Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Marliana

Marliana (Toscana): visita al comune del pistoiese e i suoi eventi

Pagina 1/2

Marliana, Comune posto sulle colline di Pistoia in Toscana ad un'altitudine di 469 m. sul livello del mare, è il terzo comune più piccolo della provincia pistoiese. Le antiche vie del borgo si prestano a chi vuole trascorrere qualche ora di svago e di convivialità ed ammirare tutto quello che la natura ha messo a disposizione.

Cenni di storia

Questo territorio, abitato fin dalla preistoria prima dai liguri per arrivare ai bizantini, si pensa fosse stato attraversato da Annibale durante la sua marcia su Roma. In età comunale fu avamposto dei pistoiesi verso i territori lucchesi ma Castruccio Castracani, condottiero lucchese, riuscì ad occuparli fino alla sua morte. La popolazione di queste zone venne poi decimata dalle soventi epidemie del 1300 ma, piano piano, riusci a ripopolarsi e, nel 1800 raggiunse il boom demografico. Gli abitanti di queste terre furono costretti ad emigrare come la maggior parte dei comuni montani dell'Appennino tosco-emiliano. Per fortuna arrivò il turismo a far rivivere questi luoghi pieni di suggestione.

Le frazioni di Marliana e cosa vedere

Il Comune di Marliana conta cinque frazioni: Avaglio, Casore del Monte, Momigno, Montagnana Pistoiese e Serra Pistoiese, la più alta fra le frazioni a 811 m.s.l.m.

Nel cuore della Alta Valdinievole, a circa 25 Km. da Montecatini (noto centro termale) e a meno di un'ora di auto da Firenze, si trova Serra Pistoiese, antico borgo medievale immerso nel verde tra i boschi di castagno, adatta per chi ama fare trekking oppure come base di partenza per visitare il nord della Toscana. Serra si snoda lungo il crinale della montagna circondata da antiche mura ed il campanile della chiesa di San Leonardo, una volta torre di guardia del castello, ha un'antica porta con uno stemma mediceo in pietra. Poco distante dal paese si trovano ancora i ruderi della pieve di Furfalo che ebbe molti anni di splendore ma fu definitivamente distrutta nel 1327 da Castruccio Castracani durante l'assedio al castello del borgo. A Serra la vita sembra essersi fermata 100 anni fa con i suoi ritmi lenti e fuori dallo stress.

Casore del Monte si snoda lungo il crinale che da Femminamorta arriva a Serravalle Pistoiese fra il torrente Nievole ed il Vincio. Ha una posizione privilegiata ed è una terrazza naturale dove si può godere di una vista eccezionale fin nella lucchesia da una parte e, quando il cielo è sereno, si riesce a vedere il Campanile di Giotto, la Cupola del Brunelleschi a Firenze e persino alcune isole dell'Arcipelago Toscano. Da Casore partono vari sentieri di trekking che passano in mezzo a castagni ad alto fusto.

Avaglio, altra frazione di Marliana, è circondata da fitti boschi di castagno, acacia, cerro, abete e acero ed è conosciuta per la lavorazione delle castagne e la raccolta dei funghi.

Momigno, frazione con circa 550 abitanti, è conosciuta in zona per la lavorazione della farina dolce adatta a cucinare i necci nei classici "testi" arroventati dove si adagia la farina in mezzo a due foglie di castagno da dove ne escono gustose frittelle schiacciate, il castagnaccio e la polenta dolce.

... Pagina 2/2 ... Montagnana Pistoiese, a 326 metri di altezza, è alle pendici dell'Appennino tosco-emiliano. Conserva nella sua chiesa un organo storico dei Fratelli Tronci e la torre campanaria fu costruita sul' antica torre difensiva. Interessante da visitare un vecchio "metato" ( essiccatoio per le castagne) ancora funzionante.

Sagre, eventi e manifestazioni

Tutti gli anni questi borghi si riempiono di gente che partecipano alle varie sagre paesane allestite dalla Pro Loco e dal Comun per attirare i turisti e dar modo di conoscere ed apprezzare le dolci colline pistoiesi.

La Sagra delle frittelle dolci è organizzata ogni anno nella piazza centrale del paese dove vengono fritti, in una grossa padella, questi dolcetti prelibati accompagnati da buon vino e dalla musica della fanfara degli alpini.

A Montagnana ogni anno ad ottobre si tiene la Sagra della Frugiata, più conosciuta come caldarrosta, preparata nel tipico padellone e distribuita con il vin brulè e accompagnata da altri prodotti tipici come: necci farciti con la ricotta o nutella, il castagnaccio e le frittelle di riso.

La tradizione della Sagra dell'Uovo Sodo che si tiene tutti i lunedì di Pasquetta a Panicagliora, frazione di Marliana, è un' appuntamento che si ripete ormai da più di 50 anni. La mattina inizia con la processione e la messa intorno alla Pieve di S.Andrea dove avverrà la benedizione delle uova. Nel pomeriggio in paese ci saranno giochi, bancarelle e la distribuzione delle uova benedette a tutti i partecipanti.

Come arrivare

Marliana si raggiunge facilmente da Pistoia (casello Pistoia autostrada Firenze-Mare A11) seguendo le indicazioni per la strada che porta alla Zoo di Pistoia e continuando guardando attentamente la segnaletica. Per chi viene da Lucca, uscire al casello d Montecatini Terme (A11) e seguire le indicazioni.

loading...
close