Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Rozmberk nad Vltavou

Rozmberk nad Vltavou (Repubblica Ceca), la cittÓ e il suo antico castello

Pagina 1/2

Un imponente castello immerso nel verde, adagiato sulle rive del fiume Vltava. Ecco come si presenta Ro×mberk nad Vltavou, piccola città nel sud della Repubblica Ceca, a breve distanza dal confine con l’Austria. Appartiene al distretto di Cesky Krumlov e alla regione della Boemia meridionale, ed è un piccolo gioiello che molti scoprono quasi per caso, spostandosi tra l’Austria e le città più ambite della Repubblica Ceca, ma sa incantare coi suoi panorami verdeggianti, inondati di luce, e la sua atmosfera rilassante. Fermatevi qualche giorno, o anche solo una giornata intera, a passeggiare per il centro ammirando il suo castello, che si staglia con fierezza contro il cielo e si specchia sulle acque del fiume.

È uno dei castelli più antichi della Boemia meridionale, costruito intorno alla metà del XIII secolo dalla famiglia Vìtek. Come da regola medievale, l’edificio consisteva in due corpi distinti, un castello superiore e uno inferiore, ma nel 1522 la parte superiore fu completamente distrutta a eccezione della torre difensiva Jakobìnka. Una grande opera di ristrutturazione lo vide risorgere nel 1556, quando le pareti del castello inferiore vennero dipinte secondo il gusto rinascimentale, e presto anche gli interni furono decorati sontuosamente. Dal 1620 l’edificio appartenne al generale imperiale Buquoy, e da quel momento, per qualche secolo, rappresentò il fiore all’occhiello della casata: a metà Ottocento i Buquoy ne curarono il restauro in stile romantico-gotico, consacrandone il ruolo celebrativo. Ancora oggi i visitatori del castello fanno conoscenza, attraverso varie testimonianze, dei più antichi membri della gloriosa famiglia Buquoy.

La famiglia di origine francese fu proprietaria del castello fino alla fine della seconda guerra mondiale, quando nacque il museo che ancora oggi ha sede nell’edificio. L’ingresso è di gusto tipicamente romantico, così come la scalinata in legno, la Galleria dei Crociati con i ritratti di vari comandanti, e l’armeria contenente armi e armature di diversi periodi storici. Da vedere le pareti dipinte della Sala dei Cavalieri e la collezione di quadri del castello, che comprende opere di Karel Škréta, Jan Kupecký, N. Grund e altri, e i ritratti di personalità significative della zona, come quello di Perchta di Ro×mberk, la leggendaria Dama Bianca.

I turisti potranno visitare gli appartamenti privati del secondo piano, con una sontuosa sala da pranzo, uno studio e una sala da biliardo, oppure salire lungo i 200 gradini che conducono sulla cima della torre difensiva, da cui ammirare uno splendido panorama sulla città e il paesaggio circostante. C’è anche un plastico del castello come si presentava tra il XIV e il XV secolo.

Ma il fascino di Rozmberk nad Vltavou non si esaurisce col suo castello. Da non perdere la piazza centrale, con palazzi e residenze del Seicento e Settecento, e la bella chiesa medievale di St. Nikolaus, citata per la prima volta in un documento del 1271 e restaurata secondo il gusto gotico nella seconda metà del Quattrocento.

... Pagina 2/2 ... Nei dintorni, circa 25 km a nord di Rozmberk, visitate la città medievale di Český Krumlov. Il centro storico, accarezzato dal corso del fiume Moldava, è stato dichiarato Bene Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, ed è un dedalo affascinante di viottoli tortuosi che si intrecciano ad abbracciare il castello. Fu la famiglia Ro×mberk a determinarne il prestigio: anche qui, come nel resto della Boemia, sin dal medioevo la potente casata non fece altro che costruire edifici di rappresentanza ispirandosi all’architettura del Rinascimento italiano, di cui era innamorata.
A sud della città, invece, si innalzano le montagne. Il confine austriaco è poco distante, e poco distanti sono le piste da sci che in inverno fanno la gioia degli sportivi.

Informazioni utili: come arrivare e quando andare a Rozmberk nad Vltavou

Circa 200 km a nord della cittadina c’è l’aeroporto di Praga, il maggiore della Repubblica Ceca ma anche dell’Europa centrale e orientale, collegato con gli aeroporti italiani di Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Pisa e Venezia.

A destinazione verrete accolti da un clima temperato continentale, con temperature generalmente piuttosto miti, grazie alla posizione nel cuore dell’Europa, dietro una barriera di montagne avvolgenti. Le temperature medie vanno da pochi gradi al di sotto dello zero nei mesi più freddi, in particolare in gennaio, a circa 20°C in luglio e agosto. Le precipitazioni sono più frequenti nei mesi estivi. Per scegliere il periodo del vostro viaggio non vi resta che mettere sulla bilancia i pro e i contro: preferite l’atmosfera suggestiva dell’inverno, talvolta imbiancato dalla neve, o siete disposti a usare qualche volta l’ombrello pur di avere le temperature gradevoli dell’estate?

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a CinecittÓ World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close