Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Colombia

Cosa vedere nella regione di Cauca, nel regno delle Ande

San Agustin, situato sui contrafforti del Massiccio Colombiano, è uno dei siti archeologici più importanti della regione di Cauca e dell'intera Colombia. Questa regione montagnosa fu abitata secoli fa da varie culture successive che lasciarono alla posterità numerose vestigia archeologiche, tra le quali occorre citare le statue, gli intagli di pietra, i sarcofaghi monolitici ed i petroglifi con rappresentazioni umane, animali e figure fantastiche. Erano popoli agricoli e praticavano forme complesse di culti, specialmente quelli funerari. Il Parco Archeologico di San Agustin si trova a 1.730 mt. s.l.m. e a 3 km dal centro abitato e comprende: il Bosco delle Statue, con 35 statue di diversi origini, dimensioni e stili; la Fonte Cerimoniale dei Lavapiedi, forse la più grande opera di scultura delle culture agostiniane. La fonte comprende un complesso labirinto di canali e incavi decorato con rappresentazioni di serpenti, lucertole e salamandre, nonché volti e forme umane. L'ipotesi più probabile è che questo fosse un luogo sacro dedicato a cerimonie religiose e bagni rituali; infine troviamo l'Alto dei Lavapiedi, vestigia scoperte sulla cima di una collina, dove si possono osservare varie tombe riparate da una gran statua col tema del "doppio io".

Tierradentro, si trova a 1.754 mt. s.l.m. a circa 10 ore di viaggio da San Agustin, nella regione del Cauca. La zona dove è localizzato il sito archeologico è un'area abitata in gran parte dagli indigeni Pàez che convivono con bianchi e meticci dediti all'agricoltura. La comunità Pàez, nonostante molte pressioni, mantiene la propria lingua, i suoi antichi costumi e ha un sistema di governo che prevede elezioni ogni anno. Mantiene un'organizzazione gerarchica che controlla tutte le attività comunali e private. Il sito archeologico presenta sepolture e monumenti funerari. Essi sono molto varie, scavate a più di 7 mt di profondità e gli ipogei hanno una decorazione interna basata su figure geometriche in bianco, rosso e nero. In questa zona sono state scoperte numerose statue di pietra con caratteristiche simili a quelle di San Agustin, anche se gli esperti escludono un legame tra di loro.
La zona di San Agustin e quella di Tierradentro sono di una straordinaria bellezza naturale e l'ideale è combinare le escursioni archeologiche con passeggiate di contemplazione della natura.

Popayan, Capoluogo del dipartimento del Cauca, fu fondata nel 1537 ed ebbe un ruolo molto importante all'epoca della colonia. Si trova a 1.760 mt s. l.m. a 142 km da Cali, e 564 da Bogotà. È una delle città più tradizionali della Colombia e uno dei suoi gioielli architettonici. Sebbene la maggior parte delle sue costruzioni siano state distrutte dal terremoto del 1983, sono state quasi tutte ricostruite e numerosissimi sono i monumenti di grande interesse architettonico e storico-culturale. Molto famosa è la celebrazione della Settimana Santa, una tradizione che risale ai tempi della Colonia e che i suoi abitanti hanno gelosamente conservato.

Cali, a 142 km a nord di Popayan e a 558 dalla Capitale, tra le cordigliere Centrale e Occidentale a 1.000 mt s.l.m., è il capoluogo della Valle del Cauca, una delle regioni più prospere del paese, sede di grandi zuccherifici e di numerose industrie. Fondata nel 1536, si mescolano in forma armonica le costruzioni coloniali e l'architettura moderna. Cali é conosciuta come “Capitale della salsa”; e vi si respira un’atmosfera speciale che pervade le strade oltre che i locali notturni. In un paesino vicino, sulle rive del fiume Cauca si danno appuntamento ballerini di straordinaria perizia che offrono agli spettatori uno spettacolo difficile da dimenticare. Famose sono le leggendarie notti di Cali che risuonanodi ritmi contagiosi. Alla fine dell'anno scoppia la tradizionale "allegria di Cali". Fra il 25 dicembre e il 3 gennaio, si celebra la Fiera di Cali, con festeggiamenti popolari nelle strade, tra cui spicca il concorso per eleggere Miss canna da zucchero. Negli stessi giorni si celebra nella Piazza di Canaveralejo la fiera taurina, una delle più importanti del paese, con la partecipazione di importanti toreri nazionali ed internazionali.

  •  
close