Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Tenerife

Il massiccio di Teno (Tenerife): trekking attraverso i suoi dirupi

Il massiccio di Teno, situato nella zona nordoccidentale dell’isola, rappresenta insieme a quello di Anaga l’esempio più importante della Tenerife precedente al Teide. La sua superficie accidentata e rocciosa è solcata da profondi precipizi le cui pareti si elevano dal livello dal mare fino a 1.348 metri, culminando nel Picco della Gala. Come se pendessero da questi dirupi, alcun casolari, tra cui quelli di Masca, formano uno dei panorami più belli di Tenerife.

Questo insieme di case bianche e fiori è rimasto praticamente isolato fino a non molto tempo addietro. Conserva pertanto una sua bellezza visibile nelle linee architettoniche semplici e nell’affascinante atmosfera di luogo perduto che suggerisce. Arrivando da Santiago del Teide, la veduta di Masca è realmente spettacolare: la strada scende a serpentina da un versante scosceso e di fronte appare il paese, sospeso ad una cresta, tra due precipizi profondissimi. Le montagne di Teno hanno termine bruscamente nel mare, in spettacolari scogliere chiamate, per le loro dimensioni, “Los Gigantes”. Con un’altezza che raggiunge i 600 metri, la veduta di tali rocce osservate dal porto, o meglio ancora dal mare, a bordo di una delle imbarcazioni che realizza questa escursione, è indimenticabile. Un altro luogo pieno di fascino è la Punta di Teno: estremo occidentale dell’isola.
Lì si trova un faro nel mezzo di un paesaggio solitario, costituito da rocce vulcaniche nere attraverso le quali si infiltrano le onde. Da qui si gode di tramonti davvero spettacolari.

Questa passeggiata attraversa le zone alte di Teno, fino ad affacciarsi su di un belvedere naturale dal quale osservare il mare. Il massiccio di Teno costituisce un’area di gran ricchezza naturale, che dà rifugio a numerose specie vegetali autoctone. L’itinerario ha inizio a Teno Alto, accessibile per strada da El Palmar, che si trova a metà cammino fra Masca e Buenavista. Da lì si continua a piedi per circa 100 metri, fino a quando termina l’asfalto.

Andando avanti in linea retta, in poco più di un chilometro si giunge a Jabuche, da dove si deve svoltare a destra all’altezza del cartello che indica “La Cueva”. Arrivati qui, si prosegue a sinistra in direzione La Manta, dove si deve girare di nuovo a destra. Dopo altri 2 km, attraverso la “Finca de los Lindes”, si termina in un belvedere naturale che si affaccia sulla Punta de Teno, che offre vedute francamente splendide. Il ritorno a Teno Alto si effettua passando per i medesimi luoghi. Occorre tener presente che solo per arrivare al belvedere si impiegano circa tre ore.

Fonte: Ufficio Spagnolo del Turismo
Milano 02/72004617 - Roma 06/6783106
Visita Spain.info
 
  •  
loading...
close