Cerca Hotel al miglior prezzo

Val Thorens, vacanze sci nel comprensorio di Les Trois Vallees

Se sognate una vacanza indimenticabile sulla neve allora è forse la Francia il luogo adatto per voi, specialmente se la vostra scelta ricade sul comprensorio di Les Trois Vallees il più grande comprensorio sciistico del mondo: allora proprio qui, nella Val Thorens potete trovare tutti gli ingredienti per la vacanza giusta per voi, con grandi dislivelli da rimanere senza fiato, una qualità di neve superiore, garantita dall'elevata altitudine delle piste, e la possibilità di sciare fino a maggio inoltrato per un bianco divertimento assicurato per quasi 7 medi all'anno.

Siamo in una stazione sciistica giovane, cresciuta nel settore occidentale del Massif de la Vanoise, ma in così forte espansione che ora mai viene considerata come una delle località sciistiche più celebri al mondo. Fino al 1971 non esisteva nulla che violasse la quiete eterna delle pendici più alte della Aiguille de Peclet, la montagna che domina la vallée des Belleville che scende rapidamente verso Moutiers. Poi grazie al primo impianto di risalita, inaugurato dal sindaco del vicino villaggio di Saint Martin de Belleville, a poco poco la più alta stazione sciistica d'Europa ha progressivamente preso forma, dotandosi anno dopo anno di nuovi impianti e piste.

Oggi Val Thorens possiede una delle dotazioni più moderne ed efficienti di tutto l'arco alpino, per un totale di 140 chilometri di piste, servite da 29 impianti di risalita, e con 68 tracciati di cui 8 verdi, 25 blu, 27 rossi e 8 piste nere. Molti degli impianti installati negli ultimi 20 anni hanno rappresentato delle vere innovazioni tecnologiche, sempre nell'ottica della sicurezza e della grande capacità di trasporto, con portate orarie singole anche di 4.000 sciatori per ora.

Gli impianti includono 4 moderne “funitel” (incrocio tra funicolare e teleferica, a doppia fune) che conducono alle cime più elevate della valle di Belleville: la Peclet, (3220m) la Cime de Caron (3200m) e la funitel Grand Fond, e la funitel Bouquetin che si collega agli impianti di Meribel. La cima assoluta si raggiunge però con i 3.230 m della Pte. Bouchet, che rimane sul versante rivolto a Orelle lungo la valle del fiume Arc. La funitel Peclet fu la prima al mondo di questa tipologia di impianti mentre la Cime de Caron possiede il record da avere cabine in grado di contenere 150+1 passeggeri, con portate orarie di oltre 3.000 persone/ora. Per i prossimi anni si prevede la costruzione di altre due funitel.

I mesi estivi vedono Val Thorens protagonista indiscussa delle vacanze attive, all'insegna dello sport. Gli impianti di risalita aperti portano in quota gli appassionati di mountain bike e trekking. Da tenere conto che tutti i possessori della Vallée Multi-Activity Card dl costo settimanale di 37 euro (2009), hanno accesso gratuito agli impianti di Saint Martin, Les Menuires e Val Thorens mentre chi è esperto di alpinismo può percorrere gli affascinanti precorsi sul ghiacciaio Caron.
La cittadina applica una politica di parziale disincentivo all'uso della propria auto:ciò significa che si può arrivare in auto ma poi è più conveniente muoversi con il trasporto pubblico che prevede shuttle gratuiti tra gli impianti e gli alberghi.

Per arrivare a Val Thorans dall'Italia si possono seguire vari percorsi, che però in inverno sono limitati dalla transitabilità dei passi alpini: nel periodo quindi che va da novembre a aprile il percorso più sicuro è quello del tunnel del Frejus, seguendo da Modane l'Autostrada A43 che conduce a Grenoble seguendo la valle del fiume Arc. La prima possibilità è fare tappa ad Orelle da dove partono impianti che si collegano al Plan de Buchet e da qui a Val Thorens, Oppure si prosegue lungo la A43 e al raggiungimento della valle del fiume Isere, si devia per Albertville sulla A30, e da qui per Moutiers sulla N90. Qui inizia la lunga salita che percorrendo la D117 fa salire a St-Jean.de.Belleville, a St-Martin, raggiungere e superare i resort turistici di Les Menuires e con un totale di 36 km giungere fino ai 2.300 m di Val Thorens. Fermo restando l'utimo tratto da Moutiers, comune a tutti i percorsi, le alternative estive sono l'utilizzo del passo del Moncenisio, seguendo poi per il Col de l'Iseran, Val d'Isere. Fino a Moutiers, oppure arrivare dalla Valle D'aosta, salendo da La Thuille sul Picco S. Bernardo e poi scendendo a Bourg-St-Maurice sulla valle del fiume Isere.

Dove sciare?

Da Val Thorens sono raggiungibili, nel raggio di 30km, 3 comprensori sciistici: il comprensorio sciistico Aussois Fine stagione (a 15 Km), il comprensorio sciistico Courchevel Fine stagione (a 15 Km) e il comprensorio sciistico Bardonecchia Fine stagione (a 26 Km).

Per le nevicate previste e l'innevamento delle piste consultate:
» il Bollettino neve Aussois.
» il Bollettino neve Courchevel.
» il Bollettino neve Bardonecchia.
  •  

 Pubblicato da - 29 Settembre 2009 - © Riproduzione vietata

close