Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Turchia

Le vasche di Pamukkale, Turchia, qui si bagnò Alessandro Magno

Siamo in Asia Minore, nella Turchia dell'Iliade e dei suoi eroi, nella terra che ispirò Omero.
Seguendo l'antica carovaniera per l'Oriente che partiva da Smirne, dopo 250 chilometri raggiungiamo Hieropolis, la città della Frigia rinomata già nell' epoca di Troia per la sua sorgente termale ricca di calcare e di carbonio.

Il colpo d'occhio è strepitoso. Le acque scendono fra le rocce formando delle vasche a conchiglia disposte su un fronte semicircolare. Le vasche si succedono in una scalinata scenografica ornata di stalattiti, dossi, anfrattuosità, ruscelletti. L'acqua è calda, 30-35 gradi, e solidificandosi, in certi punti, a contatto con l'aria, ha formato delle cascate di pietra che danno il nome alla località: Pamukkale, ovvero «castello di cotone».
La sorgente nasce da una grotta sprigionando vapori irrespirabili. È l'acido carbonico, e i primi abitanti di Hieropolis, fondata dal re di Pergamo dopo la battaglia di Magnesia (siamo nel 190 avanti Cristo) credettero che questa fosse una porta degli Inferi e disposero che alcuni sacerdoti sorvegliassero il luogo praticando degli esorcismi. Ancora oggi una credenza popolare chiama la caverna «Foro del folletto».

Nella storia di Pamukkala c'è il bagno fatto da Alessandro Magno nella vasca più alta. Le guide, oltre a spiegare che Hieropolis ebbe una colonia di ebrei specializzati nella lavorazione delle stoffe e che il suo teatro romano è tra i piu belli del tempo, vorrebbero dare a intendere che anche Elena, rapita da Paride e causa della guerra di Troia, si tuffò nuda in queste acque. Ma è incredibile che Elena, quando ancora non c'erano le automobili, avesse bisogno di andare così lontano per spogliarsi «en plein air».

Le cascate di travertino di Pamukkale (Pamukale) sono una delle attrazioni principali della Turchia e ogni anno richiamano migliaia di turisti. Uno spettacolo del genere si trova a Yellowstone, alla Minerva Spring e in parte anche in Nuova Zelanda. Quindi Pamukkale è la località più vicina all'Italia dove poter ammirare le cascate di travertino.
Pamukkale è quasi equidistante da Istanbul e da Ankara e quindi ci sono ottime possibilità di offerte voli dall'Italia e poi, noleggiando un auto, sarete liberi di andare alla scoperta di uno dei luoghi più straordinari del mondo.

  •  
loading...
close