Cerca Hotel al miglior prezzo

Venezia: multe ai turisti con valigie dotate di ruote non conformi

Pagina 1/2

******* AGGIORNAMENTO ore 17 del 24/11 ***********
Arrivata la smentita del commissario straordinario, Vittorio Zappalorto il quale spiega che la proposta in esame fa riferimento "solo ai mezzi di trasporto merci via terra, ossia i carri e i transpallet, che avendo le ruote dure rovinano i masegni oltre a provocare inquinamento acustico molto fastidioso se avviene nelle prime ore della giornata, quando ancora molti cittadini dormono".
******* FINE AGGIORNAMENTO ***********

Paese che vai, usanza che trovi, ma quest'ultima trovata del commissario straordinario della città più bella della laguna, Vittorio Zappalorto, sembra dare davvero la zappa sui piedi al turismo veneziano: sarà vietato girare in città con valigie e trolley dotati di ruote non conformi, quindi via libera solo alle ruote gonfiate ad aria. Le sanzioni dovrebbero arrivare attorno ai 500 euro per i trasgressori.

C'è chi parla di legge shock, chi di una presa in giro e giura che nulla avverrà di fatto, ma le polemiche non cessano, soprattutto all'estero dove l'Italia continua a collezionare figure poco piacevoli una dopo l'altra, minando la già troppo maltrattata immagine del Paese. Ma cosa ha sollevato tutto questo polverone? Forse il troppo zelante amore per la città lagunare.

Non è solo il rumore che si vorrebbe ridurre con questa "proposta"... Venezia, come tutti sanno, è un museo a cielo aperto, ricca di bellezze architettoniche e di suggestivi scorci tutti da scoprire. Bella e delicata, così è stata definita dal commissario Zappalorto che è deciso a difenderla a spada tratta. Naturalmente una tutela della città è più che giusta e doverosa. Secondo gli esperti che stanno restaurando il ponte di Rialto, i segni del passaggio dei turisti, nonché dei loro trolley, sarebbero ben visibili sui gradini, assieme a quelli lasciati dai carri della nettezza urbana e degli altri mezzi che transitano sui "masegni" gli antichi lastroni della pavimentazione.
... Pagina 2/2 ...
Niente panico però, le vecchiette con tanto di carrello della spesa non saranno sanzionabili. La normativa, infatti, prende di mira soltanto i turisti, non i residenti, come se già non fosse abbastanza fastidiosa la tassa di soggiorno. Inoltre vietati pure carrelli porta bagagli degli alberghi, quelli dei supermercati e degli operatori del trasporto merci.

Il rischio è che questa nuova regola possa essere un deterrente per un turismo che, in Italia, è come una fiammella traballante. I bei posti non mancano, ma o non si sanno sfruttare a pieno le loro potenzialità, o si inventano leggi paradossali che invece di tutelare un sito ne mettono a repentaglio la risorsa fondamentale: il turismo appunto.

Da maggio quindi, potrebbe entrare in vigore questa novità, con buona pace di chi vorrà trascorrere qualche giorno a Venezia, anche se ancora non si capisce in che modalità avverranno i controlli. C'è da sperare che ci sia una straordinaria ondata d'acqua alta, almeno le gomme gonfiate ad aria, se non altro, serviranno a far galleggiare i bagagli. Ma la domanda nasce spontanea, la prossima battaglia sarà contro il tacco a stiletto?

 Pubblicato da il 24/11/2014 - 3.042 letture - ® Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close