Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Casciana Terme

Casciana Terme (Toscana): visita alla cittą termale e i suoi eventi

Pagina 1/2

Adagiata nella culla verde delle colline pisane, Casciana Terme è agghindata da collane di vigneti e uliveti generosi, incastonata nell’alto bacino del torrente Cascina. Disseminate lungo il pendio dei colli Parlascio e Vivaia, le case del borgo ospitano circa 3700 abitanti e compongono, con la grazia e la timidezza dei paesi antichi, questo piccolo comune in provincia di Pisa, nel cuore della Toscana.

Ciò che oggi costituisce Casciana Terme era, sino al 1927, la parte più meridionale del comune di Lari, ma già veniva distinta col nome di Bagno ad Acqua o Bagni di Casciana. Il toponimo rivela ovviamente la presenza delle terme, ma chi soggiorna a Casciana non può trascurare altre attrattive imperdibili: un paesaggio spettacolare, una cucina genuina, persone ospitali e tante testimonianze storico-artistiche di pregio fanno da degno contorno a questa località termale.

I bagni termali

In effetti la meta è nota specialmente per lo stabilimento termale, alimentato dalle acque calcico-sulfuree che sgorgano a una temperatura costante di 37°C. Alla fonte è legata una famosa leggenda: si dice infatti che a scoprire la sorgente fu la contessa Matilde di Canossa, la quale possedeva come animale da compagnia un merlo anziano e ormai pieno di acciacchi. Quando si accorse, con grande stupore, che il volatile riacquistava vitalità ed energia, e il suo piumaggio era tornato lucido come un tempo, la fanciulla iniziò a pedinarlo nelle sue uscite solitarie, scoprendo una strana acqua in cui il merlo si bagnava ogni mattina. Erano quelle le acque termali di Casciana: avendo compreso le proprietà benefiche della fonte, la contessa fece costruire le prime vasche, che fino al 1927 appartenevano al comune di Lari.

Oggi l’utilità delle acque termali è nota: sono ideali nelle moderne terapie di riabilitazione motoria, perfette anche per cure cardiovascolari e inalatorie, per il miglioramento della funzione digestiva e per alcuni trattamenti del viso, grazie a un’azione rilassante del tutto naturale.

Cosa vedere a Casciana Terme e dintorni

Dopo aver soggiornato alle terme vale però la pena di visitare il centro storico di Casciana, dove abbondano testimonianze storico-artistiche e architettoniche. Molto belle sono le chiese, tra cui spicca quella di San Martino in Pietraia, realizzata nel Trecento ma completamente ristrutturata nel 1807, che contiene un importante crocifisso esposto ogni anno per la festa del 3 maggio.

Da vedere anche la Chiesa di Santa Maria Assunta, di origini molto antiche ma più volte modificata nei secoli. All’interno si possono ammirare la Madonna del Rosario di Domenico Passignano e la tavoletta trecentesca con la Madonna col Bambino, detta “delle Grazie”, attribuita al Maestro di San Torpè.
... Pagina 2/2 ...
Un altro interessante edificio di culto è l'Oratorio della Madonna dei Sette Dolori, appartenente in origine a un ospedale dedicato a San Bartolomeo, probabilmente utilizzato per accogliere i pellegrini e i poveri senza un tetto.

Chi non si accontenta di Casciana Terme può spingersi a visitare i dintorni, alla scoperta delle bellezze culturali e naturalistiche della zona: la torre Acquisana, la pineta della Farnia, il Santuario della Madonnina dei Monti, le frazioni di Colle Montanino, di Ceppato con la sua vecchia torre e di Parlascio, con la massiccia rocca, sono solo alcune delle tappe da non lasciarsi sfuggire.

Eventi e manifestazioni

Tornando nel centro del borgo e volendo vivere più da vicino le tradizioni e gli usi locali, si può prendere parte a una delle numerose manifestazioni che affollano il calendario di Casciana. Tra le occasioni più note si ricordano la festa patronale del Santissimo Crocifisso del 3 maggio, il carnevale paesano, la festa di San Genesio dedicata ai bambini e il Presepe Vivente, per tutto il periodo natalizio. Particolarmente vivace e suggestiva è “Casciana Fiorita”, un’allegra mostra di balconi fioriti che si conclude con la premiazione del “giardino pensile” più rigoglioso.

Quando andare, periodo migliore

Alle atmosfere ospitali e familiari del luogo fa eco un clima solare, mite, caratterizzato da temperature sempre piacevoli e tanto sole specie dalla primavera all’inizio dell’autunno. Le temperature medie del mese più freddo, gennaio, vanno infatti da una minima di 2°C a una massima di 11°C, mentre in luglio e agosto, i mesi più caldi, si passa dai 17°C ai 29°C. Le precipitazioni, scarse nella bella stagione, si concentrano maggiormente in ottobre e novembre, quando cadono mediamente 120-122 mm di pioggia mensili.

Come arrivare

Anche se Casciana Terme, come molte località termali, gode di una posizione suggestiva e un po’ isolata, immersa in una natura incontaminata e lontana dal caos, raggiungerla non è difficile. Chi sceglie di spostarsi in auto deve, dalla Superstrada Pisa-Firenze, uscire a Pontedera-Ponsacco e continuare sulla SS439 verso Volterra, deviando sulla provinciale per Casciana Terme. Chi usa il treno deve scendere a Pontedera, lungo la linea Pisa-Firenze, quindi servirsi dell’autobus fino a destinazione. Infine gli aeroporti più vicini sono quelli di Pisa e Firenze, rispettivamente a 43 km e 80 km circa.
loading...
close