Cerca Hotel al miglior prezzo

Limassol (Lemesos): A Cipro nella cittą dei Crociati e bon viveur

Limassol, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

  • Lungomare - Limassol
  • Pissouri Beach - Cipro
La seconda città di Cipro per dimensioni e numero di abitanti è Limassol (Lemesos), una ridente località balneare di 180.000 abitanti affacciata sulla Baia Akrotiri, all’estremità centro-meridionale dell’isola, all’interno dell’omonimo distretto di Limisso. Sole, mare, musei, affascinanti vestigia archeologiche ed un’ospitalità tipicamente mediterranea: questi gli ingredienti principali del soggiorno a Limassol, tra l’altro molto comoda da raggiungere in quanto distante da entrambi gli aeroporti internazionali di Paphos e Larnaka non più di 35 minuti. Se la giornata pregna di impegni vi ha comunque lasciato un briciolo di energie per uscire la sera, il centro cittadino vi ripagherà con numerosi locali dove bere qualcosa e intrattenersi per tutta la notte in compagnia di centinaia di giovani.

I ritrovamenti più antichi compiuti nella zona di Limisso risalgono a circa 4.000 anni fa, anche se la fondazione vera e propria dell’insediamento è datata 1191, anno in cui il re inglese Riccardo Cuor di Leone distrusse la cittadina di Amathus, nei pressi della quale fu appunto tracciata Limassol. Nel 1192, la città, come del resto tutta l’isola, fu ceduta ai Templari che, negli anni a venire, assoggettarono la popolazione imponendole pesanti oneri economici, il cui risultato fu quello di generare moti di protesta sfociati in una rivolta che portò all’instaurazione del Regno Cipriota; per oltre 3 secoli Limisso godette dei benefici di un periodo di grande prosperità, terminato nel 1570 con l’occupazione dell’isola da parte dei turchi, ai quali seguirono i britannici, artefici di alcuni sostanziali cambiamenti rivelatisi importanti per lo sviluppo artistico ed intellettuale del paese.

Il centro storico di Limassol è una perla tutta da scoprire. Il punto di partenza ideale della visita è il magnifico castello medievale, uno dei nove castelli di Cipro insieme a quelli di Larnaka, Paphos, Kolossi, Famagosta, Buffavento, Kyrenia, Kantara e Sant’Ilarione, che venne costruito dai bizantini intorno all’anno Mille nel cuore della città storica. Dopo essere stati utilizzati anche come prigione, dal 1790 al 1940, attualmente nei saloni del castello è allestito un museo medievale, i cui reperti, tra i quali cannoni, statue, monete, armature, ceramiche, dipinti, lapidi e terrecotte, coprono il periodo dal V al XIX secolo. Da non perdere la vicina cappella, nella quale si crede che Riccardo Cuor di Leone abbia sposato la principessa Berengaria di Navarra sulla strada che l’avrebbe poi condotto in Terra Santa per la Terza Crociata.

Tra le offerte più allettanti di Limassol c’è indubbiamente l’abbondanza di musei, tutti di alto livello. Tra i più importanti, oltre al già citato museo del castello, spicca il Museo Archeologico, che mostra una panoramica di interessanti manufatti databili dal neolitico al periodo romano rinvenuti nelle vicinanze della città. Molto pittoresche sono ad esempio le primitive asce in pietra, ma anche le ceramiche delle antiche città di Amathus e Curium ed i tantissimi reperti romani, tra cui vasi, sculture in marmo, monete e terrecotte. Da non perdere anche il Museo di Arte Popolare, ospitato in un vecchio fabbricato ottimamente conservato che contiene un’eterogenea collezione di testimonianze artistiche cipriote degli ultimi duecento anni, come ad esempio costumi della tradizione, ricami, arazzi e attrezzi legati all’agricoltura. Inaugurato nel 1985, il museo si è progressivamente evoluto, adeguandosi alle esigenze dei visitatori e meritando, nel 1989, il premio Europa Nostra, destinato a quegli enti il cui impegno è rivolto alla conservazione e alla diffusione del patrimonio culturale presente nel “vecchio continente”.

Imboccando la strada costiera non si possono non notare gli sfarzosi giardini pubblici, all’interno dei quali prolifera una flora varia e verdeggiante, con centinaia di pini, cipressi ed eucalipti che fanno ombra alle tante persone che amano rilassarsi e passeggiare per i sentieri del parco soprattutto nelle calde giornate estive. All’interno dei giardini c’è anche uno zoo, le cui dimensioni ridotte sono inversamente proporzionali al numero di specie di animali presenti, tra cui ricordiamo leoni, tigri, scimmie, mufloni, cervi, pellicani e avvoltoi, solo per citare i più apprezzati. Non lontano dall’ingresso dello zoo c’è poi un museo di storia naturale ed il teatro del giardino, particolarmente animato e ricco di eventi soprattutto d’estate. Un altro parco cittadino molto apprezzato dai turisti è il cosiddetto “Parco delle città gemelle”, esteso su una superficie di oltre un chilometro e mezzo su un lembo di terra letteralmente strappato al mare ed ora arricchito da un’ampia gamma di sculture commissionate dall’amministrazione pubblica ad alcune delle più importanti personalità artistiche della città.

Limassol ha due porti: uno più vecchio e di ridotte dimensioni, ed uno nettamente più recente, in grado di accogliere un gran numero di navi passeggeri e mercantili. Tuttavia, il futuro marittimo e non solo della città è nelle mani della moderna Marina di Limassol, un avveniristico polo turistico che, a partire dal 2012, dovrebbe attirare appassionati del mare e della vela provenienti da tutto il Mediterraneo. Il progetto è finalizzato ad ampliare i confini turistici della città, smaniosa di confrontarsi con visitatori di un certo spessore sociale, ai quali verranno offerti tutti i comfort, da oltre 650 ormeggi per yacht dagli 8 ai 100 metri di lunghezza, a servizi di manutenzione e riparazione degli scafi, senza contare le numerose funzioni accessorie che saranno incorporate al complesso, dove apriranno attività commerciali, bar, ristoranti.

Al di fuori dei confini urbani si aprono prospettive interessanti legate prevalentemente ad alcuni siti archeologici di indiscutibile valore. Su tutti le rovine dell’antica cittadina di Amathus, andata distrutta nel XII secolo, ma anche il pittoresco castello di Kolossi, situato 13 chilometri ad ovest del centro. Quest’ultimo, costruito nel Medioevo ed attualmente affiancato da una fabbrica di zucchero di canna, era la roccaforte dei Cavalieri Templari, che vi si insediarono dopo la caduta d’Acri nel 1291. A neanche un quarto d’ora di automobile dalla città si incontra invece il villaggio di Episcopi, presso il quale è visibile il sito archeologico della storica città-stato di Kourion, nel cui anfiteatro vengono organizzati tuttora degli spettacoli teatrali. Di tutt’altro genere sono le visite alla diga di Germasogenia ed al lago salato di Akrotiri, prima dei quali si rincorrono strade fiancheggiate da vigneti e graziosi borghi d’altri tempi. Presso la diga si può praticare la pesca sportiva, il birdwatching ed in generale si possono incontrare tante altre specie animali, mentre non lontano dal lago si erge il monastero di San Nicola “dei gatti”, un luogo magico circondato da splendidi scenari naturalistici. Da non perdere, infine, la candida spiaggia sabbiosa di Pissouri Beach, situata a 5 chilometri di distanza da Limassol e ideale per praticare ogni genere di sport acquatico.

Il calendario delle festività di Limassol è particolarmente pregno di eventi e manifestazioni. Tra le più apprezzate dai visitatori stranieri, ma anche dalla stessa popolazione, ci sono il carnevale ed il Festival del vino cipriota, in programma rispettivamente a cavallo tra febbraio e marzo e la prima settimana di settembre. Il carnevale, le cui celebrazioni durano una decina di giorni e affondano le proprie radici in antichi rituali pagani, si festeggia secondo i canoni classici, ovvero con sfilate in maschera, parate e gare di travestimenti che coinvolgono anche i bambini. Il Festival del vino, invece, si tiene ogni sera dalle 20 alle 23 all’inizio di settembre presso i giardini pubblici, dove si esibiscono gruppi musicali locali e soprattutto si possono assaggiare decine di diverse qualità di vini offerti gratuitamente dai produttori, tutti rigorosamente ciprioti.

La Redazione consiglia per il vs soggiorno lo splendido LONDA hotel (www.londahotel.com) del gruppo alberghiero Columbia Hotels & Resorts, il primo vero e proprio boutique hotel di Cipro, con 68 abitazioni affacciate sulla riva del mare, in una posizione che combina calma ed al contempo eleganza.

Il clima è semplicemente eccezionale, tipicamente mediterraneo, contraddistinto da estati calde e soleggiate e da inverni miti in cui è raro che le temperature scendano di molti gradi sotto i 10. Il mese più caldo dell’anno è agosto, durante il quale si registrano temperature che oscillano in media tra 33 e 23 gradi, mentre quello più fresco è febbraio, quando la temperatura media mensile è di 13 gradi. Le precipitazioni sono pressoché assenti da aprile ad ottobre, scarse nei restanti mesi dell’anno, durante il quale cadono complessivamente all’incirca 400 mm di pioggia. Particolarmente gradevoli sono la primavera e l’autunno, stagioni in cui il numero di turisti è nettamente inferiore rispetto all’estate e le temperature consentono ancora di fare il bagno in mare.

Limassol è situata tra due importanti aeroporti internazionali: quello di Larnaka, che si trova 42 chilometri ad est del centro, e quello di Paphos, distante 58 chilometri verso ovest. Entrambi sono raggiungibili dall’Italia e da tante altre località europee ed asiatiche, mentre una volta atterrati potrete spostarvi verso Limassol mediante gli autobus pubblici o noleggiando un’automobile, senza dubbio il mezzo di trasporto migliore per visitare Cipro nella sua interezza. Giunti a destinazioni non c’è niente di meglio che muoversi a piedi o in bicicletta, date le dimensioni ridotte del centro e la vicinanza della spiaggia.

Fonte: ENTE NAZIONALE per il TURISMO di CIPRO
Ufficio Stampa Thema Nuovi Mondi srl
Visita Turismocipro.it - Email
 
  •  
close