Cerca Hotel al miglior prezzo

Romania: vacanza tra terme e stabilimenti balneari

Romania, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

I 160 stabilimenti balneari - alcuni di standard europeo, altri d'interesse locale - rappresentano altrettante possibilità di trattamento di affezioni disturbanti e difficili. La Romania nella seconda metà del Novecento diventò nota come il paese della "giovinezza senza vecchiaia", grazie alla terapia e ai prodotti medicali concepiti dalla scienziata Ana Aslan, che utilizzò le proprietà biotrofiche di due prodotti: Gerovital H3 e Asla-Vital. I punti forti di questo trattamento sono il miglioramento della memoria e della circolazione sanguina nel cervello e la rivitalizzazione degli organi interni. Dei vantaggi della scuola romena di gerontologia beneficiarono anche importante personalità.

Lo stabilimento di Baile Herculane ha compiuto i 1850 anni dalla prima attestazione documentaria, per cui la Romania può essere considerato uno dei paesi fondatori del turismo balneare. Esso è situato sulla valle del fiume Cerna, a 40 km da Drobeta-Turnu Severin. Costruito dai romani in un bellissimo luogo, questo stabilimento è aperto tutto l'anno e le sue acque minerali e termali sono usate nel trattamento delle malattie reumatiche. nervose e nutrizionali. La base di trattamento mette a disposizione dei pacienti impianti per bagni caldi, aerosol, ginnastica medicale e massaggio, cinesiterapia, elettroterapia e piscine all'aperto.

Da Baile Herculane si possono fare camminate leggere o più difficili nel Parco Nazionale di Valea Cernei-Domogled, si può pescare o andare a caccia e si possono fare gite sul Danubio. Altrettanto antico e famoso è lo stabilimento di Baile Felix, situato a 10 km sud-est d'Oradea. Esso gode anche d'inverno dei vantaggi di un microclimato con acque termali ricchissime di oligominerali. Le sorgenti bicarbonatate, sulfatate, calciche, sodiche e il fango terapeutico rappresentano le medicine naturali che resero famoso lo stabilimento già dal Settecento. Qui i trattamenti sono indicati nelle malattie reumatismali, post-traumatiche, ginecologiche, metaboliche e nutrizionali.

La qualità e il grande numero di sorgenti d'acque minerali generarono l'apparizione degli stabilimenti balneari su tutto il territorio dei Carpazi. Sulla valle dell'Olt i più famosi sono gli stabilimenti di Calimanesti-Caciulata e Olanesti, dove oltre ai trattamenti con acque minerali si usano gli aerosol per le malattie respiratorie. Nei distretti di Harghita e Covasna si trova un altro gruppo di stabilimenti balneari: Borsec (di cui è famosa l'acqua oligominerale), Tusnad, Balvanyos e Covasna. Per una cura eliomarina o un trattamento balneo-medicale con fanghi terapeutici sono indicati gli stabilimenti del Mar Nero: Eforie Nord, Neptun o Techirghiol. Fonte: Autorità Nazionale per il Turismo
  •  
close