Cerca Hotel al miglior prezzo

Il Calcio Storico Fiorentino a Firenze

Evento concluso!
Attenzione, evento concluso!
Se verrà riproposto aggiorneremo le date!
Visitando Firenze nel mese di giugno potrebbe capitare di incontrare energumeni muscolosi e poco rassicuranti vestiti con costumi colorati di foggia rinascimentale che passeggiano tranquillamente per il centro storico: sono i "calcianti" del Calcio Storico Fiorentino che si preparano a disputare gli inconri di quella che non è solo una rievocazione storica assolutamente unica nel suo genere, ma anche uno degli eventi della Toscana più importanti e che meglio caratterizza l'identità culturale di Firenze e dei suoi cittadini.

Storia e tradizione del Calcio Storico Fiorentino

Conosciuto anche come Calcio in Livrea o Calcio in Costume, il Calcio Storico è un virile gioco di squadra che ha origini molto antiche, pare discenda dalla Sferomachia, giocata nel Peloponneso, e dall'Harpastum, corrispettivo degli antichi Romani, e che venga considerato il progenitore di alcuni sport moderni, come il calcio, il rugby, la pallamano e la lotta greco-romana.
Certo è che dalla metà del Quattrocento il Calcio si era talmente diffuso che veniva giocato, sia dai giovani del popolo che dagli aristocratici, liberamente nelle piazze principali della città in qualsiasi momento, tanto che nel tempo si rese necessario stabilire delle regole precise per tutelare la cittadinanza dall'eccessivo disturbo che veniva arrecato durante gli incontri.

Numerose sono le competizioni che sono passate alla storia, come ad esempio quella del 1490 che si disputò sull'Arno ghiacciato o quella del 17 febbraio del 1530, quando la città, dopo aver cacciato i Medici, fu messa sotto assedio da parte dell'imperatore Carlo V ed i fiorentini, benché sfiancati dalla fame e dalla stanchezza, organizzarono una partita di calcio in Piazza Santa Croce in spregio alle milizie imperiali accampate sulle colline circostanti.

Ed è proprio per celebrare questa storica battaglia che ogni anno a giugno viene organizzato il torneo del Calcio Storico Fiorentino che tanto appassiona la cittadinanza, al punto che il sold out dei biglietti per partecipare alla manifestazione lo si raggiunge rapidamente.

La prima partita del periodo moderno che ha rappresentato la rinascita è la riaffermazione del Calcio in Costume sul suolo fiorentino è stata organizzata nel 1930, proprio per festeggiare il quattrocentenario del famoso assedio di Firenze da parte delle truppe asburgiche e da quell'anno in poi la celebrazione, mai cancellata dalla fiera memoria storica dei cittadini, si è sempre più affermata diventando una della feste della Toscana più famose e originali.

Tre sono le partite che ogni anno si disputano tra i quattro quartieri storici della città, ognuno rappresentato dai colori caratteristici che spiccano sulle livree dei giocatori: Santo Spirito (bianco), Santa Maria Novella (rosso), San Giovanni (verde) e Santa Croce (azzurro); se la finale viene giocata obbligatoriamente nel pomeriggio del 24 giugno, giorno in cui si celebra anche San Giovanni Battista, il Patrono di Firenze, le due semifinali, decise per estrazione il giorno di Pasqua al termine della celebrazione dello Scoppio del Carro, vengono giocate ogni anno durante le prime due settimane del mese.

Programma 2022

Dopo lo slittamento a settembre dello scorso anno a causa della pandemia, quest'anno le semifinali tornano nel loro calendario abituale.
La prima semifinale si disputa venerdì 10 giugno 2022 (gli Azzuri di Santa Croce contro i Bianchi di Santo Spirito) alle ore 19. La partenza del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina da Piazza Santa Maria Novella è in programma alle ore 17, con ingresso del corteo in Piazza Santa Croce alle 18.
Il Magnifico Messere della partita è Giancarlo De Sisti, ex calciatore della Fiorentina e della Nazionale.

La seconda semifinale è prevista sabato 11 giugno (i Rossi di Santa Maria Novella contro i Verdi di San Giovanni) alle ore 18 (partenza del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina da Piazza Santa Maria Novella alle 16 e ingresso in Piazza Santa Croce alle 17. Il Magnifico Messere della partita è Borja Valero, ex calciatore della Fiorentina.

Le due squadre vincitrici si sfidano in finale sabato 24 giugno alle ore 18 (partenza del corteo alle 16, ingresso in piazza alle 17). Il Magnifico Messere della finale sarà Bruno Astori, fratello di Davide, indimenticato capitano della Fiorentina.

Torna dunque la concomitanza con la Festa di San Giovanni: chi conosce il rituale del Calcio Storico sa che il giorno clou è proprio quello di San Giovanni (24 giugno), giornata celebre anche per i famosi Fochi della sera, quando la finale del Calcio viene introdotta dalla sfilata pomeridiana composta da ben 530 figuranti vestiti rigorosamente con i costumi rinascimentali, i quali, accompagnati dagli sbandieratori e dalla banda musicale cittadina, sfilano in un corteo che da Piazza Santa Maria Novella arriva fino in Piazza Santa Croce.

Le caratteristiche


Per l'occasione Piazza Santa Croce viene attrezzata ad hoc, con tanto di tribune montate per gli spettatori e il rettangolo che definisce l'area di gioco ricoperto di uno strato di sabbia, per simulare la piazza polverosa del XVI secolo. Ventisette per parte sono i calcianti che si affrontano sul campo da gioco e violenti sono i combattimenti corpo a corpo a cui si assiste: tutti i colpi sono ammessi, a parte picchiare sulla testa l'avversario o tirargli i colpi bassi, per "segnare la caccia", ovvero mettere la palla nella rete della squadra avversaria.
Il calcio in costume è sempre stato caratterizzato da un fortissimo agonismo popolare ed il pubblico diventa parte attiva di tutta la manifestazione grazie al tifo sfrenato con cui sostiene il quartiere a cui appartiene, o per nascita o per simpatia.

La squadra che, dopo i 50 minuti statutari dell'incontro, riesce a ottenere più "cacce" vince una bianca vitella di razza Chianina, un drappo da detenere per tutto l'anno e da riconsegnare l'anno successivo e ovviamente l'entusiasmo dei tifosi e l'onore, che per i fiorentini non è da sottovalutare, tributato da tutti, vincitori e vinti.
Il Calcio Storico Fiorentino è un gioco virile, sanguigno, violento e spesso criticato, perché molto più simile ad un incontro di lotta che ad una partita di calcio moderno; non sono mancate edizioni in cui l'incontro finale è stato sospeso a causa di violenti pestaggi che avevano trasformato la festa in una rissa, ma ciò non toglie che resta una delle rievocazioni storiche della Toscana più radicate nel cuore dei fiorentini e più conosciute a livello mondiale.

Informazioni utili per assistere alla manifestazione

Nome: Calcio Storico Fiorentino
Dove: Piazza Santa Croce (Firenze).
Date: 10-11-24 giugno 2022.
Orari e programma:
prima semifinale 10 giugno ore 19: gli Azzuri di Santa Croce contro i Bianchi di Santo Spirito;
seconda semifinale 11 giugno ore 18: i Rossi di Santa Maria Novella contro i Verdi di San Giovanni;
Finale il 24 giugno ore 18.
Per maggiori dettagli vedi sopra, nel testo.
Biglietti: Tribuna Onore Centrale 80 €;
Tribuna Onore Laterale 60 €;
Tribuna C 40 €;
Curve colori 29 €.
Per le semifinali si possono comprare i biglietti esclusivamente presso la sede del BoxOffice, Via delle Vecchie Carceri 1 (alle Murate) dalle ore 16 di lunedì 6 giugno.
Dalle ore 9 di lunedì 6 giugno, sempre presso la sede del BoxOffice, si distribuiscono i numeri per la coda di acquisto.
Maggiori informazioni sulla pagina ufficiale.

Calendario delle aperture
Attenzione: evento terminato!

Giugno 2022
DLMMGVS
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
  
Diniego di responsabilità: la Redazione cerca di mantenere sempre aggiornate le date di apertura, ma consigliamo di visionare i siti ufficiali prima di organizzare una visita.
  •  

 Pubblicato da il 07/06/2022 - - ® Riproduzione vietata

03 Febbraio 2023 Fiorissimo, la mostra mercato florovivaistica ...

Torna a Baveno dall’8 al 10 aprile 2023 la mostra mercato florovivaistica ...

NOVITA' close