Cerca Hotel al miglior prezzo

Nanchang (Cina), visita alla cittą e alla ruota panoramica

Nanchang, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Città animata, brulicante di attività e attualmente in fase di rapida crescita economica e demografica, Nanchang vanta un posto d’onore nella coscienza collettiva cinese, dato che l’insediamento svolse un ruolo di primaria importanza nel corso della rivoluzione e, come viene sottolineato nei libri di storia, nel processo di consolidamento del Partito comunista. Il capoluogo dello Jiangxi è una metropoli moderna, abitata da poco meno di 4.000.000 di persone, situata a sud-ovest del Lago Poyang nel nord della provincia sulla riva orientale del fiume Gan. Pur non offrendo troppo dal punto di vista turistico, Nanchang è contraddistinta dalla presenza di alcuni bei parchi e rappresenta il punto di partenza ideale per recarsi a Luotiancun, Shuinan e Jingtai, caratterizzate da paesaggi bucolici, ma anche a Wuyuan e Lushan, la cui atmosfera europea è in grado di conquistare anche il più scettico dei visitatori.

Pur essendo stata fondata in epoca Han, Nanchang è rimasta per molti secoli un semplice villaggio di modeste dimensioni, balzando agli onori delle cronache solo all’inizio del Novecento quando, per vendicare l’atroce repressione perpetrata dal Kuomintang di Chiang Kaishek a Shanghai, Canton e Changsha contro i movimenti operai nel marzo del 1927, Zhu Enlai e il generale Zhu De attaccarono e vinsero le forze nazionaliste. Il primo agosto 1927, infatti, è la data che segna la nascita dell’Esercito di Liberazione Popolare e lo spostamento dell’interesse proseliti stico comunista dalle città alle campagne.

Al centro di Nanchang è ubicata la Piazza del Popolo, da cui prende inizio Zhongshan Lu, la graziosa via commerciale che si estende per diverse centinaia di metri in direzione ovest. Procedendo dalla stazione ferroviaria verso ovest lungo Zhanqian Lu si arriva direttamente alla rotonda Fushan, dalla quale si dirama verso nord-ovest Bayi Dadao, l’arteria principale che attraversa l’intero centro abitato da nord a sud. L’orgoglio della città e dei suoi abitanti è l’imponente Tengwang Gé, un enorme padiglione a nove piani edificato durante la dinastia Tang e più volte ricostruito. L’edificio, che deve il proprio nome a Li Yuanying, principe di Teng e governatore della prefettura Hongzhou, e la propria fama ai versi del poeta Wang Bo, è alto 45 metri e presenta un basamento granitico sul quale getta la sua lunga ombra una bella torre in legno. Non lontano, invece, si erge il gigantesco Tempio Youmin, in gran parte ricostruito, che contiene numerose interessanti statue.

Tra le molte vestigia in calcestruzzo del periodo comunista di Nanchang spicca la Renmin Guangchang, ovvero la “Piazza del Popolo”, caratterizzata dalla presenza del prosaico Bayi Jinian Ta, il “Monumento ai Martiri”, e fiancheggiata sul lato occidentale dal Salone delle Esposizioni, risalente al periodo stalinista. Il Museo Commemorativo dei Martiri della Rivoluzione si trova a nord della piazza, ma la maggior parte dei cittadini del capoluogo sembra preferire il Wal Mart situato a sud. Da non perdere anche il Museo Provinciale, ospitato in un edificio del 1952, che contiene oltre 50.000 reperti tra cui una bella collezione di ceramiche antiche.

Se le condizioni atmosferiche non fossero ideali per trascorrere troppo tempo a passeggiare all’aria aperta, il consiglio è quello di recarsi al Bayi Nanchang Qiyi, l’Ex Quartier Generale della Rivolta di Nanchang, raccomandato soprattutto ai simpatizzanti del Partito comunista cinese. Viceversa, se un pomeriggio mite e soleggiato dovesse indurvi il desiderio di passare qualche ora all’aperto immersi nel verde, il luogo ideale per soddisfare questa voglia è l’Isola Baihuazhou, posta al centro del fiume Gan, che ospita il Parco Primo Agosto e il Padiglione Guang Ao. Per concludere la visita alla città si possono passare in rassegna le belle residenze di Zhou Enlai e di Zhu De in Minde Lu.

Dal 2006 Nanchang è divenuta celebre per la costruzione della ruota panoramica più alta del mondo, che però dal 2008 ha dovuto cedere lo scettro del primato alla Singapore Flyer, più alta di 5 metri. La Star of Nachang aveva a sua volta tolto il primato alla ruota panoramica di Londra, Millenium Eye. la Stella di Nanchang raggiune i 160 m di altezza, facendovi godere di uno splendido panorama della città e della baia, in un tour dalla durata di circa 30 minuti. Conta di 60 cabine, ciascuna delle quali con 8 posti a sedere, per una capacità totale a pieno carico di 480 passeggeri.

Il clima della zona è subtropicale umido, caratterizzato da quattro stagioni nettamente distinte tra loro. Il caldo estivo comincia ad essere quasi insopportabile a partire dalla seconda metà di giugno e almeno fino alla fine di agosto, quando si registrano ancora massime di 34/35 gradi e minime superiori ai 25. D’inverno, invece, le temperature sono generalmente gradevoli, non troppo basse, tanto che anche in gennaio si registrano valori compresi mediamente tra 9 e 3 gradi, con massime pomeridiane che talvolta superano i 12/13 gradi. Le precipitazioni sono abbondanti, nell’ordine dei 1.600 mm di pioggia all’anno, e tendono ad intensificarsi soprattutto tra aprile e giugno, quando a imperversare è il monsone.

La città è servita da uno scalo aereo moderno, costruito nel 1996, ed efficiente: il Nanchang Changbei International Airport, situato 28 chilometri a nord del centro e collegato quotidianamente a Pechino, Guangzhou, Hong Kong, Shanghai e Xi’an. Pur non trovandosi sulla linea ferroviaria principale Guangzhou-Shanghai, Nanchang ha una stazione ottimamente servita da convogli diretti per Fuzhou, Shanghai e Wuhan, mentre dall’autostazione a lunga percorrenza partono corse regolari dirette a Jiujiang, Lushan, Anyi e Jingdezhen.
  •  

 Pubblicato da - 09 Novembre 2010 - © Riproduzione vietata

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close