Cerca Hotel al miglior prezzo

Halden (Norvegia), la cittą, il suo porto e la Fredriksten Festning

Pagina 1/2

  • Carcere
La cittadina di Halden, situata tra scoscesi promontori rocciosi in fondo all’Iddefjord, nella contea di Ostfold, è piccola e apparentemente timida. Eppure vanta una storia avventurosa, essendo stata per molti secoli la principale roccaforte della difesa norvegese contro la minaccia svedese. Oggi Halden vanta un grazioso porticciolo sempre pieno di yacht, che l’ha resa una località turistica rinomata, ideale per rilassarsi a stretto contatto con la natura. Gli amanti del mare si innamoreranno dello Skagerrak, un tratto di Mare del Nord compreso tra Norvegia, Svezia e Danimarca. L’attrattiva principale del centro è l'imponente fortezza alle spalle dell’abitato, intorno alla quale sono disseminati ottimi ristoranti di pesce. Di recente Halden è diventata famosa anche per il suo carcere all'avanguardia, dove pare che i detenuti non se la passino poi così male...

La storia di Halden è stata ricca di colpi di scena. Negli ultimi 500 anni ha rivestito un ruolo di primaria importanza per il paese. Durante le cosiddette “Guerre di Annibale”, combattute tra Norvegia e Svezia dal 1643 al 1645, la città servì da guarnigione difensiva e si dotò di una cinta muraria lignea. Nel 1658, dopo la ratifica del Trattato di Roskilde tra Svezia e Danimarca, la Norvegia perse la provincia di Bohuslan, e Halden si trasformò in un avamposto di confine, esposto quindi agli attacchi e bisognoso di difese massicce. Ecco perché fu costruita la fortezza, i cui lavori partirono nel 1661. La minaccia svedese si mantenne tale fino al XIX secolo, mentre nei primi anni del XX secolo la fortezza fu dotata di cannoni moderni decisamente più potenti, torrette con mitragliatrici e obici, rimossi pochi anni dopo durante i negoziati tra Svezia e Norvegia, che segnarono l’inizio della nuova vita di Halden.

La fortezza Fredriksten Festning - si sarà già capito - è la principale attrattiva turistica della città... dopotutto ha resistito a ben sei assedi svedesi senza mai essere conquistata, ed è un onore conoscerla! Per raggiungerla dal centro città si può imboccare un sentiero, in parte coperto dalla vegetazione, che si inerpica dalla cima di Festningsgata a Sorhalden, un bel quartiere di casette ottocentesche, per poi salire alle pendici della collina ricoperte di lillà. La cittadella pentagonale, insieme al vicino Forte Gyldenlove e a Stortarnet e Overberget, fu costruita su due colline tra il 1661 ed il 1671, per poi essere rinforzata tra il 1682 ed il 1701. Il suo momento di gloria fu l’11 dicembre 1718, giorno in cui il bellicoso re svedese Carlo XII fu colpito a morte proprio qui, dove ora sorge un monumento commemorativo. Passeggiando per la fortezza incontrerete edifici antichi e ricchi di fascino, ma il vero spettacolo è la vista su Halden e sulle colline circostanti che si gode dalle piattaforme dei cannoni, vicino al Bastione Dronningen (o “Bastione della Regina”), dalla Torre dell’Orologio, dal Belvedere del Bastione Huth e dalla Cittadella.

I musei all'interno del castello riguardano diversi aspetti della sua storia. La Krigshistorisk Utstilling è l’Esposizione di Storia Bellica, che contiene manufatti militari e curiose informazioni sulle guerre che hanno coinvolto la città a partire dal 1660, più una bella sezione è dedicata al movimento indipendentista norvegese del 1905. Dal pian terreno una galleria sale al Bastione del Principe Cristiano, la posizione più vantaggiosa per i difensori della fortezza, mentre a metà della via principale si passa in rassegna l’esposizione Byen Brenner, che offre uno spaccato più ampio e variegato sulla storia di Halden. Nell’antica farmacia settecentesca, allestita nell’ex Residenza del Comandante, è illustrata la storia della farmacologia dagli antichi rimedi popolari norvegesi alle più sofisticate farmacie di inizio Novecento. Ma i due siti più interessanti della Fredriksten Festning sono la fabbrica della birra, che un tempo poteva produrre fino a 3.000 litri di birra al giorno, e i forni del panificio, dove si cuoceva il pane anche per 5.000 soldati.

Terminata la visita alla Fredriksten Festning e attraverso il piccolo centro storico, non resta che partire alla volta della residenza Rod Herregard, 1,5 km a nord-ovest di Halden. Questa dimora nobiliare del 1733 vanta degli interni meravigliosi, un’ampia collezione di armi e di opere d’arte, e soprattutto uno dei parchi più belli di tutta la Norvegia, un vero paradiso dove passeggiare e concedersi qualche ora a contatto con la natura, specialmente d’estate.
... Pagina 2/2 ...
Infine il famoso carcere di Halden (Halden Prison), inaugurato nella primavera 2010. Si tratta di un progetto rieducativo che ha suscitato non poche curiosità e polemiche, dato che si tratta di un carcere davvero sui generis: non solo mancano le inferriate alle finestre, ma le celle sono dotate di bagno in camera e persino di televisore a schermo piatto. Non solo: questo nuovo modello di carcere include una palestra, una cappella, una biblioteca, un'area per la visita delle famiglie, un campo da calcio, una scuola e un laboratorio musicale dove suonare vari strumenti.

Info utili: quando andare e come arrivare a Halden

Grazie alla presenza del mare il clima di Halden è piuttosto mite, meno rigido di quanto ci si aspetterebbe da una città scandinava, anche se da dicembre a marzo le temperature sono spesso sotto lo zero. Il mese più freddo è gennaio, quando le temperature medie oscillano tra -1 e -5°C, mentre quello più caldo è luglio, con valori compresi tra 21 e 13°C. L'estate assicura un soggiorno piacevole, ma le precipitazioni (nell’ordine degli 800 mm di pioggia all’anno) tendono ad intensificarsi proprio tra maggio e settembre.

I treni tra Oslo e Halden via Fredrikstad passano ogni ora da lunedì a venerdì e ogni due ore nei weekend, impiegando all’incirca un’ora e 45 minuti per coprire la distanza tra le due città; alcuni convogli proseguono poi per Goteborg e Malmo, oltre il confine svedese. Il terminal degli autobus a lunga percorrenza si trova nel porto ed è ottimamente collegato sia ad Oslo che a Fredrikstad. Per girare il centro non c’è niente di meglio che muoversi a piedi: solo così si assapora ogni angolo di questa incantevole località.
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close