autostrada PM-812 direzione Santa Agnes. Allo svincolo per Cala Gració, seguire le indicazioni per Cala Gracioneta.

Cala Salada e Cala Saladeta, Sant Antoni de Portmany


Spiagge gemelle contigue, sono tra le più affollate e famose di Ibiza. Queste due baie, impreziosite da fitti boschi di pini che garantiscono ombra e ristoro nelle giornate più calde, presentano piccole distese di sabbia bianchissima e uno spettacolare mare color turchese.
Sulle spiagge si possono affittare lettini, sdraio e ombrelloni, oltre che pranzare a base di pescato freschissimo o di specialità locali, senza spendere una fortuna. I fondali bassi sono perfetti anche per i bambini più piccoli mentre, per le più modaiole, nelle vicinanze delle cale si trovano numerosi negozi in cui curiosare. Vicinissimo alle spiagge, infine, si trova un parcheggio libero.
Selezionate perché: alla sera si animano di feste e happening.
Come arrivare: da Sant Antoni di Portmany seguire i cartelli in direzione Santa Agnes. Dopo circa 2 chilometri, imboccare il sentiero sulla sinistra e scendere fino al parcheggio.

Spiaggia di Es Portitxol, Sant Joan de Labritja


Lido piccolo e parecchio isolato, Es Portitxol è una meraviglia naturale ancora pressoché incontaminata.
Usata principalmente dai locali come porto da pesca, la spiaggia è caratterizzata da ghiaietta di colore scuro, mentre il mare è di un caldo color verde-azzurro. Alle sue spalle la vegetazione folta e rigogliosa la protegge da occhi indiscreti. La totale assenza di qualsiasi tipo di servizio fa sì che questa spiaggia sia sempre comunque poco affollata e che venga scelta, di preferenza, da chi pratica naturismo e nudismo.
Selezionata perché: sembra quasi di trovarsi su un altro pianeta.
Come arrivare: da Sant Miguel, dirigersi in direzione nord verso Sant Mateu e seguire le indicazioni per Illa Blanca, per 3 chilometri. Quindi parcheggiare l’auto lungo la strada e proseguire a piedi percorrendo il sentiero in discesa che conduce verso la piccola baia.

Playa Puerto San Miguel, Sant Joan de Labritja


Originariamente usata solo come piccolo porticciolo dai pescatori locali, col tempo questa spiaggetta è diventata una destinazione scelta da famiglie e coppie che desiderano vivere una vacanza all’insegna del relax.
Ben protetta da alte scogliere e ombreggiata da pini, la spiaggia di sabbia bianchissima è lambita da acque cristalline ed ha fondali bassi perfetti per i bimbi piccoli. Ma il vero must di questa spiaggia, natura a parte, è la specialità gastronomica che la contraddistingue: il Guisat de Peix, un piatto tipico a base di pesce. Numerosi sono i ristoranti che si trovano vicinissimi alla spiaggia nei quali poterlo ordinare. Inoltre, tra i servizi a disposizione si ricordano il noleggio sdraio/ombrelloni, una scuola di immersioni, noleggio attrezzature per sport acquatici come windsurf e sci nautico.
Selezionata perché: da qui si parte alla scoperta di Cuevas Can Marçà, un insieme di grotte naturali davvero meravigliose.

Spiaggia di Cala Benirrás, Sant Joan de Labritja


Normale lido durante la settimana, perfetto per fare snorkeling, nuotare, rilassarsi, è durante il weekend che questa spiaggia dà il meglio di sé. Ma andiamo con ordine.
Fornita di tutti i servizi, dai noleggi ai bar, dai ristoranti ai chioschi per le attività acquatiche al parcheggio, la spiaggia è composta per lo più da ciottoli levigati dal mare e le sue acque sono incredibilmente trasparenti. Amata dai locali, frequentatissima dai turisti, questa spiaggia un tempo era meta privilegiata per hippie e artisti. A tal proposito, ogni domenica al tramonto si ripete una tradizione molto famosa, che vale la pena di seguire: la festa dei tamburi, in onore proprio di hippie e artisti che vi si radunavano per ballare e suonare in completa libertà.
Selezionata perché: piacerà ai nostalgici degli anni ’60-‘70.
Come arrivare: da Sant Joan de Labritja dirigersi in direzione Ctra. Vella de Portinatx, quindi prendere a destra l’ingresso dell’autostrada PM-811. Dopo 900 metri immettersi sulla SN-1 e percorrerla per 2,5 chilometri. Quindi prendere Carrer Benirrás e proseguire dritto per 4,3 chilometri. Parcheggiare l’auto e proseguire a piedi.

Spiaggia di Cala Xarraca, Sant Joan de Labritja


Circondata da sentieri che si snodano lungo la vegetazione isolana, questa spiaggia è parecchio frequentata, soprattutto nei periodi di alta stagione.
Non troppo estesa, la sua sabbia è di un bel colore ocra e il mare sembra una piscina naturale a cielo aperto. Vicinissime alla Cala, tante piccole insenature tutte da scoprire, con maschera e boccaglio o a bordo di canoe. Trattandosi di fondali prettamente rocciosi, questa spiaggia non è adatta ai bimbi piccoli. Infine, va segnalato che non sono presenti servizi di alcun tipo, fatta eccezione per un ampio parcheggio gratuito.
Selezionata perché: è amatissima dai fotografi, che qui trovano scorci naturali di rara bellezza.
Come arrivare: da Sant Joan de Labritja prendere l’autostrada C-733 in direzione Portinatx. Dopo circa 3 chilometri seguire le indicazioni per Cala Xarraca.

Spiaggia Cala de Sant Vicente, Sant Joan de Labritja


Situata di fronte ad una lunga passeggiata ombreggiata da palme, questa ampia spiaggia è una delle più “costruite” dell’isola. Vi si trovano infatti numerosi hotel, appartamenti e villaggi, oltre a ristoranti, bar e locali notturni.
La sabbia dorata e la limpidezza del mare valgono, da sole, una visita. Sempre piuttosto affollata in estate, Cala de Sant Vicente è un paradiso per famiglie, coppie, amici. Dotato di servizi come sdraio e ombrelloni, il lido è molto amato anche da chi pratica sport, SUP e kayak in testa.
Selezionata perché: il ristorante in riva al mare propone gustosissimi piatti a base di prodotti bio.
Come arrivare: da Sant Joan de Labritja dirigersi in direzione Ctra. Vella de Portinatx, quindi prendere a destra l’ingresso dell’autostrada PM-811. Proseguire dritto per 8,6 chilometri, quindi imboccare la Carrer Cala Sant Vicent. La spiaggia si trova vicino al parcheggio.

Spiaggia di Aigües Blanques, Santa Eulària des Riu


Una delle più indimenticabili dell’isola, questa spiaggia ha una particolare forma allungata, la sabbia è scura, con sfumature dorate, e il mare è incredibilmente pulito e trasparente.
In parte libera e in parte attrezzata, ci sono anche ristoranti e bar direttamente sulla spiaggia che offrono ristoro ai turisti. Tra le preferite dai locali, è adatta a chi vuole fare del body-surfing o dello snorkeling o a chi desidera semplicemente sorseggiare un cocktail con i piedi nell’acqua. Le estremità più nascoste della spiaggia, infine, sono dedicate ai naturisti.
Selezionata perché: il ristorante sulla spiaggia prepara deliziosi bocadillos con guacamole assolutamente imperdibili.
Come arrivare: da Santa Eulària des Riu procedere in direzioni San Carlos quindi, in prossimità di Cala San Vicente, girare a destra al cartello Aigües Blanques. Proseguire dritto fino al parcheggio a pagamento. Lasciare l’auto e scendere a piedi lungo la stradina che conduce alla spiaggia.

Spiaggia di Es Niu Blau, Santa Eulària des Riu


Di medie dimensioni, questa caletta è letteralmente circondata dalla natura: un fitto bosco alle sue spalle, il mare cristallino di fronte e, sopra, il cielo azzurro.
Con sabbia granulosa di un caldo color paglia, Es Niu Blau è sempre piuttosto tranquilla, anche nei periodo di alta stagione. Vi si trovano sia un tratto libero che un altro dotato di stabilimenti balneari, oltre a servizi utili per trascorrere giornate rilassanti a bordo mare: due ristoranti tipici e noleggio pedalò/banana boat. Vicinissimo alla spiaggia, infine, un ampio parcheggio, nel quale si trova sempre posto, anche in pieno agosto.
Selezionata perché: è un rifugio di pace e tranquillità.

Spiaggia di Playa d’en Bossa, Eivissa


È una delle spiagge più ampie e godibili di Ibiza, soprattutto per le famiglie con bimbi piccoli, ma molto apprezzata e presa d’assalto anche dai più giovani.
ine sabbia dorata, mare azzurro e cristallino, la spiaggia è dotata di qualsiasi servizio possa venire in mente: dal noleggio sdraio/ombrelloni ai ristoranti, dalle attrezzature per sport acquatici, come windsurf, SUP, catamarano, kayak, ai punti ristoro. Vicinissimi alla spiaggia, si trovano anche diversi parcheggi gratuiti. La sera, poi, per chi ama tirar tardi segnaliamo che ci sono molti lounge-bar aperti fino a notte fonda. Un tratto di spiaggia, infine, è destinato al libero accesso.
Selezionata perché: passeggiare lungo questa spiaggia riconcilia con il mondo.
Come arrivare: da Eivissa, imboccare Avinguda de la Pau/E-10, alla prima rotonda uscire e prendere la Av. Sant Josep de sa Talaia/PM-801 per 1,1 km. Quindi alla rotonda prendere la terza uscita sulla PM-801, quindi seguire lo svincolo a sinistra in direzione Sant Jordi/Aeroporto. Dopo 200 metri entrare in autostrada (E-20) e procedere per 1,8 km. Quindi prendere l’uscita per San Jordi e seguire le segnaletiche per Ctra. de Platja d'en Bossa. Parcheggiare l’auto e proseguire a piedi.

Spiaggia di Platja Es Cavallet, Area Naturale di Ses Salines


È la spiaggia nudista ufficiale dell’isola, e quella ufficialmente gay-friendly.
Il mare cristallino, insignito di una bandiera blu, la sabbia fine e dorata, l’ampiezza e la bellissima cornice naturale sono solo alcune delle caratteristiche che la rendono una delle più gettonate e belle di Ibiza.
Inadatto alle famiglie con bambini, a meno che non sposino il nudismo, questo lido era un tempo ritrovo privilegiato degli hippy. Ancora oggi racconta di libertà, armonia, serenità, oltre che di una natura incontaminata, quella dell’Area Naturala di Ses Salines, zona protetta per diverse specie di uccelli e Patrimonio UNESCO. Punti ristoro, noleggio attrezzature mare, parcheggio e ristorantini tipici completano l’ampia offerta.
Selezionata perché: è la spiaggia arcobaleno dell’isola.

Spiaggia di Platja de Ses Salines, Area Naturale di Ses Salines


Parte integrante di un meraviglioso parco naturale, oltre che area protetta, questa spiaggia è sicuramente la più conosciuta e famosa di Ibiza.
Abbracciata da un fitto bosco, il mare qui ha una trasparenza quasi innaturale, l’acqua è calda e la sabbia è paradisiaca, fine e bianca. Ideale per i giovani, le famiglie con bambini e per le coppie, la spiaggia di Ses Salines è accessibile anche a persone diversamente abili, grazie alle comodissime passerelle in legno che facilitano l’accesso al mare.
Lungo la spiaggia e direttamente sul lido si trovano bar, ristoranti, punti ristoro, stabilimenti balneari. Un tratto della spiaggia, poi, è frequentato anche da nudisti. Poco distante dalla spiaggia, infine, c’è anche un grande parcheggio.
Selezionata perché: è frequentatissima dai VIP che scelgono Ibiza per le loro vacanze.
Come arrivare: da Eivissa seguire le indicazioni per l’aeroporto quindi, all’altezza di San Jordi, seguire le segnaletiche per la Platea de Ses Salines. Parcheggiare l’auto e proseguire a piedi.

Spiaggia di Es Bol Nou (Sa Caleta), San Josep de Sa Talaia


Piccola, ma bellissima, Sa Caleta merita sicuramente di essere vista.
L’acqua è una tavolozza di azzurro, blu e verde smeraldo, le alte scogliere che la circondano la riparano dal vento e la sabbia è bianca e morbida. Ideale per le famiglie, Sa Caleta dispone anche di un ristorante specializzato in piatti di pesce freschissimo, un bazar, un punto ristoro e un parcheggio gratuito (piccolino, quindi è bene arrivare presto al mattino). Il ristorante, poi, consente anche di affittare alcune sdraio e ombrelloni.
Selezionata perché: vicinissimo alla spiaggia c’è un insediamento fenicio del 654 a.C., da non perdere!
Come arrivare: si consiglia di raggiungere la spiaggia in autobus, con la linea 26, che lascia a circa 10 minuti a piedi dal lido. In alternativa, in auto, da San Josep de Sa Talaia imboccare l’autostrada PM-803, direzione Cala Jondal.

Scopri tutte le località balneari della Spagna.

  •  
06 Agosto 2020 Vacanze in Croazia: natura, monumenti, isole ...

Con oltre 1200 tra isole e scogli che costellano l’Adriatico e quasi ...

NOVITA' close