Cerca Hotel al miglior prezzo

Lido Adriano, estate nei lidi ravennati, tra mare e Mirabilandia

Lido Adriano, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Dal primo sole estivo all’inizio dell’autunno, un’ondata vivace di turisti si riversa sulla Riviera Romagnola alla ricerca di relax e tintarella, divertimento e vita all’aria aperta. Ad attenderli c’è una collana di località balneari rinomate, una vicina all’altra ma ciascuna con la propria personalità, come per dare al visitatore l’opportunità di passarle in rassegna e scegliere la più adatta alle proprie esigenze.

Chi ha bisogno di rigenerarsi dai ritmi stressanti della città, ed è alla ricerca di quiete, silenzio e spensieratezza, può scegliere a colpo sicuro Lido Adriano, uno dei Lidi Sud che fanno parte del comune di Ravenna, a una decina di chilometri dal capoluogo. Qui le giornate estive trascorrono serene, con ritmi blandi e pacati, ma non mancano le piccole sorprese che sapranno stupirvi e divertirvi: di giorno ci si può rilassare sulla spiaggia, un arenile ampio dalla sabbia chiara e soffice, che immergendosi nel mare mantiene il fondale basso e sicuro, perfetto per le passeggiate o per i giochi dei più piccoli.

Per alternare i momenti di pace con qualche passatempo all’aria aperta, gli stabilimenti balneari di Lido Adriano suggeriscono tante proposte di svago: per rigenerarsi ci si può ristorare con bibite, spuntini e piatti di pesce nei bar lungo la spiaggia, ma si può anche usufruire delle strutture sportive e cimentarsi con il beach volley, il beach tennis e il pingpong. Per stare a contatto con la natura non c’è niente di meglio di una bella passeggiata o una pedalata nella pineta, che incornicia la spiaggia separandola dal centro, e offre percorsi ombreggiati dominati dal profumo fresco della resina e dal fruscio dolce delle chiome dei pini.

Tra i numerosi stabilimenti balneari di Lido Adriano, moderni e dotati di strutture accoglienti, ce ne sono alcuni che fungono da piccoli centri nautici, mettendo a disposizione alcuni posti barca e magazzini per le attrezzature: è il caso del Centro Nautico Bagno Marina, del Bagno Sabbia D’Oro, del rimessaggio barche Il Pellicano e del Centro Nautico la Rosa dei Venti. In questo modo chi possiede una piccola barca avrà la possibilità di “parcheggiarla” in uno spazio adeguato, per metterla in mare ogni volta che desidera farsi cullare dall’ondeggiare dell’Adriatico.

Ma Lido Adriano, nonostante la pace e la tranquillità che lo caratterizzano, non è un paese isolato dal resto del mondo. Tutt’altro: la sua posizione geografica, in una regione viva e ricca come l’Emilia Romagna, fa sì che la cittadina marittima sia circondata da attrazioni naturalistiche, storiche e culturali di tutto rispetto. Sulla costa c’è un’oasi naturalistica affascinante, il Parco del Delta del Po, che occupa un territorio di 52 mila ettari e costituisce una zona umida tra le più produttive e ricche di biodiversità. Qui, oltre al paesaggio suggestivo, si possono osservare innumerevoli specie di volatili interessanti e si può assistere alla fioritura delle piante caratteristiche di questi ambienti.

Sul fronte del puro svago c’è il Parco divertimenti di Mirabilandia, a pochi chilometri da Lido Adriano sulla S.S. Adriatica, il più grande d’Italia nel suo genere, con una vasta offerta di attrazioni per grandi e piccoli, una piscina con gli scivoli e tanti spettacoli in ogni momento della giornata. Anche gli assetati di cultura, allontanandosi un poco dalla riviera, troveranno pane per i loro denti: basti citare la splendida Ravenna, con le sue chiese magnifiche, i mosaici di epoca bizantina, ma anche soltanto il centro grazioso, curato e ricco di negozi.

Comunque si decida di trascorrere il proprio soggiorno a Lido Adriano, optando per una formula dinamica o, al contrario, votata al totale relax, una costante vi accompagnerà in ogni situazione: l’ottima cucina dell’Emilia Romagna, che in queste zone di mare si esprime al meglio nei piatti di pesce fresco e nella deliziosa piadina al testo, da gustare all’aria aperta presso uno dei tanti chioschi tradizionali. Da assaggiare anche le grigliate di carne, i cappelletti e le tagliatelle all’uovo tirate al mattarello, e per accompagnare la mitica piada non c’è niente di meglio di salumi e formaggi, magari accompagnati dal miele di pineta.

Per assaggiare le specialità locali ci sono delle occasioni particolarmente propizie, ovvero le manifestazioni egli eventi che vengono organizzati nell’arco dell’anno in paese e sulla spiaggia. Le feste più amate cominciano già dalla primavera, quando le vie cittadine vengono invase dalle bancarelle dei Mercatini di Primavera e si festeggia la “Pasqua al mare”. Inoltre da giugno a settembre, lungo viale Virgilio, è allestita la fiera estiva che espone prodotti naturali e biologici, prodotti gastronomici tipici, manufatti locali e opere di artisti di strada.

Probabilmente lo spirito solare e ospitale di queste terre dipende anche dal clima mediterraneo piacevolissimo, con inverni freddi ma non troppo rigidi, addolciti dall’influsso del mare, e estati calde ma non troppo, sempre mitigate da una brezza leggera che spira dall’Adriatico. Le temperature medie del mese più freddo, gennaio, vanno infatti da una minima di 0°C a una massima di 5°C, mentre in luglio si va dai 19°C ai 28°C. Le precipitazioni, scarse nella stagione estiva, raggiungono il picco massimo in novembre, quando cadono in media 68 mm di pioggia.

Per raggiungere Lido Adriano si può scegliere tra diverse possibilità. Chi viaggia in auto e viene da Bologna deve percorrere l’autostrada A14 per Ancona e uscire a Ravenna, quindi seguire le indicazioni verso i Lidi Sud-Lido Adriano; chi invece viene da Roma deve percorrere la superstrada E45 da Orte a Ravenna e uscire a Ravenna Sud per poi seguire i cartelli fino alla meta. Chi sceglie il treno trova la stazione di Ravenna sulle linee ferroviarie Bologna-Ravenna, Rimini-Ravenna e Ferrara-Ravenna. Gli ultimi 11 km dal capoluogo a Lido Adriano si possono fare in autobus. Infine gli aeroporti più vicini sono quelli di Forlì, Rimini Miramare e Bologna, rispettivamente a 35 km, 60 km e 90 km.
  •  

 Pubblicato da - 27 Febbraio 2010 - © Riproduzione vietata

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close