Cerca Hotel al miglior prezzo

Buccione (Piemonte): la torre e il borgo sul Lago d'Orta

Buccione, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

La bellezza elegante del lago d’Orta è risaputa ma in vero l’intera provincia di Novara in Piemonte ha quanto di meglio si possa offrire a un turista desideroso di natura e boccate d’arte e cultura. L’aria lacustre si respira a pieni polmoni, così come va contemplato un panorama la cui anima cangiante segue il susseguirsi delle miti stagioni in quel della regione sabauda. Detto ciò, il merito dell’atmosfera complessiva così placida e gradevole se lo spartiscono i comuni dislocati nell’area, lungo le sponde dell’Orta, nonché quelle frazioni il cui eco urbano risuona con vivida decisione e sicurezza.

Buccione presso Gozzano è il parto di una storia che ingloba un po’ tutte le realtà di questo importante comprensorio, è piccolo e ameno, un paese dai tanti aspetti invidiabili, uno solo l’essere completamente immerso in una natura totalizzante dal sensazionale profumo di libertà sbrigliata.

La Riserva Naturale Speciale del Colle della Torre di Buccione è un’area protetta la cui superficie misura all’incirca 30 ettari e possiede un altissimo valore paesaggistico, incrementato dalla presenza di una selva molto fitta che addensa castagni e querce e una torre medievale innalzatasi per 23 metri.

La Torre di Buccione

Quest’ultima viene unanimemente conosciuta come Castello di Buccione, dominante dalla cima di un colle strategicamente nodale per il controllo del lago e delle sue oasi perimetrali.

In origine possedeva un corpo centrale e non soltanto la torre, vide la luce nel XII secolo per merito di popolazioni longobarde che trassero ispirazione dai resti romani presenti in loco. La fortezza, in cui si insediò per un breve periodo il Vescovo della Città, veniva utilizzata per segnalare eventuali incursioni e azioni di brigantaggio, in modo che al suono della campana potessero subito accorrere uomini abili alle armi.

La si udì a distanza di alcuni secoli, quando ebbe fine la Prima Guerra Mondiale, poi la frequenza s’intensificò a una volta l’anno fino al divampare del secondo conflitto, in occasione del quale si decise di spostare la campana a Villa Bossi, riposizionata nel suo luogo originale al termine delle operazioni di restauro del 2005. La rocca è visitabile soltanto all’esterno ma è comunque un bel vedere.

Cosa vedere a Buccione

L’architettura religiosa conta la Chiesa dei Santi Angeli Custodi e nulla più, poiché i tanti santuari e parrocchiali fanno capolino a distanze sicuramente accessibili ma non esattamente in territorio comunale. L’oratorio in questione contiene al suo interno una pala d’altare raffigurante Tobia e l’Angelo Raffaele, dipinta nel 1881 da Francesco Toni. Essendo storicamente stata una via d’accesso al lago molto battuta, Buccione è stata facilmente convertita in stazione balneare di richiamo.

Si pensi che agli albori, proprio da qui si imbarcavano i vescovi di Novara, che salpavano tramite il bucintoro riccamente decorato: era il periodo dei grandi fasti, riflessi attualmente nei vecchi affreschi posti sulle pareti delle facciate delle case, in genere stemmi talari.

A inizio ‘900, tutta la zona di Buccione vantava iniziative molto interessanti, l’inaugurazione della Colonia Solare nel 1933 e l’edificazione del caseggiato della colonia elioterapica nel 1938, voluta per consentire a scolaresche e gruppi di trascorrere oltre un mese nell’abbraccio estivo della natura.

I dintorni

La frazione si è trasformata senza neanche troppa fatica in un vero lido con tanto di spiagge sabbiose e persino un trampolino per i tuffi installato nel lontano 1954, ancora adesso utilizzato dopo essere stato messo in sicurezza. Più distaccata dalla riva esiste la Via dei Canneti che collega Gozzano a Pella, un sentiero ricco di piazzole attrezzate che attraversa appunto dei canneti dove sono solite fare i nidi alcune specie di volatili.

Come arrivare a Buccione

Si imbocchi l’Autostrada A26 per poi uscire a Borgomanero o Arona, proseguendo sulla SP 229; la stazione ferroviaria si trova a Gozzano sulla linea Novara – Domodossola; in autobus sono disponibili le linee Arona – Borgomanero – Omegna, Borgomanero – Alzo – Omegna e Borgomanero – Gargallo; l’aeroporto più vicino è il Milano Malpensa, distante più o meno 40 km dalla località.

  •  

 Pubblicato da - 21 Settembre 2017 - © Riproduzione vietata

News più lette

14 Dicembre 2017 Il Calendario dell'Avvento Vivente a Noale ...

Dal 1° al 24 dicembre la vivacissima Noale, cittadina di oltre 15.000 ...

NOVITA' close