Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Numana

Numana e il suo lido Marcelli, vacanza nelle spiagge del Conero

Pagina 1/2

La presenza imponente del promontorio del Conero fa da cornice a Numana, importante località turistica dell'Adriatico centrale famosa per le sue spiagge le acque limpide di colore verde smeraldo.

Nell'antichità questo era un porto commerciale dove si praticavano intensi scambi di prodotti tra la Grecia e le popolazioni locali – i cosiddetti piceni – presenti sulle coste marchigiane già nel 600 avanti Cristo. La sua importanza rimase salda anche durante la dominazione romana prima di subire un inesorabile declino durante il medioevo ed i secoli successivi, quando divenne un semplice borgo di pescatori quasi dimenticato fino alla nascita del Regno d'Italia. La bellezza del suo paesaggio non poteva tuttavia rimanere nascosta: il paese divenne presto conosciuto tra le famiglie nobili romane che all'inizio del XX secolo qui trovavano scenari perfetti per le loro vacanze estive; fu così che Numana ritornò agli antichi fasti di un tempo trasformandosi in una delle località turistiche più importanti della regione Marche.

Il territorio del paese può essere suddiviso in due porzioni distinte: Numana alta – cioè il centro storico più antico, che domina il mare da quasi 100 metri di altitudine e dal quale si possono osservare splendidi panorami della costa – e Numana Bassa, caratterizzata dal porticciolo e dalla lunga spiaggia di Marcelli che si apre a sud dello scalo marittimo. Quest'ultima località fu fondata nel Medioevo e riscoperta negli anni Sessanta come località turistica; qui infatti si concentrano gli alberghi e le strutture ricettive della zona meridionale del Conero.

Numana possiede numerose attrattive turistiche, ma senza dubbio è l'Antiquarium uno dei suoi fiori all'occhiello; si tratta di un importante museo che raccoglie reperti archeologici della zona, relativi a manufatti di epoca Picena (della necropoli di Numana, del VII-VI secolo a.C. ) e di epoca Romana rinvenuti tra gli anni Sessanta e Settanta durante un'intensa campagna di scavi che testimoniò l'importanza avuta da questa località in età protostorica.
Il crocifisso ligneo custodito nel moderno santuario (1969) del S. Crocifisso è invece un'altra opera di valore storico assoluto: si tratta infatti di un pezzo d'arte risalente a circa 900 anni fa, anche se la tradizione indica per quest'oggetto un'origine più antica, forse addirittura del tempo stesso di Cristo.

Tra i monumenti di Numana merita certamente una citazione la sua particolare “Torre”, oggi in realtà un semplice arco ogivale di origine medievale a cui gli stessi abitanti non sanno dare un significato funzionale, anche se i più anziani ricordano che durante la Prima Guerra Mondiale la struttura era usata come torre d'avvistamento delle flotte nemiche. Girovagando per il centro del paese non ci si potrà esimere dal visitare il luogo simbolo per eccellenza di Numana che racchiude in sé l'essenza della località marchigiana: la Costarella, un ripido vicolo a scale che i pescatori percorrevano in passato per scendere verso il mare e luogo particolarmente gradevole nel quale passeggiare alla sera tra botteche di artisti, abitazioni e piccoli ristoranti.

Di epoca romana sono visibili solo i resti di una meta del circo e pochi altri resti inglobati in alcuni scantinati privati. Secondo documenti storici la Numana romana possedeva un circo, l'anfiteatro, un tempio dedicato a Venere.

Numana è celebre soprattutto per le sue spiagge, molto varie ed in grado di soddisfare i gusti dei turisti più esigenti; annualmente la località ottiene anche riconoscimenti importanti come le vele della guida Blu di Legambiente e la Bandiera Blu europea. L'arenile più esteso è quello che si estende dal porticciolo di Numana Bassa verso sud, comprendendo anche la spiaggia di Marcelli; si tratta di un nastro di sabbia fine e curata, intervallato a porzioni più ghiaiose, che si estende in pratica per circa 8 km fino a Porto Recanati. Nel primo tratto la spiaggia è piuttosto larga, ma poi tende ad assottigliarsi; grazie alle strutture balneari presenti ed alle caratteristiche della costa – più bassa rispetto alle altre spiagge circostanti – Marcelli risulta particolarmente idonea alle famiglie.

... Pagina 2/2 ... A nord del Porticciolo si trova invece la spiaggia di Numana Alta, meglio conosciuta con il nome di “Spiaggiola”; essa è la prima di una serie di spiagge sempre più spettacolari man mano che si risale verso nord in direzione del promontorio del Conero. Le rocce calcaree ripide della montagna rendono molto spettacolari i paesaggi e creano della baie appartate, alcune delle quali raggiungibili unicamente dal mare, mentre altre si raggiungono via terra attraverso sentieri insidiosi.

Da ricordare la presenza nelle vicinanze anche delle spiagge di Sirolo, tra cui la spiaggia Urbani, quella di San Michele, quella dei Sassi Neri e le incantevoli spiagge delle Due Sorelle e della Vela, mentre più lontane sono quelle della zona di Portonovo, sulla punta del Conero.

Il promontorio è sede del Parco Regionale del Monte Conero, un'area protetta di 58 chilometri quadrati che include la cima della montagna alta 572 m sul livello del mare. Si tratta di un ambiente caratterizzato da rocce calcaree più dolci lungo il fianco occidentale del monte e decisamente più aspre sull'altro versante, che si gettano nel mare dando vita a falesie e paesaggi spettacolari. Gli ambienti incontaminati del Conero ospitano molte specie di mammiferi tra cui volpi, tassi, donnole e puzzole e sono particolarmente adatti per la pratica del birdwatching.

Le manifestazioni culturali, i mercatini ed il divertimento non possono mancare in una località turistica di tale prestigio, per cui una vota giunti sul posto non sarà difficile trovare un programma dettagliato dei concerti e delle attività nel circondario; tuttavia si segnalano in particolare alcuni eventi come la Festa di Cristo Re che si celebra l'ultima domenica di ottobre, molto sentita dalla popolazione locale, dove si svolge una processione solenne che conduce il celebre crocifisso fino al porto cittadino. Di carattere più prosaico ma non meno interessante è la mostra di pittura della Costarella denominata “Arte sotto le Stelle” che si tiene nei mesi di luglio e agosto nella celebre scalinata del vicolo. Ma l'evento più atteso, è alla vigilia di Ferragosto, con la Festa della Madonna dell’Assunta con la statua che riemerge dalle acque del porto.

Il clima di Numana rispecchia le caratteristiche delle coste marchigiane, con una climatologia tipicamente mediterranea caratterizzata da estati soleggiate e relativamente secche.
La stagione balneare si estende da fine maggio a fine settembre, con temperature calde che raggiungono i 27-29 °C con punte anche di 33-35 °C quando soffia intenso il vento secco da sud-ovest. Le piogge più abbondanti solitamente cadono in autunno e all'inizio dell'inverno.

Numana si raggiunge facilmente con l'autostrada adriatica A14; a chi procede verso sud si consiglia l'uscita Ancona Sud-Osimo, mentre per chi proviene in direzione nord è conveniente uscire a Loreto-Porto Recanati. Non esistendo una linea ferroviaria, si può prendere come riferimento Ancona, da dove partono quotidianamente diversi autobus.
Il capoluogo marchigiano è inoltre dotato di un importante porto che collega l'Italia alla Croazia ed alla Grecia, mentre per chi sceglie l'aereo si ricorda che Numana si trova a circa 30 km dall'Aeroporto Internazionale Raffaello Sanzio di Ancona-Falconara.
loading...
close