Cerca Hotel al miglior prezzo

Rustenburg: viaggio alla scoperta della Cittą del riposo

Pagina 1/2

Rustenburg (in afrikaans e olandese “Città del riposo”) è una città della Provincia del Nordovest (North West) in Sudafrica, situata ai piedi del monte Magaliesberg ad un centinaio di chilometri da Pretoria e Johannesburg. Il primo insediamento è stato fondato dai coloni del ceto borghese nel 1851 come centro amministrativo di una fertile zona agricola, luogo di produzione di agrumi, tabacco, arachidi, semi di girasole e mais. A pochi anni dalla nascita, Rustenburg divenne meta di migrazioni di diverse famiglie indiane, tra le quali anche la famiglia Bhyat, il cui contributo alla storia della città è tutt’ora visibile presso la Fatima Bhayat Street, una delle vie più rappresentative del centro.

Rustenburg è sinonimo di relax, riposo, un centro a misura d’uomo dove è ancora possibile apprezzare la semplicità delle cose, immersi in uno scenario dove sono la natura e il verde a farla da padroni, raggiungendo la loro massima espressione con la fioritura estiva dei filari di Jacaranda, che colorano le strade di sgargianti tonalità di viola.

Il turismo, attività in decisa crescita negli ultimi anni, ruota attorno alle bellezze paesaggistiche della regione, tra le quali spiccano: il Kgaswane Game Reserve, un parco aperto agli escursionisti situato su un’altura antistante Rustenburg, habitat unico nel suo genere ed abitato da decine di specie di animale; la Madikwe Game Reserve, un paradiso naturalistico incontaminato esteso per quasi 75.000 ettari a nord del Pilanesberg, che ospita la seconda più grande famiglia di elefanti del Sudafrica; il Pilanesberg National Park, il più accessibile tra i parchi della zona, a breve distanza da Rustenburg ma facilmente raggiungibile anche da Pretoria e Johannesburg, tracciato intorno al cono di un vulcano ormai estinto e rifugio di molti mammiferi come leoni, leopardi e rinoceronti, che si radunano presso il Mankwe Dam, un punto di raccolta per gli animali situato al centro del parco dove scattare magnifiche foto, mentre presso i quattro accessi del parco trovano posto le gigantesche strutture di alloggio delle centinaia di uccelli che ogni giorno solcano il cielo sovrastante; e le Magaliesburg Mountains, dove percorrere il Magaliesberg Canopy Tour, un’eco avventura alla scoperta delle lussureggianti foreste distese lungo le pendici della catena montuosa.

Un altro aspetto importante della regione è la marcata presenza di minerali nel sottosuolo, la cui estrazione è stata avviata già nel secolo scorso, ma che negli ultimi decenni ha raggiunto una portata davvero significativa, determinando l’apertura di diverse industrie estrattive, specializzate soprattutto nel trattamento del platino, per il quale Rustenburg è il principale produttore del mondo.

Restando all’interno dei confini metropolitani, gli edifici di carattere storico e culturale più interessanti sono la Comunità tedesca di Kroondal,che risale al 1857, i diversi monumenti e le molte lapidi innalzate in memoria delle battaglie combattute sul territorio, la chiesa riformata olandese, consacrata da Andrew Murray nel 1851 ed oggi monumento nazionale, la chiesa anglicana, la cui prima fabbrica è risalente al 1870 ma che nel 1967 è stata profondamente modificata, e il cimitero, poco distante, dove riposano i funzionari britannici e gli soldati uccisi nelle battaglie di Buffelspoort, Moedswil e Koster durante le guerre anglo-boere.
... Pagina 2/2 ...
Pochi chilometri a nord-ovest di Rustenburg sorge Boekenhoutfontein, un sito di modeste dimensioni ex proprietà di Paul Kruger dove si possono apprezzare il più antico casolare colonico dello stato, il ranch fatto costruire dallo stesso Kruger nel 1841, e una statua bronzea realizzata dallo scultore francese Jean Achard in memoria del grande politico sudafricano.

Il clima è soleggiato per quasi tutto l’anno, con estati piacevoli ma non torride, caratterizzate da temperature medie intorno ai 27 gradi e da qualche intenso rovescio specie nelle ore più calde della giornata, a differenza della stagione invernale, più secca e meno piovosa, con temperature che oscillano tra 6 e 22 gradi.

Le infrastrutture sono attualmente in fase di ammodernamento, necessario in previsione dei Mondiali di calcio che si giocheranno anche a Rustenburg nel 2010, con progetti che riguardano l’aeroporto, pochi chilometri fuori dal centro ed attualmente servito solo da voli nazionali, e buona parte della rete stradale ed autostradale.

Fonte: South African Tourism
Maggiori informazioni al numero verde: 800 925 245
Visita Southafrica.net
 

loading...
close