Cerca Hotel al miglior prezzo

Zell am See, sciare sulle Alpi Austriache e tuffarsi nel lago Zellersee

Zell am See, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Aria tersa, mantelli scintillanti di neve in inverno, e acque cristalline in estate: che si opti per una passeggiata tra i boschi o una giornata sulle piste da sci, tutto intorno a Zell am See comunica un’idea di purezza fresca e ristoratrice. La cittadina di 10 mila abitanti del Salisburghese, in Austria, è infatti incastonata tra il limpido lago Zeller See e le vette innevate delle Alpi Austriache. Accarezzata dai fiumi Saalach e Salzach, se ne sta adagiata in una valle stretta e lussureggiante, da cui partono innumerevoli percorsi avventurosi.

Zell am See, situata 100 km a est di Innsbruck e una trentina di chilometri a nord del massiccio del Großglockner, raggiungibile con una strada spettacolare, venne fondata nel lontano periodo romano, ed è infatti tra le località più antiche del Pinzgau. Qualche secolo più tardi, nella seconda metà del milletrecento, Zell ottenne il titolo di città-mercato, ma i primi turisti giunsero soltanto con la realizzazione della ferrovia, a partire dal 1875: da allora al giorno d’oggi non si è mai arrestato il successo di questa cittadina montana, che in inverno appassiona gli sciatori e gli snowboarder e in estate incanta i visitatori con panorami magnifici.

Non è solo una delle città più antiche dell’Austria: Zell am See, grazie alle architetture tipicamente medievali, è di certo una delle più belle. Tra i gioielli del centro spicca la chiesa di San Ippolito, edificio centenario realizzato principalmente in stile romanico e suddiviso in tre maestose navate; prima del 1794 la navata centrale era culminava con una volta gotica, ma in quell’anno venne sostituita da una volta differente e successivamente, alla fine dell’Ottocento, da un soffitto piatto in legno. Quattro gradini conducono i fedeli al cospetto dell’altare maggiore, dove un tempo si apriva la cripta, ormai chiusa.

Il punto più elevato della chiesa è rappresentato dalla passerella rialzata costruita nel 1514, impreziosita da una raffinata balaustra e poggiante su quattro colonne in marmo, finemente istoriate. La torre campanaria, invece, costituisce l’edificio più alto di tutta la città, e svetta con eleganza sopra il limite dei tetti circostanti: dalla cima, alta 36 metri, si gode una vista suggestiva di tutta Zell am See, delle montagne vicine e della superficie del lago.

Dall’alto si coglie l’indole ospitale della cittadina: le strade e le piazzette sono brulicanti di gente, soprattutto durante il mercato o all’ora dei pasti, quando i visitatori amano disporsi nei tavolini esterni alle botteghe e ai locali caratteristici. Ma dopo le passeggiate nel cuore del paese c’è chi si spinge fuori città, alla scoperta del paesaggio magnifico delle Alpi austriache: nella bella stagione non c’è niente di meglio di una gita al lago, che offre refrigerio e relax, o di una fresca pedalata all’ombra di un bosco centenario.
In inverno invece gli sport sulla neve la fanno da padroni: che siate esperti o principianti, è difficile resistere al richiamo lucente delle montagne innevate.

Intorno alle località di Zell am See e della vicina Kaprun si estendono le aree sciistiche di Kitzsteinhorn, a quota 3203 metri, Schmittenhöhe, a 2000 metri, e Maiskogel, a 1675 metri d’altitudine: qui, grazie anche al collegamento con la catena degli Alti Tauri, si può davvero assaporare il divertimento allo stato puro, sfrecciando lungo discese mozzafiato o godendosi con la giusta calma qualche pista più rilassante, dal percorso panoramico. La neve è sempre assicurata dal clima frizzante della zona oppure, in mancanza delle giuste condizioni, da un moderno impianto di innevamento artificiale: in questo modo, con un unico skipass, si potrà accedere a un’area sciistica paradisiaca pronta a dare il massimo per molti mesi all’anno. Le discese si distribuiscono su 138 km di piste e sono servite da una cinquantina di impianti, e nelle vicinanze, a 3029 metri di quota, il maestoso ghiacciaio del Kitzsteinhorn attende gli appassionati delle escursioni.
Se la stazione di Maiskogel si rivela ideale per i principianti, la pista di 4 km Schmittenhöhe metterà invece alla prova gli sportivi più coraggiosi, e gli snowboarder troveranno qua e là divertenti funpark.

Da Zell am See parte la cosiddetta Strada alpina del Großglockner, che sale fino ai 2504 metri dell'Hochtor, dove si può ammirare da vicino il ghiacciaio del Pasterze, per poi scendere nel versante sud fino alla località di Heiligenblut. prima di arrivare nella ridente località di Lienz. Ogni anno sono quasi 1 milione i visitatori che salgono questo passo di montagna, che venne completata ed inaugurata nel lontano 1935.

Chi preferisce passatempi più distensivi non ha nulla da temere: una vacanza a Zell am See non è solo sinonimo di sport e adrenalina, ma significa anche arte, cultura, folclore e buona cucina. Sono numerosi, nell’arco dell’anno, gli eventi che si svolgono in scenari incantevoli della città, dalle rive del lago all’interno del castello: da non perdere i concerti all’aperto, il festival della musica e la sfida tra gli slittini. La Settimana della Cultura del mese di agosto, in particolare, culmina con un appuntamento imperdibile: è il Festival del Lago, che ha luogo ovviamente sulle sponde e comprende vari spettacoli musicali e danzanti.

Ad incorniciare il tutto c’è un clima tipicamente alpino: rigido d’inverno, come vogliono le località montane più fiabesche, e gradevolmente fresco d’estate, quasi volesse incoraggiare la scoperta del paesaggio circostante. Basti pensare che le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di -6°C a una massima di 2°C, mentre in luglio e agosto passano dai 13°C ai 24°C. Le precipitazioni toccano il picco massimo in estate: tra giugno e luglio piove mediamente per 15-18 giorni al mese.

Per arrivare a Zell am See dall’Italia si possono valutare diverse possibilità. Chi viaggia in auto deve servirsi dell’autostrada della Valle dell’Inn A12, uscendo a Wörgl Ost, dirigendosi verso St.Johann i.T. e attraversando Fieberbrunn a Saalfelden. Per chi sceglie il treno la stazione ferroviaria è proprio nel centro della città, mentre gli aeroporti più vicini sono quelli di Salisburgo, Innsbruck e Monaco, rispettivamente a 75 km, 145 km e 205 km circa.

Dove sciare?

Da Zell am See sono raggiungibili, nel raggio di 30km, 4 comprensori sciistici: il comprensorio sciistico Zell am See - Schmittenhohe Aperta stagione (a 7 Km), il comprensorio sciistico Saalbach Hinterglemm Aperta stagione (a 14 Km), il comprensorio sciistico Kitzsteinhorn - Kaprun Aperta stagione (a 16 Km) e il comprensorio sciistico Hochkonig Aperta stagione (a 26 Km).

Per le nevicate previste e l'innevamento delle piste consultate:
» il Bollettino neve Zell am See - Schmittenhohe.
» il Bollettino neve Saalbach Hinterglemm.
» il Bollettino neve Kitzsteinhorn - Kaprun.
» il Bollettino neve Hochkonig.
  •  

News più lette

12 Dicembre 2017 La mostra di Frida Kahlo a Milano, Museo ...

La passione, l’arte, la femminilità, il profondo amore per ...

NOVITA' close