Cerca Hotel al miglior prezzo

Vacanza in Siria: geografia, clima e quando andare

Siria, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Benché sia desertica per oltre metà del territorio, la Siria offre al visitatore una straordinaria varietà di paesaggi: alte montagne innevate fino alla primavera, deliziose colline piantate a frutteti, austeri paesaggi basaltici e una costa che raggiunge il massimo splendore a nord di Latakia.

La Siria si trova all’estremità orientale del Mediterraneo; e confina con cinque paesi: a nord con la Turchia, a est e sud-est con l’Irak, a sud con la Giordania, a sud-ovest con alture del Golan e a ovest con il Libano.

La Siria è prima di tutto un paese continentale. La topografia del paese presenta una regione montuosa e fertile su una stretta costa mediterranea che corre per 183 km e lungo il confine con il Libano, una vasta pianura coltivata al centro tra Homs e Aleppo e un deserto punteggiato di oasi nel triangolo orientale. La Siria è attraversata da alte montagne, in particolare dalla catena montuosa che separa la costa dal resto del paese e rappresenta il prolungamento dell’Anti–Libano, una catena vulcanica a sud–est di Damasco, e da un rilievo orientato da sud-ovest verso nord-est, che parte dal massiccio del Monte Hermon (2.814 metri) e attraversa il paese. Il paese è bagnato dal fiume Eufrate a nord, la cui pianura forma una fertile mezzaluna, e dall’Oronte al centro; la Siria è soggetta a piogge invernali verso la costa mediterranea e a nord.

Il clima, di tipo mediterraneo, è caratterizzato da estati calde e secche e da inverni piovosi, con due brevi stagioni intermedie. D’estate le temperature possono raggiungere e superare i 40°. A Damasco, l’altitudine mitiga gli effetti della canicola. La pianura litoranea presenta un clima mediterraneo, con estati abbastanza calde e una forte umidità nell’aria, piogge scarse e inverni miti e piovosi. La zona montuosa presenta un clima continentale abbastanza rigido; l’inverno è freddo e piovoso (con nevicate e brevi periodi di nebbia).

Sui tavolati orientali il clima è desertico con estati molto calde (fino a 45°) e asciutte, mentre le notti sono spesso fresche. Le precipitazioni sono massime in gennaio e febbraio. Da agosto a fine settembre regna la siccità estiva.

Temperature medie

Damasco: da 2° d’inverno a 40° d’estate,
Aleppo: da 8° d’inverno a 40° d’estate.
I periodi migliori per partire sono i mesi di aprile – maggio e da metà settembre a metà ottobre. Le giornate sono soleggiate, piove raramente e il caldo è sopportabile.

Ministero del Turismo della Repubblica Araba di Siria
 
  •  

 Pubblicato da - 05 Marzo 2009 - © Riproduzione vietata

close