Cerca Hotel al miglior prezzo

Trescore Balneario e le sue Terme: vacanza tra cultura e benessere

Trescore Balneario, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Arte, benessere, natura e cultura: sono questi gli ingredienti irresistibili che compongono Trescore Balneario, dando vita a una ricetta impareggiabile di ospitalità e comfort. Incastonato nella Val Cavallina, di cui costituisce il paese principale, il comune lombardo si trova a soli 15 km dal capoluogo provinciale, Bergamo. Trescore Balneario è un puzzle di contrade pittoresche: Piazza, Torre, Strada, Riva, Macina, Fornaci, Canton-Vallese e Muratello sono i nomi suggestivi delle tessere che lo formano, ciascuna con le sue caratteristiche, le sue tradizioni e le sue meraviglie architettoniche o naturalistiche. Il risultato complessivo è un grosso polo commerciale, artistico e termale, famoso sin dall’antichità grazie alle proprietà benefiche delle fonti termali locali.

In effetti, sin dai tempi dei romani, il turismo termale è tra le componenti più sviluppate dell’economia di Trescore. Valorizzati specialmente dall’opera di Bartolomeo Colleoni, gli impianti hanno conosciuto nel corso degli anni vari interventi di ristrutturazione, sino a raggiungere la’spetto curato e accogliente di oggi. Le acque locali sono tra le poche, in Italia, ad essere classificate come sulfuree forti, caratterizzate da un’alta concentrazione di idrogeno solforato e altri numerosi composti sulfurei. E’ proprio questa caratteristica a garantire le proprietà anticatarrali, antinfiammatorie e antisettiche, adatte a riattivare la microcircolazione mucosa.

Non bisogna dimenticare i pregi dei fanghi naturali, prelevati da una cava situata proprio al di sopra della falda acquifera, ricchissimi di sostanze preziose per l’organismo e il benessere psico-fisico. Dopo essersi rilassati presso i centri termali di Trescore Balneario, si possono raccogliere le energie necessarie a una bella passeggiata nel centro del paese. Le meraviglie architettoniche sono tante e variegate, appartenenti a secoli differenti: si può cominciare dalla pittoresca piazza a pianta irregolare, dominata dalla Torre Suardi del Duecento, riportata nel Settecento all’altezza originaria.

Continuando a passeggiare sul corso principale ci si imbatte nella neoclassica Chiesa Parrocchiale dedicata a San Pietro, sormontata da una bella cupola e arricchita all’interno da dipinti pregevoli di artisti veneti, quali Antonio Balestra e Sebastiano Ricci. Opera di Bartolomeo Manni di Rovio è, invece, l’altare maggiore di marmo. Il gioiello artistico più prezioso di Trescore, tuttavia, sono forse gli affreschi di Lorenzo Lotto che agghindano con colori splendenti la Cappella Suardi. E’ una graziosa cappella situata all’interno dell’abitazione privata appartenuta ai discendenti dei Suardi, sulla strada statale del Tonale, e il ciclo di affreschi narra le storie di Santa Barbara e Santa Brigida, realizzato su commissione della nobile famiglia nel lontano 1524.

Degna di nota è la splendida Villa Terzi, visibile da lontano lungo la strada che conduce a Cenate Sopra, in località Canton, una delle rappresentanti più significative dell’architettura settecentesca nella provincia. Da vedere, infine, l’ospedale fondato da Sant’Isidoro Bortolotti, che aveva comprato a sue spese una parte dell’antico convento cappuccino, e le numerose chiesette romaniche o barocche della zona. Sulla cima del Colle Riardo, per completare l’esplorazione dell’area, si erge impettito l’omonimo castello.

Trescore Balneario è anche un repertorio infinito di occasioni divertenti, manifestazioni popolari, eventi culturali e sagre paesane. Tre le occasioni migliori per conoscere gli usi locali ci sono la festa dell’uva e dell’agricoltura bergamasca, la festa della bitta e della musica nella seconda metà di agosto e l’Infestando, un festival primaverile dedicato alla creatività e all’inventiva, pensato per i giovani musicisti, pittori, scultori, fotografi e scrittori emergenti.

Per raggiungere Trescore Balneario ci sono diverse possibilità, tutte comode e agevoli grazie alla vicinanza di città importanti quali Milano, Brescia, Cremona e Como. Chi viaggia in auto può prendere l’autostrada A4 Milano-Venezia e uscire a Seriate se venite da Milano o a Grumello-Telgate se venite Brescia. Si continua poi sulla strada statale del passo del Tonale fino a destinazione. Per chi sceglie il treno c’è la stazione ferroviaria di Bergamo a 17 km, mentre l’aeroporto più vicino è quello di Bergamo Orio al Serio, a 15 km dalla meta, da cui si può continuare in macchina o in bus.

Giunti a destinazione ci si immerge in un clima temperato abbastanza mite, con inverni freddi ma non eccessivamente rigidi e estati calde, piacevoli e adatte alla vita all’aria aperta. Le temperature medie del mese più freddo, gennaio, vanno da una minima di -2°C a una massima di 6°C, mentre nel mese più caldo, luglio, si va dai 17°C ai 28°C. Le precipitazioni si concentrano tra maggio e agosto, quando cadono in media 110-129 mm di pioggia mensili.
  •  

News più lette

close