Cerca Hotel al miglior prezzo

Costa Azahar (Spagna): il sud, da Castellón fino a Almenara

Questo itinerario si snoda lungo la costa meridionale del Alcázar: da Castellón fino a Almenara.

La zona del La Plana Baixa è il paradiso degli agrumi nonché la sede dell'impero economico della florida industria della ceramica e delle maioliche, celebre su scala nazionale e internazionale. Burriana è ritenuta la culla delle arance di Castellón. Una visita all'omonimo Museo consentirà di scoprire il sistema di coltivazione, il commercio, il trasporto e l'industrializzazione della coltura degli agrumi. Posta di fianco al Municipio, la chiesa parrocchiale del Salvatore conserva la dualità conferitale dalla tradizione romanica dell'abside e dal gotico della struttura generale del tempio.

A Burriana, s'imboccherà la strada che nasce nella parte meridionale della città per raggiungere Nules, la cui cinta muraria venne distrutta alla fine del sec. XIX. La rievocazione di tale fortezza può essere contemplata nuovamente nella frazione di Mascarell, a un chilometro a nord-est del comune di Nules. La zona medioevale fatta costruire dal Giacomo I a Mascarell è rimasta inalterata. Dei monumenti di Nules vanno evidenziati la cappella barocca della Soledad, ove si venera la patrona del luogo. La Plaza Mayor porticata, è costituita dalla chiesa arcipretale in chiave moderna mentre il centro urbano è abbellito da un giardino botanico. La spiaggia di Nules è placida, con case monofamiliari sul lungomare.

A sei chilometri, proseguendo lungo la strada CS-225, si trova La Vall d'Uixó, centro abitato che sorge sulle prime falde della Sierra Espadán. L'industria calzaturiera ne ha segnato la vita. La presenza di due nuclei urbani rese possibile la costruzione, nel XVII sec., della piazza dell'Angelo, nella parte alta, e quella dei Chorros, nel quartiere basso (poble de baix). A due chilometri dal centro storico, sulla strada che porta a Soneja, si avrà modo di contemplare un paesaggio di grande interesse, le Grotte di San Giuseppe, attraversate da un fiume sotterraneo in parte navigabile e in parte percorribile a piedi.

Lo sbocco naturale sul mare di questo centro abitato si trova a Moncófa, il cui lungomare consente di passeggiare a lungo sulla spiaggia di ciottoli e raggiungere, se desiderato, Chilches, un altro comune litoraneo dai bellissimi lidi sabbiosi.

Fonte: Ufficio Spagnolo del Turismo
Milano 02/72004617 - Roma 06/6783106
Visita Spain.info
 
  •  
loading...
close