Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Colombia

Visto per la Colombia, dogana, e sicurezza nel paese

Pagina 1/2

Un viaggio in Colombia richiede il passaporto in corso di validità; per informazioni e modifiche relative alla validità residua del documento si consiglia di contattare l’Ambasciata o il Consolato del Paese in Italia o in alternativa un agente di viaggio.

Il visto turistico è concesso al momento dell’ingresso in Colombia e consente un soggiorno di 60 giorni. E’ possibile prorogare la validità del visto per un massimo di 180 giorni totali presso la Dirección de Extranjería. Le dichiarazioni sulle ragioni e le modalità della permanenza nel Paese devono essere veritiere, con lo scopo di evitare problemi nella concessione del visto.
Chi si reca nel Paese per motivi che non siano prettamente turistici deve richiedere il relativo visto alle Rappresentanze diplomatiche colombiane prima della partenza.

Dogana

Sono da dichiarare le somme di denaro superiori ai 10 000 dollari USA all’ingresso nel Paese. Nel caso in cui non si dichiarino tali somme, sarà confiscato l’eccedente i 10 000 dollari e restituito solo dopo averne verificato la provenienza, in aggiunta ad una multa equivalente al 30% della cifra non dichiarata.
Il Peso colombiano è la valuta corrente, ma è molto diffuso anche il dollaro USA. I cambi si possono effettuare nelle Agenzie di cambio delle maggiori città, presentando il passaporto.

Vi è, per i turisti, una tassa d’uscita dal Paese di circa 33 dollari USA; i residenti, coloro che hanno prorogato il visto ed i possessori di visto lavorativo pagano un’ulteriore tassa di circa 29 dollari. Questa imposta è tuttavia evitabile per chi fosse rimasto in Colombia oltre i 60 giorni, chiedendone l’esenzione presso uno sportello in aeroporto.
Al momento di lasciare il Paese, è consigliabile recarsi in aeroporto almeno tre ore prima del volo a causa dei puntigliosi controlli doganali.

Sicurezza

La Colombia non è un Paese particolarmente sicuro, principalmente per ragioni legate alla criminalità organizzata e alle attività di gruppi armati. Alcune zone, in particolare quelle rurali di confine con Ecuador e Venezuela, sono sconsigliate per viaggi individuali.
... Pagina 2/2 ...
In alcuni quartieri delle maggiori città si verificano episodi di microcriminalità, mentre si consiglia di non allontanarsi dai percorsi frequentati e vigilati nelle località turistiche. Si ponga attenzione nelle spiagge deserte e nei luoghi di campagna, a causa di possibili aggressioni e furti. E’ bene inoltre adottare le comuni norme di prudenza, evitando quindi di esibire oggetti di valore e di viaggiare con notevoli somme di denaro. E’ consigliabile preparare alcune fotocopie certificate dei documenti e lasciare gli originali in luogo sicuro.

Si evitino gli spostamenti notturni e si utilizzino i mezzi pubblici con cautela, evitando di fermare i taxi lungo la strada, prenotandoli invece telefonicamente.

I turisti sono l’obiettivo preferito dagli scippatori e dai truffatori, pertanto si raccomanda di essere prudenti dopo aver effettuato un prelievo di denaro, di non accettare bevande o cibo da sconosciuti, e di diffidare da finti agenti di Polizia che pretendono di controllare le vostre banconote.

Le pene per la detenzione o l’uso di sostanze stupefacenti sono molto pesanti; i processi si celebrano velocemente solo nei casi di prove evidenti o confessione, che può permettere di dimezzare la pena. La libertà provvisoria non è concessa comunque prima di aver scontato i 2/3 del periodo di reclusione previsto.

La violenza e l’abuso sessuale ai danni di minori sono puniti severamente, oltre a presentare il rischio di estorsioni da parte di organizzazioni criminali che controllano la prostituzione. Si ricorda che al rientro in Italia si è altresì perseguibili in base alla legge italiana.

In caso di problemi con la Polizia locale, quale ad esempio l’arresto, si consiglia di contattare l’Ambasciata o il Consolato italiano per ottenere la necessaria assistenza.

Sebbene il nostro sforzo sia quello di mantenere le informazioni aggiornate prima di partire vi consigliamo di consultare anche il sito Viaggiaresicuri.it
 

loading...
close