Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Casarsa della Delizia

Casarsa della Delizia: visita alla cittą di Pasolini e i suoi eventi

Pagina 1/2

Situato alla stessa distanza dal mare Adriatico e dalle Alpi, il paese di Casarsa della Delizia si caratterizza per la presenza di un gran numero di corsi d'acqua, in virtù del fatto che è attraversato dalla linea delle risorgive: il più importante è, senza dubbio, il Tagliamento, a poco distanza dal centro abitato.

Storia

In età romana, questo territorio presentava un insediamento abitativo stanziale, rimasto tale ai tempi dei Longobardi: proprio a tale epoca risale l'episodio a cui il paese deve il nome (Casarsa, dall'incendio e dal saccheggio che si verificarono). In epoca medievale, la località si trovava alle dipendenze dell'Abbazia di Sesto al Reghena.

Dopo aver fatto parte della Patria del Friuli, fu annessa all'Italia insieme con il resto della Repubblica di Venezia, nel 1866, avendo già incorporato la località Sile e una parte del comune di San Giovanni.

Cosa vedere a Casarsa della Delizia

Chi fosse interessato a compiere un giro turistico di Casarsa della Delizia ha solo l'imbarazzo della scelta per i molteplici punti di interesse in cui ci si può imbattere. La vecchia chiesa parrocchiale, per esempio, è la Chiesa di Santa Croce e San Rocco, preziosa non solo perché è stata edificata nel Quattrocento, ma anche perché ospita un ciclo di affreschi di Pomponio Amalteo. Non solo: questa è la chiesa in cui si sono tenuti, a metà degli anni '70 del secolo scorso, i funerali di Pier Paolo Pasolini.

Proprio la tomba di Pier Paolo Pasolini è meta di pellegrinaggio di seguaci del poeta e regista o semplici curiosi: situata nel cimitero cittadino, è stata progettata da Gino Valle ed è collocata di fianco al sepolcro materno.

I luoghi pasoliniani sono visitati ancora oggi: verso la piazza Centrale c'è la casa materna dell'artista, che oggi accoglie il Centro Studi a lui dedicato, con dipinti e documenti risalenti agli anni in cui era in vita.

Dal punto di vista architettonico, merita di essere osservato anche l'ex Municipio, realizzato a cavallo tra la fine degli anni '60 e l'inizio degli anni '70 del Novecento: a progettarlo è stato sempre Gino Valle.
... Pagina 2/2 ...
Nella frazione di San Giovanni, spicca il Duomo, in stile neogotico, completato nei primi anni del XIX secolo: al suo interno c'è una Decollazione di San Giovanni Battista dipinta da Pomponio Amalteo.

Sempre a San Giovanni, ci si può imbattere nella chiesetta di San Floreano, con un ciclo di affreschi di Cristoforo Diana, magari dopo aver passeggiato sotto gli archi della loggia, là dove Pasolini appendeva i manifesti politici da lui stesso scritti ai tempi della militanza nel Partito Comunista locale.

Eventi, sagre e manifestazioni

La Sagra del Vino, prossima a tagliare il traguardo delle 70 edizioni, è uno degli appuntamenti più attesi della primavera e, in generale, di tutto l'anno a Casarsa della Delizia. Per i numerosi giorni in cui si articola la manifestazione, sono decine e decine gli eventi in programma, dedicati sia agli adulti che ai bambini, organizzati con la collaborazione di centinaia di volontari della Pro Loco.

Il 13 gennaio, nella località di Versutta, va in scena la Festa di Sant'Antonio, mentre in piena estate nel centro del paese viene organizzata la Sagra di San Rocco, che prende il via il giorno di Ferragosto e si conclude il 17 agosto.

La Festa di San Giovanni ha luogo, ovviamente, nella località omonima, in genere tra il 20 e il 24 giugno. Gli abitanti del posto, inoltre, sono molto legati ai Falò dell'Epifania, le cosiddette Foghére, che illuminano la notte tra il 5 e il 6 gennaio nei diversi borghi del paese.

Come arrivare a Casarsa della Delizia

Per giungere in treno si può sfruttare la stazione ferroviaria del paese, che si trova sulla linea che collega Udine con Venezia. L'aeroporto più vicino è quello di Trieste - Ronchi dei Legionari, a una sessantina di chilometri di distanza. In auto, si può prendere l'Autostrada A4 Venezia - Trieste e, dopo essere usciti a Portogruaro, continuare in direzione Pordenone lungo la A28. Da Udine, è consigliabile imboccare la strada statale S464 seguendo le indicazioni per il paese.
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close