Foto 3 di 21

UNESCO 2016, le foto dei nuovi siti Patrimonio dell'UmanitÓ

5 Vota   

Sito archeologico di Ani - Turchia
Il sito archeologico porta la firma delle dinastie cristiane e musulmane che dal X all'XI secolo hanno contribuito a trasformare la città di Ani nella capitale del regno armeno dei Bagratides. La sua posizione, sulle rotte della via della Seta, su un altopiano isolato che forma un confine naturale con l'Armenia nel Nord-Est della Turchia, l'ha resa una delle località più fiorenti e importanti, a livello politico, religioso e commerciale. Fra le strutture giunte fino a noi, compaiono chiese in stile proto-gotico, palazzi, mura difensive merlate, esempi di architettura civile, militare e religiosa che offrono uno spaccato importante del periodo medievale. L'importanza commerciale venne conservata anche durante il periodo della dominazione bizantina , selgiuchide , e georgiano. Nel 1319 un terremoto sancì quel declino iniziato dall'invasione mongola. Ciò che resta testimonia e condensa l'evoluzione architettonica che la regione subì fra il 7° ed il 13 secolo dopo Cristo.