Cerca Hotel al miglior prezzo

Airbus: nel 2050 l'aereo trasparente e intanto arrivano gli ordini per l'A321Neo

Pagina 1/2

Come cambierà l'aviazione del futuro: a raccontarcelo con circa 40 anni d'anticipo è Airbus, l'azienda leder per la costruzione di velivoli passeggeri, che ha presentato la sua innovativa “Concept Cabin” a Le Bourget, non distante da Parigi, al Salone Internazionale dell’Aeronautica e dello Spazio. Airbus intende rivoluzionare le obsolete classi di servizio, economy, business e prima classe, che verranno sostituite da aerei personalizzabili a piacimento, con offerte di servizi ad hoc per ciascun singolo passeggero. Chi volerà Airbus potrà scegliere se continuare a lavorare con una bella conferenza multimediale, giocare in modo virtuale al suo sport preferito, o rimanere in contatto con la famiglia, correggendo i compiti dei ragazzi e magari raccontando la favola della buona notte. Oppure più semplicemente godersi il massaggio automatico del proprio sedile, mentre si ammira il paesaggio che scorre sotto i propri piedi.

A Le Bourget è stata presentato l'ultimo atto del progetto “visonario” di Airbus, e cioè “The Future by Airbus” un progetto ambizioso che ha nel cuore la riduzione dell'impatto ambientali dei voli, risparmiando carburante, diminuendo le emissioni in atmosfera ed abbassando sensibilmente l'impatto rumoroso dei velivoli. Grazie alla nuova Concept Cabin il colosso Airbus riesce a darci una vista d'insieme sulle principali tecnologie ed innovazioni che rivoluzioneranno la vita a bordo degli aerei del 2050. Innanzitutto i materiali cambieranno, dato che l'ingegneria aeronautica sta studiando gli scheletri degli uccelli per poterne emulare la leggerezza e robustezza per la costruzione della struttura bionica degli aerei. Non solo, la fusoliera grazie ad una membrana speciale, potrà regolare perfettamente la temperatura del volo, oltre che rendersi trasparente per consentire una visione mozzafiato dell'aereo in mezzo alle nuvole o sospeso su panorami straordinari.

Una rete di tipo neurale sarà utilizzata per consentire una interfaccia di comunicazione tra aereo e passeggeri, riuscendo a cogliere le vere esigenze degli ospiti a bordo, come ad esempio il bisogno di relax di ciascuno, ordinando alle poltrone di prendere la forma più adatta per ogni singolo ospite.
Cambierà anche lo stesso concetto di classe, che sarà trasversale alla tipica suddivisione di taglio meramente economico: nasceranno delle aeree personalizzate, studiante per fornire servizi ed esperienze tagliate a misura di ciascun tipologia di passeggero.

Ci sarà una aerea di devitalizzazione, il cui scopo sarà la ricerca del relax del passeggero, ottenuto grazie a collaudate tecniche di aromo e cromoterapia, massaggi con tecniche di digitopressione, luci rilassanti e facendo respirare aria impreziosita da anti ossidanti e vitamine, il tutto da vivere coccolati avvolti dal panorama dato delle pareti trasparenti dell'aereo. In aereo troveremo poi una aerea interattiva multimediale, dove potremo sfogare la nostra voglia di shopping, oppure provare degli avvincenti giochi olografici, o provare dei vestiti per rinnovare il proprio look.

Ci sarà inoltre una area di tipo “smart tech” che è stata pensata per consentire ai passeggeri di mantenere i propri standard di comunicazione con il mondo, come si trovassero ancora sulla terraferma, anziché a 13.000 m di quota. Quindi, in definitiva, ci sarà una ampia scelta di soluzioni di volo, che consentirà una maggiore diversificazione nelle tariffe per le compagnie aeree che adotteranno le nuove “Concept Cabin” di Airbus.

... Pagina 2/2 ...Il rispetto dell'ambiente sarà comunque il leit motiv degli aerei Airbus del 2050, che voleranno riducendo al minimo il loro impatto ambientale. Questo è già parte integrante della filosofia Airbus, dato che più del 90% del capitale investito in research&development (pari a più di 2 miliardi di euro/anno) sta portando effetti positivi sull'ambiente, e lo farà per gli aerei del domani. Giusto per dare una idea, in virtù dei prossimi progressi della scienza e della tecnica, la Concept Cabin diventerà riciclabile al cento per cento. Grazie a delle fibre vegetali diverrà autopulente. Riducendo quindi i costi di manutenzione, mentre sistemi automatici saranno in grado di utilizzare il calore emesso dai passeggeri per trasformarlo in energia utile per la stessa cabina. Sarà dotata di materiali autopulenti ricavati da fibre vegetali sostenibili che ridurranno sprechi e manutenzione e utilizzeranno la temperatura corporea del passeggero per fornire energia ad alcuni elementi della cabina.

Tutte queste idee innovative sul futuro dell'aviazione civile si poitranno ammirarei prossimi giorni al Salone Internazionale di Aeronautica che si svolge a Le Bourget di Parigi: un film a 360° parlerà del dell'aeronautica del futuro secondo la visione di Airbus. Il film sarà in programmazione al Planetario presso il Musée de l’Air et de L’Espace a partire dal 20 fino al 26 giugno.

Intanto Airbus segna un importante successo commerciale: grazie ad il suo nuovo modello A321Neo, notoper i suoi minori consumi, la compagnia aerea europea ha siglato un ordine da poco meno di 4 miliardi di dollari, e fornirà 30 nuovi aerei alla compagnia Cebu Pacific, stanziate nelle Filippine. Il contratto preve anche la possibilità di opzionare anche 7 velivoli della classe A320

Per avere ulteriori informazioni sulla Concept Cabin di Airbus e The Future by Airbus:
www.thefuturebyairbus.com

 Pubblicato da il 16/06/2011 - 3.703 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close