Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Pedavena

Pedavena (Veneto): la visita alla cittadina della birra nel Feltrino

Pagina 1/2

Pedavena è un piccolo quanto grazioso comune che conta una superficie di 25 kmq. Il borgo è abbarbicato ai piedi delle Vette Feltrine, ma non lontano dalla pianura Veneta, e dista circa 3 km dalla città di Feltre, da cui ovviamente la storia del borgo è stata notevolmente influenzata.

Tutto il territorio è ricco di attrattive e dal punto di vista storico culturale e da quello naturalistico. Circondata da verdi prati, come quelli del Col Melon e del Monte Avena, e da sontuosi boschi, Pedavena offre diverse possibilità in tutte le stagioni, da quella autunnale a quella estiva. In questa stagione sono molto piacevoli le passeggiate sui verdi pascoli, dove si può apprezzare la bellezza del paesaggio e la natura incontaminata.

D'inverno invece a farla da padrone è lo sci. In questo scenario, tra il '600 e il '700 si sono sviluppate le vicende di alcune delle più ricche e nobili famiglie feltrine, di cui restano ancora a testimonianza lussuose ville.

Cenni storici
Il nome del borgo deriva dal vicino Monte Avena. Tutto il territorio risulta abitato già dalla preistoria, come testimoniano diversi reperti rinvenuti sulla cima del Monte Avena, come gli strumenti silicei dell'uomo di Neanderthal. Se invece si parla della storia più moderna del paese, come si è potuto notare, le vicende sono strettamente legate a quelle della città di Feltre e del resto d'Italia. Si rilevano tracce di un passaggio romano. In seguito, all'inizio dell'anno Mille, cariche vescovili e importanti del Maggior Consiglio di Feltre furono occupate da alcuni nobili di Pedavena.

Sotto il dominio di Venezia, nel secolo XV, tutti i castelli che costituivano l'attuale Pedavena, furono fatti radere al suolo per sottometterne i signorotti e la popolazione. Solo uno riuscì a risorgere dalle sue ceneri, quello che un tempo apparteneva alla famiglia dei Pedavena e sulle cui rovine i Pasòle ne costruirono uno nuovo nel XVI secolo. Annessa con plebiscito al Regno d'Italia, le viene riconosciuta la piena autonomia comunale. Da segnalare tra le vicende storiche, la fondazione della fabbrica della Birra pedevana nel 1897.

Da vedere
Tra tutti gli edifici, vale la pena visitare il birrificio. Lo stabilimento fu realizzato per volere di tre fratelli, Giovanni, Sante e Luigi Luciani, che iniziarono così a realizzare un'ottima birra conosciuta come Birra delle Dolomiti. Accanto alla fabbrica, dagli anni '30, si trova una birreria con una grande sala ristorante e un parco zoo alquanto interessante. Ogni anno lo stabilimento attira un gran numero di visitatori ed estimatori del prodotto.

Da vedere anche le splendide ville tra cui Villa Pasole, sede dell'Accademia degli Erranti, costruita sulle antiche rovine di un castello, Villa Crico, Villa Luisa, Villa Banchieri, solo per citarne alcune.
... Pagina 2/2 ...
Interessanti anche le chiese tra le quali si consiglia di non perdere il Santuario della Madonna del Caravaggio dove è possibile ammirare, al suo interno, la pala dell'altare realizzata dal pittore Francesco Frigimelica dove è rappresentata La passione di Cristo.

Non meno interessanti le altre chiesette come quella delle Murle e quella di San Valentino a Festisei. Per gli amanti della natura, delle escursioni nel bellissimo Parco Nazionale delle Dolomiti, saranno l'occasione per conoscere da vicino la prorompente natura. Non mancano nei dintorni gli impianti sciistici.

Eventi
Diversi sono gli eventi nel corso dell'anno. Il Beer Festival, per esempio, si svolge a luglio e consiste in una serie di appuntamenti musicali e teatrali dove non può mancare la gustosa birra locale. Sempre a luglio, nel parco della birreria, shopping sotto le stelle nel mercatino con prodotti tipici. Ad agosto un appuntamento ormai fisso, la Camminata sul Monte Avena, una camminata competitiva di 4 e 10 km.

In autunno si festeggia La Festa della castagna, per 4 giornate a ottobre in cui si alterneranno mercatini e vari tipi di intrattenimento. A dicembre l'appuntamento è con la Corsa di Babbo Natale, 4 o 10 km per intenditori. Più alla portata di tutti i mercatini di Natale, tra metà novembre e dicembre.

Come arrivare
In auto da Venezia si prende la Treviso-Montebelluna, da Milano l'autostrada la Serenissima e uscendo poi a Vicenza per prendere l'autostrada Valdastico, poi la SS Valsugana in direzione Treviso, e si seguono le indicazioni per Feltre e Pedavena. In treno da Milano si cambia a Padova con la linea Milano-Venezia e si prosegue in autobus. Da Venezia con la linea Venezio-Treviso-Calalzo.

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close