Cerca Hotel al miglior prezzo

Mariano Comense (Lombardia): il Parco della Brughiera Briantea e la cittą

Mariano Comense, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Oltre a essere un affermato polo industriale di rinomato blasone, Mariano Comense è in primis una città che vive agilmente degli effetti della sua bella posizione in provincia di Como (a metà strada fra il capoluogo e Monza, fra alta pianura e collina comasca, immerso nel Parco della Brughiera Briantea ch’è un immenso bosco provvisto di tre laghi artificiali), laddove il tessuto lombardo maggiormente enfatizza il valore socio-culturale della regione.

Storia

Questo vitale comune di 25.000 abitanti ha origini antiche che fanno risalire la sua fondazione all’epoca celtica, definita più propriamente nell’era romana testimoniata da tombe e reperti archeologici ritrovati a distanza di poco tempo l’uno dall’altro. Il borgo allora era un luogo gettonato dal console Flavio Teodoro Manlio, per lui una località di villeggiatura in cui ritirarsi di fatto a vita privata mettendo però mano a progetti di opere pubbliche importanti che, tuttavia, hanno lasciato ben poche tracce. Longobardi e Carolingi portarono nel centro urbano una spinta evolutiva attraverso la quale Mariano iniziò una lenta espansione che interessò principalmente il ruolo di pieve, con 24 chiese poste sotto la Prepositurale di Santo Stefano. La stessa Pieve di Mariano faceva capo al contado della Martesana in una parentesi medievale dove imperava la feudalità, dalla quale non era certo indenne il paese, dotato di un castello.

Si annoti che Mariano Comense fece parte della Lega Lombarda schierata contro Federico Barbarossa, in concomitanza a una prorompente fioritura economica di riconosciuto spessore. Annesso al Ducato di Milano sotto comando dei Visconti prima e degli Sforza dopo, il feudo andò suo malgrado incontro al periodo buio delle pestilenze seicentesche, precedente all’incombere degli occupanti austriaci, i quali annientarono il banditismo e introdussero l’architettura elegante delle ville signorili citiamo Villa Besana, Villa Porta Spinola con il suo parco pubblico, Villa Passalacqua Trotti, attualmente sede degli uffici comunali, e Villa Sormani dove nel 2018 si è svolta una interessante mostra sulla Bici Graziella. I Marianesi si unirono convintamente alla causa risorgimentale e alcuni di loro presero parte alla spedizione dei Mille garibaldini rendendosi attivi complici dell’Unità d’Italia. Mariano non si tirò indietro nemmeno di fronte alle esigenze di sacrificio delle guerre mondiali, pagando dazio pesante in termini di decimazioni e distruzioni subite.

Cosa vedere a Mariano Comense

Mariano Comense predispone di un folto entourage ecclesiastico che affianca così alla già citata Prepositurale altri edifici di culto non meno importanti, ad esempio il Battistero di San Giovanni Battista, dal 1912 ritenuto Monumento Nazionale in un abitato nominato "Città" dal 1996. La struttura sacra risale più o meno all’anno Mille e fa presa nei visitatori per l’orientamento quadrangolare, le linee romaniche e l’innalzarsi della cupola ottagonale.

Non si sa invece quando sia stato fondato il Santuario di San Rocco, che accentua il divario stilistico fra la sua facciata e il campanile laterale, molto diversi per estetica e postura. La Parrocchiale del Sacro Cuore è recente perché eretta fra gli anni ’50 e ’60 del Novecento, eccettuata la torre campanaria sorta nel 2002. Ha beneficiato dell’elevazione a parrocchia anche la Chiesa di Sant’Alessandro, la cui costruzione ha di fatto inaugurato il XX secolo, una fanciulla ecclesiale rispetto alla Chiesa di San Francesco ch’è duecentesca e può dunque considerarsi una decana della categoria seppur sia più vecchia la Chiesetta di San Martino.

Eventi, sagre e manifestazioni

Fra gli eventi di rilievo si ricordano Sapori in Scena che apre le porte della primavera e la Sagra Brianzola nel primo fine settimana di ottobre.

Come arrivare a Mariano Comense

In città arriva la SP 32; la stazione di Mariano Comense si trova sulla linea ferroviaria Milano – Asso; aeroporti comodi risultano Milano Malpensa, Milano Linate e Orio al Serio presso Bergamo.
  •  

News più lette