Cerca Hotel al miglior prezzo

Estonia: In viaggio tra le Repubbliche Baltiche

Pagina 1/2

Per chi ama vacanze alternative, alla scoperta di nazioni giovani sia dal punto di vista storico che turistico, l'Estonia è una meta perfetta, lontana dalle resse dei tour operato, con una capitale, Tallinn, che da sola vale il viaggio, e la dolcezza dei paesaggi che mollemente digradano verso le basse coste del Baltico.
Per arrivare in Estonia è consigliabile l'utlizzo dell'aereo, teoricamente è possibile raggiungerla dal nord Italia in circa due giorni intensi di viaggio, in questo caso potrete organizzarvi un tour tra le Repubbliche Baltiche includendo Lettonia e Lituania. L'Estonia è forse la repubblica più occidentalizta e moderna delle tre, ciònonostante conserva il centro di Tallin che è sicuramente uno dei gioielli storici più importanti del Baltico. La storia dell'Estonia è storia di conquiste ed invasioni, la sua ricca cultura porta tracce di secoli diversi. L'Eredità architettonica e culturale offre molte opportunità per programmi interessanti.

La cultura estone ha molto da offrire. Il paese è famoso per i tradizionali Festival del Canto, che risalgono all'epoca del risveglio nazionale, più di un secolo fa. I festival di musica folcloristica, l'opera lirica, i concerti, le mostre d'arte e i numerosi musei, permettono di includere molte cose nei programmi di visita dell'Estonia. La natura estone è generalmente meglio conservata che in molti paesi dell'Europa occidentale. L'Estonia si distingue perla sua biodiversità. Le isole ed isolette della costa occidentale formano la Riserva biosferica dell'Arcipelago dell'Estonia occidentale, protetta dall'UNESCO, con più di 1000 specie di piante. Milioni di uccelli migratori acquatici e terrestri, fanno tappa ogni anno sulle coste estoni.
Tallin si trova affacciata sul golfo di Finlandia, arroccata su di una collina, con edifici medioevali che convergono verso il suo porto. Molto belle le mura che cingono il centro storico, con torri particolari dal tetto conico che rendono magico l'impatto visivo con la città. Tallin è divisa in città alta (toompea) e città bassa. La città bassa conserva importanti edifici storici, con il fulcro cittadino centrato sulla Raekoja Plats, la piazza del comune.

Da non perdere la bella chiesa di Puhavaimu Kirik, di stile gotico risalente al quattordicesimo secolo, e la grande cattedrale di Niguliste. Toompea è caratterizzata dal Castello, e la sua posizione panoramica è perfetta se volete scattare qualche foto ricordo della città, che ricordiamo è parte del patrimonio dell'umanità dell'UNESCO. Le maestose residenze signorili e castelli sparsi su tutto il territorio nazionale sono esempi eccellenti di architettura feudale. Muovendosi da Tallinn verso est, ci si accorge sempre più della presenza di due culture che si sono integrate tra loro: quella estone e quella russa. A Narva il viaggiatore può ammirare la splendida veduta di due castelli che si confrontano sulle rive del fiume Narva: La Fortezza di Narva sulla riva estone e quella d' Ivangorod sull'altra sponda, già in Russia.

... Pagina 2/2 ... Pärnu è una località termale in costante crescita, e forse il luogo migliore dell'Estonia per la qualità delle attrezzature turistiche. La cittadina si trova verso il confime occidentale della repubblica, e si trova anh'essa prospicente al mar Baltico, offrendo un bel lungomare oltre che un centro storico di un certo interesse. Pärnu sta un po' alla volta soppiantando per importanza Haapsalu, un altra città termale che aveva assunto importanza durante la dominazione sovietica, ma comunque vale ancora la visita.Dal punto di vista paseaggistico l'Estonia da il meglio di se nelle sue isole, sempre più battute dal turismo che cerca luoghi intatti dal punto di vista dell'ambiente e dove si conservano le tradizioni di un tempo.

Saaremaa è l'isola più grande, al suo interno contiene foreste, ma ancje campi coltivatie brughiere. E' famosa per il Castello di Kuressaare, forse l'edificio storico meglio preservato di tutto il Baltico.

La costa occidentale è la parte più interessante e romantica del paese. Le isole di Hiiumaa e Saaremaa con i tipici mulini a vento in legno e le distese di ginepro, i fari, le chiese in rovina, i piccoli villaggi composti da case rustiche con il tetto di paglia e le spiagge di sabbia bianca formano uno scenario interessante per vari programmi turistici.

Il paesaggio collinoso dell'Estonia meridionale con laghetti e fiumicelli scintillanti e boschi verdeggianti è una meta popolare sia d'estate che d'inverno. D'inverno questa zona del Paese si trasforma in un paradiso per gli amanti dello sci, mentre i visitatori estivi possono godere di gite a piedi o in bicicletta, passeggiate a cavallo, pesca e campeggio. L'Estonia settentrionale è caratterizzata da paesaggi pianeggianti. Il parco nazionale di Lahemaa (60 km da Tallinn) situato lungo la costa tra Rakvere e Tallinn è una destinazione ideale per chi ama la natura, con i suoi boschi e i caratteristici prati su suolo calcareo (i cosidetti "al-var", le paludi e le case signorili in stile neo-classico. Conta oltre 650 chilometri quadrati di estensione ed è parco nazionale fin dal 1971. Gli ambienti naturali costieri e dele isole vicino alla costa vi sorprenderanno.
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close