Cerca Hotel al miglior prezzo

Airbus introdurrą un sedile in pił ogni fila, volare stretti ma ancora pił low cost

Viaggiare che passione, certo, ma non sempre i prezzi dei voli sono esattamente popolari, soprattutto quelli per raggiungere paesi extraeuropei. Da qualche anno però hanno cercato di ridimensionare il mercato le compagnie low cost che, riducendo i servizi e vendendo prodotti all'interno dell'aeromobile, sono riusciti a far viaggiare i propri clienti a prezzi davvero stracciati.

Nulla di male quindi, ma da qualche giorno ha creato un forte scalpore l'annuncio della Airbus che ha deciso di costruire vettori in grado di ospitare una classe ancora più economica rispetto a quella già esistente. Questo perché, secondo quanto dichiarato dal direttore della sezione marketing Chris Emerson, c'è stato un forte aumento del segmento dei passeggeri che preferiscono volare in class economy e risparmiare. Quindi se un tempo il guadagno delle compagnie aeree era soprattutto riferito alla business class, ora si registra un inversione di tendenza. Da qui l'esigenza di aumentare i posti a sedere e quindi di fare un restyling della configurazione degli aerei.

I sedili potrebbero così diventare più stretti, attualmente sono di 18pollici (poco più di 45 cm), e le file verranno configurate con un sedile in più. Nel dettaglio, sull'A330, alcune file passeranno da 8 a 9 posti, nella classe che verrà denominata budget economy; saranno 7 i sedili per la premium economy e 8 per quella che si chiamerà comfort economy.

Ma l'Airbus mette subito le mani avanti e assicura che sul gigante dei cieli A380 i sedili resteranno di 18 pollici anche nella classe budget economy. Su questo vettore, la configurazione passerà dai 10 attuali posti a sedere per fila a 11, aggiungendo quindi un sedile nella fila centrale. Le sedute saranno così portate a 544 contro le attuali 525. Questa nuova configurazione dovrebbe essere operativa nel 2017, per ora sull'Airbus 380 e, secondo indiscrezioni dovrebbe interessare per prime le compagnie aeree asiatiche.

Non mancano le polemiche e sembra inutile la teoria di Emerson che sostiene come oggi i passeggeri non siano più interessati al comfort. Ma ne siamo davvero sicuri? Certo, un conto è fare un piccolo volo come da Roma a Londra, e allora anche la vecchia provocazione della Ryanair di far pagare 2 euro il posto in piedi potrebbe trovare pareri favorevoli, un conto è fare voli di 11 ore da passare stipati come in un carro bestiame. Non resta che attendere gli sviluppi.
  •  

 Pubblicato da il 17/04/2015 - - ® Riproduzione vietata

close