Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Tallinn

Tallinn, visitare la cittą anseatica, Capitale d'Estonia

Pagina 1/2

Tallinn, capitale dell'Estonia, è la capitale più antica dell'Europa settentrionale. Fu menzionata per la prima volta dal geografo arabo al-Idrisi nel 1154, ma secondo gli archeologi già nel IX secolo occupava il sito attuale, lungo la costa nord del paese, affacciata sul Golfo di Finlandia. Nel 1248 entrò a far parte della Lega Anseatica, una delle più potenti organizzazioni economiche del Medioevo, e all'inizio del XV secolo divenne un porto e snodo commerciale di primaria importanza tra le città orientali della Lega. Risalgono a quel periodo la maggior parte degli edifici della città vecchia, con alti tetti a spiovente, le quattro grandi chiese in stile gotico e il palazzo comunale. Le stradine tortuose, i piccoli cortili delle case e le alte mura di pietra calcarea, conservatesi per 2/3 della lunghezza originaria insieme a 26 torri difensive, rendevano la città meta di escursioni romantiche già alla fine dell’Ottocento.

Proclamato dall'UNESCO patrimonio dell'umanità, il suo centro storico medievale è fra i meglio conservati d’Europa. Questo quartiere si chiama Toompea, ovvero “collina della cattedrale”, e occupa un altopiano proprio nel mezzo di Tallin, che secondo la leggenda popolare costituirebbe un tumulo sopra il sepolcro di Kalev, personaggio della mitologia finnica.
Le testimonianze storico-artistiche sono tante e interessanti: da vedere la cinta muraria difensiva, che abbraccia la Città Vecchia con le sue 26 torrette per circa 2 km, il chiostro domenicano del 1246, il Municipio in stile gotico che ha ormai compiuto 600 anni, la farmacia più antica del mondo - aperta tutt'oggi al pubblico, in Piazza del Municipio – oltre a numerose chiese. Basti citare quella di Sant'Olaf, che tra il XV e il XVI secolo era l'edificio più alto del mondo, con la sua guglia di 159 metri. In più, dall'alto della roccaforte di Toompea e dai belvedere della chiesa di Sant'Olaf e della torre del Municipio, si gode una vista mozzafiato. Il castello di Toompea, edificato tra il XIII e il XIV secolo, oggi ospita il parlamento di questa affascinante repubblica baltica, e sulla cima della torre del castello "Pikk Hermann" sventola il tricolore nazionale.

Ma il fascino odierno della città vecchia non si limita al patrimonio architettonico. Il cuore storico della città è ancora oggi il fulcro delle attività quotidiane dei suoi abitanti: genitori che passeggiano nel pomeriggio con i loro bambini, giovani seduti nei caffè, sciami di pubblico in abiti eleganti davanti ai teatri. Tallinn è una città a misura d'uomo vivace e attiva. Il centro storico medievale non assomiglia certo a un museo polveroso: è piuttosto un cuore vivo e palpitante, con il viavai del porto da un lato, e l’imponenza dei grattacieli della city dall'altro.

Tallinn invita i suoi ospiti a passeggiare per le antiche vie tortuose, a rifocillarsi nei numerosissimi caffè, a curiosare nelle boutique e nelle gallerie d'arte e, perché no, a fare shopping. Vale la pena di visitare il Museo Estone all'Aria Aperta nel distretto di Rocca al Mare (in estone Eesti Vabaõhumuuseum), che riproduce un villaggio di pescatori del XVIII secolo, completo di chiesa, scuola, stazione dei vigili del fuoco, mulini e abitazioni tradizionali. La superficie è di 79 ettari, per un totale di 72 edifici, e si estende 8 km a ovest del centro di Tallinn.

Da non perdere il palazzo Kadriorg, che in origine si chiamava Catherinethal, cioè la “Valle di Caterina”. L’edificio barocco fu infatti costruito per Caterina I di Russia nel Settecento, sul progetto dell’architetto veneziano Nicola Michetti, e oggi è sede di una collezione d’arte e di alcuni uffici del Presidente della Repubblica estone. La versione attuale è perlopiù il risultato dei rifacimenti ottocenteschi, ma ancora si possono ammirare il salone di Caterina, con le sue iniziali e raffinate decorazioni a stucco. Il giardino circostante, curato in passato dalla giardiniera Ilya Surmin, è un tripudio di aiuole fiorite e fontane, e ospita la moderna struttura del Museo KUMU. KUMU è il museo d’arte più grande e importante dei paesi baltici, nonché tra i maggiori della Scandinavia, costruito nel 2006 e eletto Museo Europeo dell’anno nel 2008.

... Pagina 2/2 ... Per completare il tour visitate il monastero di Pirita, il romantico quartiere residenziale di Nomme ideato negli anni '30, immerso in una fitta pineta, e le caratteristiche abitazioni di legno a Kalamaja e Lillekula.

In ogni periodo dell’anno Tallinn può essere una meta gradevole, grazie al clima mitigato dalle correnti tiepide dell’Oceano Atlantico e del Mar Baltico, senza picchi di caldo torrido o di gelo eccessivo. Il cielo è spesso nuvoloso e il tasso di umidità è elevato, soprattutto in estate, quando si verificano frequenti acquazzoni. Tra la fine di dicembre e la fine di marzo non sono rare le nevicate, che rendono la città particolarmente più suggestiva.

Con la neve l’atmosfera natalizia è ancora più magica, anche grazie ai mercatini dell’Avvento che riempiono la piazza del Municipio di bancarelle, canti tradizionali e profumo di pan di zenzero e altre delizie locali, in attesa dell’arrivo di Babbo Natale sotto il gigantesco albero addobbato.
Ma il Natale non è l’unica festa che anima il centro. In gennaio c’è il festival della musica, in aprile si svolgono i Giorni di Musica Estone, la fiera di San Giorgio e il festival del jazz Jazzkaar, e in giugno, in occasione dei Giorni della Città Vecchia, il centro storico si trasforma in un borgo medievale dove si raccolgono bottegai e mastri di antichi mestieri. E ancora godetevi la festa della birra di luglio, il festival della danza di agosto, e il Tallin Black Night Film Festival di novembre.

L’aereo è il mezzo più comodo per raggiungere Tallinn. L’aeroporto internazionale della capitale estone è collegato a più di venti città europee, comprese Roma e Milano Malpensa. Dall’aeroporto si raggiungono facilmente il centro città e il porto in autobus.
Il treno collega Tallinn alle città russe di Mosca e San Pietroburgo, ma è doveroso precisare che il sistema ferroviario dei paesi baltici non brilla per efficienza.
close