Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Barcellona

Tour di Barcellona: Tibidabo, Collserola e Diagonal, Pedralbes

Pagina 1/2

Vista dal mare, Barcellona è delimitata all’estremità nord-occidentale da una corona verde e lussureggiante: è la sierra di Collserola, una catena montuosa la cui vetta più elevata è il Tibidabo, facilmente riconoscibile per il tempio. Agli inizi del secolo XX, quando fu costruito il parco dei divertimenti e il funicolare raggiunse per la prima volta la cima, Il Tibidabo divenne la meta per antonomasia delle escursioni urbane, e continua ad esserlo. La straordinaria veduta che si scorge dall’alto, con la città che s’estende eterogenea fino al mare - a parte le attrazioni offerte dal parco metropolitano di Collserola -, fanno sì che la località sia prediletta da coloro che vogliono allontanarsi dal ritmo di vita frenetico, senza smettere di sentire il suo battito ai loro piedi.

Innanzi tutto suggeriamo di salire sul Tramvia Blau, al principio dell’avenida Tibidabo. È un tramvia centenario, di colore azzurro, che continua a funzionare come in passato. Alla fine del percorso c’è un altro mezzo di trasporto, altrettanto affascinante: il Funicolare del Tibidabo, che va lentamente verso la cima. Una volta arrivati in plaza del Tibidabo, s’erge maestoso il Tempio del Sacro Cuore, presieduto da una statua dorata del Sacro Cuore; ai suoi piedi si trova un belvedere.

A parte la bellezza del paesaggio circostante, il Parco dei Divertimenti riserva al visitatore parecchie sorprese, da quelle più classiche alle innovative, che sono state aggiunte con il passare del tempo. Non a caso viene denominato “parco delle sensazioni”. Aperto i fine settimana e tutti i giorni nella stagione estiva.

Tra il Tibidabo e Vallvidrera spicca la gigantesca Torre di Collserola, moderna opera d’ingegneria disegnata da Norman Foster e costruita come torre delle comunicazioni all’epoca dei Giochi Olimpici. Un ascensore porta al belvedere ubicato a 112 metri sul livello del terreno e a 560 sul livello del mare. Ricrea la vista con un panorama straordinario.

Fra gli accessi che conducono a Barcellona, l’autostrada A-2 che si congiunge con l’avenida Diagonal presenta l’aspetto più elegante e cosmopolita. Nel punto in cui il pedaggio cede il posto all’arteria sopra menzionata - la principale della città - è ubicata l’area universitaria, nel quartiere di Pedralbes. L’avenida de la Diagonal attraversa tutto il nucleo abitato lungo i suoi 12 km. e ha termine di fronte al mare. Il tratto che corrisponde alla denominata “zona alta” presenta un aspetto apertamente moderno, signorile, di centro finanziario e commerciale. Al posto di un itinerario da percorrere a piedi, indichiamo qui le località d’interesse dei dintorni.
... Pagina 2/2 ...
In località Pedralbes, il monastero di Santa Maria de Pedralbes è un magnifico complesso gotico: straordinariamente bello, vera oasi di pace, lontana dal traffico e dal rumore, dove sembra che il tempo si sia fermato. Fondato nel 1326 dalla regina Elisenda de Montcada, venne edificato in un posto dove c’erano grandi cave di pietre bianche - piedras albas - origine del toponimo Pedralbes. Ancor oggi esiste una piccola comunità di monache clarisse che occupa un’ala del recinto, nonostante la maggior parte sia un museo e si possa visitare. Risalta lo splendido chiostro a tre piani, oltre agli affreschi di Ferrer Bassa che ornano una delle cappelle. In questa cornice solenne s’espone un insieme di opere della Collezione Thyssen-Bornemisza, che include alcuni gioielli di Fra’ Angelico, Rubens e Canaletto, tra gli altri.

In piena zona universitaria dell’avenida Diagonal, disseminata di vari edifici e facoltà facenti parte dell’Università di Barcellona (UB), si trova il Palazzo Reale di Pedralbes, costruito nel 1924 come residenza del monarca Alfonso XIII. Circondato da giardini deliziosi che invitano a passeggiare, l’interno ospita due musei interessanti e alquanto curiosi: il Museo delle Arti Decorative e il Museo della Ceramica, dove sono esposti da pezzi arabi antichi a creazioni di Picasso e Miró.

Sul lato opposto della Diagonal, nel vicino quartiere di Les Corts, hanno il loro tempio gli amanti del calcio. Qui è situato il Camp Nou, il più importante stadio europeo, classificato con 5 stelle dalla UEFA e con una capacità per 100.000 posti a sedere. Le vetrine del Museu F.C. Barcelona President Nùñez espongono il palmarès di una delle squadre che ha vinto il maggior numero di titoli al mondo, tra cui la Coppa d’Europa ottenuta nella mitica finale di Wembley. La visita al museo include una veduta del maestoso stadio dalla tribuna presidenziale.

Fonte: Ufficio Spagnolo del Turismo
Milano 02/72004617 - Roma 06/6783106
Visita Spain.info
 

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittà World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close