Cerca Hotel al miglior prezzo

Tortola Island, BVI: vela, diving e relax tra le sue baie

Tortola, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Bastano 55 km quadrati all'isola di Tortola per essere la maggiore delle Isole Vergini Britanniche, e con i suoi 20000 abitanti è anche la più popolosa dell'intero arcipelago.
Nonostante sia anche, di conseguenza, la più trafficata e caotica, Tortola presenta diversi luoghi assolutamente deliziosi da visitare e una meta di grande richiamo per i surfer in cerca dell'onda giusta.

Sono passati oltre cinquecento anni da quando Cristoforo Colombo vi giunse nel lontano 1493, e da allora tra una dominazione straniera e l'altra l'isola si è sviluppata fino ad assumere le sembianze odierne. Il fulcro della capitale Road Town è il porto dove si trovano i cantieri navali che, assieme al turismo, sostengono l'economia locale. Sul lungomare sorge buona parte dei ristoranti e dei locali della città, ma chi volesse conoscere un po' più a fondo la storia locale potrebbe dare un'occhiata gratuita al Lower Estate Sugar Works Museum o presso la Government House, mentre il JR O'Neal Botanic Gardens è un parco nazionale cittadino dove trovare un po' di quiete dal rumore del traffico della capitale.
Sempre in tema di parchi, il Sage Mountain National Park è un'altra oasi di tranquillità. La Sage Mountain, con i suoi 515 metri s.l.m., è a tutti gli effetti la cima più alta delle Isole Vergini Britanniche. Pur non trattandosi di una foresta pluviale in senso stretto, questo Parco Nazionale ne presenta molte caratteristiche.

Sull'isola esistono anche diversi luoghi interessanti dal punto di vista storico, come l'antica prigione dell'epoca coloniale costruita sul finire del XVIII secolo che sorge tra Road Town ed il West End, la vecchia distilleria presso Brewers Bay e soprattutto Fort Recovery, il più antico edificio delle British Virgin Islands. Si trova nella zona ovest di Tortola ed è una costruzione fortificata con tanto di mura spesse e cannoni, realizzato dai coloni olandesi a metà del XVII secolo.

Immaginiamo però che i visitatori che giungono alle Isole Vergini Britanniche siano interessati soprattutto al mare; vi proponiamo quindi una lista di alcune spiagge e baie dove rilassarsi, dedicarsi al surf o alle immersioni.
Tra le spiagge più famose c'è senza dubbio Smuggler's Cove, nella zona occidentale dell'isola presso Belmont Bay, mentre risalendo il litorale in direzione est si incontra la zona di Long Bay con la sua interminabile spiaggia, Apple Bay – nota soprattutto tra i surfisti – e successivamente Cane Garden Bay, i cui bar sulla spiaggia sono un ritrovo della movida di Tortola, mentre continuando verso est si raggiunge Brewers Bay.

Nella zona dell'East End, a Beef Island (una piccola isola – collegata a Tortola dal ponte Queen Elisabeth II – sulla quale sorge il principale aeroporto del paese) si trovano alcune spiagge spettacolari come Josiah's Bay, in assoluto una delle migliori per il surf.
Esiste qui un'altra Long Bay, molto frequentata dalle famiglie, che non ha niente a che fare con la quella festaiola sull'isola di Tortola; la spiaggia di Trellis Bay invece si apre sul punto di attracco di yacht e imbarcazioni da diporto, ma la località è nota anche perché qui si trova l'Aragorn's Studio, il progetto di un artista locale che ha realizzato questo grande laboratorio artistico dove organizza feste nelle serate di plenilunio.

Pur non essendo la migliore destinazione delle British Virgin Islands per quanto riguarda lo snorkelling, anche a Tortola esiste qualche possibilità di effettuare immersioni, in particolare nelle zone di Marina Cay e Brewers Bay.
Chi si sposta su Tortola Island in barca può trovare ancoraggi sicuri e riparati a Soper's Hole, nella zona occidentale dell'isola o a Brandywine Bay, ad est della capitale, o ancora a Maya Cove, sempre nei pressi di Road Town.
Ricordiamo che Tortola è probabilmente il luogo più importante di tutti i Caraibi per quanto riguarda il noleggio delle imbarcazioni da diporto, per cui chi fosse interessato a provare questo tipo di esperienza troverebbe qui una grande disponibilità di compagnie che si occupano di questo settore.

L'aeroporto di Beef Island è il punto d'accesso alle Isole Vergini per chi viaggia in aereo, ma Tortola è anche un importante nodo marittimo per quanto riguarda i traghetti che si spostano tra le Isole Vergini Britanniche e quelle Americane; da Road Town partono i traghetti per tutte le destinazioni, da Soper's Hole partono quelli per St.John e St.Thomas, mentre da Trellis Bay si muovono esclusivamente in direzione di Virgin Gorda.
  •  
close