Cerca Hotel al miglior prezzo

Visita alla Fortezza da Basso a Firenze

Nel cuore fieristico di Firenze, la spettacolare Fortezza da Basso – ufficialmente Fortezza di San Giovanni Battista – occupa un’area di massima rilevanza per l’economia del Capoluogo della Toscana, la Firenze Fiera, sede di meeting, convegni e conferenze a livello nazionale e internazionale.

E’ una “fortificazione alla moderna”, capolavoro di architettura rinascimentale edificato fra il 1534 e il 1536 su progetto dell’architetto Antonio da Sangallo Il giovane commissionato dal duca Alessandro De’Medici. Il gigantesco fortilizio a forma di pentagono irregolare rivestì un ruolo di primo piano sotto il profilo militare ma in seguito venne sapientemente rivalutato e restaurato così da rinverdire ambienti molto suggestivi come il Mastio in pietra forte (che custodisce la visitabile Sala ottagonale con volta in mattoni a spina di pesce), la Porta Faenza e la Polveriera. Da quando s’erge a sede del Polo Fieristico Fiorentino, la fortezza si è dotata di una quadrilogia ben definita di padiglioni estremamente funzionali ed efficienti e ospita una delle basi del famoso Opificio delle pietre dure, specializzato nel recupero, restauro e manutenzione delle opere d’arte e in veste di istituto tematico rilascia ai propri ricercatori un diploma prestigioso assai ambito.

Analizzando invece questo monumento architettonico da una prospettiva più istituzionale in stile 2.0, si evincono dati interessanti in relazione alla sua reale presenza identitaria, contemplante una superficie di oltre 80.000 mq (di cui 55.000 coperti) e una duttilità preposta a ospitare praticamente qualunque tipo di evento, vedesi la Fiera Artigianato, o congressi di preminenza e ricevimenti d’alta classe spesso destinati all’accoglienza nella sala plenaria da 3.500 posti. Non si dimentichino tal altri ambienti di classe storica quali i Quartieri Monumentali, il Teatrino Lorenese e la Polveriera. Tornando ai padiglioni, giusto accennare a qualche caratteristica in più relazionata in primis allo Spadolini, polifunzionale, versatile, strutturato in acciaio e alluminio che, lungo i tre piani di cui si compone, conferisce sicurezza e stabilità a 25.620 metri quadrati. Il padiglione Cavaniglia è molto più piccolo, solo 3.330 mq, ma la sua copertura con profilo a onda strutturata a travi lignee lamellari e sostenuta da tiranti in acciaio infonde fascino al complesso.

I padiglioni Arsenale e delle Ghiaie possiedono minor appeal ma funzionano bene e moltissimi eventi vengono traslati qui. I Quartieri Monumentali racchiudono le più belle e rappresentative sale della fortezza e tutte traggono il proprio significato dal nome che le qualifica: alquanto prosaico intuire le funzioni storiche della Cannoniera (con terrazza corredata di strombature per l’artiglieria e feritorie per la moschetteria), la Sala dell’Arco, la Sala della Scherma o la Sala delle Grotte. La Polveriera è la prediletta per gli allestitori di mostre e gli organizzatori di cene di gala, un luogo elegante che, pensate, veniva utilizzato come deposito per munizioni ed esplosivi. I meeting congressuali sono appannaggio del Teatrino Lorenese e si fa apprezzare per i sontuosi affreschi ai lati del proscenio. Lorenese è anche la bella Palazzina modulare polivalente, che aggiunge 40 piccoli ambienti adibiti in parte a uffici, in parte a hospitality suites. Concludono il quadro il padiglione Rastriglia, la Sala della Ronda e la Sala delle Nazioni.

Logisticamente, sembra che la Fortezza non abbia pecche di alcun tipo ed è inoltre rispettosa di ogni norma di sicurezza e accessibilità, garantita quest’ultima da tre ingressi sia carrabili che pedonali, identificati in Porta Santa Maria Novella, Porta Faenza e Porta Mugnone, e due esclusivamente pedonali, ovvero Porta alle Carra e Porta Soccorso alla Campagna. Ogni area aperta al pubblico tiene conto dei diversamente abili, prevedendo per loro adeguate strutture di supporto e accoglienza.

Informazioni utili

Dove: Viale Filippo Strozzi, 1 – Firenze
Orari di apertura: dal lunedì al venerdì con orario 9-13 e 14-18; il sabato aperto dalle 9 alle 13
Sito ufficiale: www.firenzefiera.it
Contatti: tel. 055/49721 o mail info@firenzefiera.it
Costo biglietti: a seconda degli eventi che vengono organizzati
Come arrivare: L’autostrada A1 prevede quattro uscite verso Firenze. Dal casello autostradale si seguano le indicazioni per il polo fieristico; la stazione ferroviaria di riferimento è quella di Santa Maria Novella, la più vicina (solo due minuti a piedi) dalla fortezza; le altre stazioni, collegate da bus, sono Rifredi e Campo di Marte; l’Aeroporto Internazionale di Firenze “Amerigo Vespucci” dista solo 4 km dal centro ed è collegato alla stazione centrale di Santa Maria Novella tramite il Servizio Vola in bus.

 Pubblicato da il 26/10/2017 - 283 letture - ® Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittà World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close